segui LMN:     

ALGORITMI aderisce al Good Deed Days

0 commenti

Sembra una coincidenza comica fare un evento SpamLife al Teatroinscatola. Spam è infatti il nome di una nota carne in scatola che i Monty Pyton fecero divenire un tormentone in una delle loro famose e comiche scene. Dal tormentone alla più nota spam della posta elettronica il passo fu breve. Non tutti sanno però che la scelta su cosa debba, in una email, essere spam e su cosa non lo debba essere è un algoritmo. Applicando questi concetti alle nostre vite sociali siamo passati da una società trash che sfruttava e poi gettava ad una società spam che impedisce perfino l’accesso. Applicatelo alle persone ed avrete un quadro della nostra vita attuale. E’ quanto vi propone in queste due giornate di ALGORITMI la SpamLife che aderisce al Good Deed Days organizzato in Italia dal CESV in collaborazione con la Maratona di Roma.

ALGORITMI è un evento che 1 e 2 aprile coinvolge libri, musica, teatro, mostre, performance. Una giornata da passare insieme e scoprire che dentro una scatola di teatro ci possono stare tante cose che uniscono.

 

 

SpamLife e Teatroinscatola

In collaborazione

Il polmone pulsante – L’albero d’Andronico- Le Ragunanze –  Permis de conduire

presentano

ALGORITMI

1-2 APRILE 2017

SABATO 1 APRILE

Mattina:

–          10.30     “Alice” di e con Chiara De Bonis, spettacolo teatrale

Ispirato al famoso libro di L. Carrol uno spettacolo per stare insieme ai bambini attraverso il mondo illogico di una bambina piena di buon senso.

–          11.30     “Clown terapia” di e con Daniela Pascolini, i dottori/clown di Ancis Politeia Onlus, dimostrazione e raccolta nuove adesioni per diventare clownnterapeuta (1.30h)

La clown terapia sappiamo che porta gioia e conforto ai bambini ospedalizzati. Un incontro per conoscere chi da anni si mette un naso rosso per far divertire chi sta soffrendo. Che cosa fa un clown dottore? Come si può diventare un clown terapeuta? Un incontro per stare insieme e imparare a come aiutare i bambini in ospedale.

Pomeriggio: dalle ore 16.30

–          16.30     “Parole escluse”, inaugurazione della mostra di Carlo Ambrosoli,Chiara De Bonis,Federica Zianni, Fulvia Cardella, Giancarlino Corcos, Jonathan Hynd, Luciano Maccioni, Salvatore Giunta, Silvana Leonardi, Iria Seta, Simona Gasperini.

Parole escluse lo dice già il titolo sono quelle parole che non hanno diritto di accesso alla vita. Ma che succede se queste parole escluse diventano un motivo per dipingerle insieme? E’ quanto hanno fatto gli artisti che hanno disegnato delle t shirt con immagini e poesie.

–          17.00     “La radice quadrata del cielo” di Alberto Blanco, reading di Claudio Fiorentini

Un reading delle ultime poesie di Alberto blanco appena tradotte da Claudio Fiorentini. Alberto Blanco è considerato uno dei più importanti poeti messicani. Nato a Città del Messico nel 1951, dopo gli studi di chimica e filosofia consegue un master in studi asiatici specializzandosi nella Cina. Le sue poesie sono tradotte in circa dieci lingue.

–          17.30     “Roma, la verità violata” di Giuseppe Lorin, performance teatrale postfantastorica, Ed. Alter Ego

–           18.30    “Sinfonia”, letture dalla raccolta di Claudio Fiorentini, Ed. Ensemble

L’ultimo libro di Poesie di Claudio Fiorentini ci guida attraverso la parola che vuole stare con gli altri per fare un discorso, uniti, sull’essere umano oggi.

–          19.00 “Il nome è un algoritmo”, poema di Paolo Parisi Presicce, musica Arnaldo De Benedetti

Spettacolo performance di lettura e memoria su una cosa che abbiamo in comune: un nome.

–          20.00 “Algoritmi musicali”, concerto di Mauro Restivo e Francesco Taranto

Un concerto per chitarre che fa della musica un muoversi fra le note scegliendo e scartando accordi melodie attraverso brani famosi e no della musica per chitarra.

–          20.30     “Algoritmi”, spettacolo performance, regia di Vittorio Pavoncello

Tutti insieme potrebbe anche essere il titolo di questo algoritmo che vede Vittorio Pavoncello dirigere in scena autori, pittori, poeti, musicisti in improvvisazione recitate e musicate sui temi: migrazioni, cambiamenti climatici, vero o falso.

DOMENICA 2 APRILE

Mattina:

–          10.30     “Alice”, di e con Chiara De Bonis, spettacolo teatrale

Ispirato al famoso libro di L. Carrol uno spettacolo per stare insieme ai bambini attraverso il mondo illogico di una bambina piena di buon senso.

11.30     “La ragazza sull’albero”, narrazione di e con Michela Cesaretti Salviliberamente tratta da “Melina” di Beatrice Solinas Donghi – a seguire laboratorio creativo Piccolo Laboratorio Sul Teatro Di Ombre. Bambini dai 5 ai 7 anni.

Pomeriggio: dalle ore 16.30

–          16.30     “La pineta di Mark”, poema di Paolo Parisi Presicce, musica Arnaldo De Benedetti

Un poema che racconta dei problemi e del disagio di chi è straniero.

–          17.00     “Tutte le foto del mondo tranne una”, romanzo-mostra di Vittorio Pavoncello, Ed. Progetto Cultura

L’ultimo romanzo di Vittorio Pavoncello diventa una mostra che narra la storia di un adolescente giapponese che ha scelta la vita dell’hikikomori.

–          17.30    “Algoritmi di genere”di Michela Zanarella, con Chiara Pavoni e Giuseppe Lorin

Un poema, una raccolta di poesie, una serie di racconti… il confronto uomo donna, donna donna e uomo uomo. Tutto si incastra e unisce in una performance recitata che è uno spaccato sociale di oggi.

18.00          “Selfie-poem”, con Antonella Antonelli, Antonella Proietti, Emiliano Scorzoni, Fiorella Cappelli, Giuseppe Tacconelli, Lidia Popa, Luca Giordano, Matteo Chiavarone, Maurizio Bacconi, Miriam Kay, Pietro Aloise, Renato Fiorito, Roberto De Luca, Salvatore Angius, Vincenza Fava.

–          Tanti poeti, le loro poesie, i video mentre reciteranno le loro poesie… e poi subito sulla pagina facebook di SpamLife. Dei selfie poetici da dividere in rete e fuori rete.

–          19.30     “Piricotinali col ruspetto”, di Claudio Fiorentini, sequenza teatrale di mini racconti

Una divertente satira sulle scene di tutti i giorni e che coinvolgono tutti.

–          20.00     Davide Alivernini in concerto

Tromba e sax sono questi gli strumenti del concerto di Alivernini. Improvvisazioni e remake di brani già ascoltati e nuovi. Con suoni esclusi, spammati… e in attesa di essere riascoltati da un cestino in cui sono finiti.

–          20.30     “Algoritmi”, spettacolo performance, regia di Vittorio Pavoncello

Tutti insieme potrebbe anche essere il titolo di questo algoritmo che vede Vittorio Pavoncello dirigere in scena autori, pittori, poeti, musicisti in improvvisazione recitate e musicate sui temi: migrazioni, cambiamenti climatici, vero o falso.

Ingresso libero

Per i laboratori è consigliato prenotare

TEATROINSCATOLA-LUNGOTEVERE DEGLI ARTIGIANI 12/14 – 00153 ROMA

INFOmail@spamlife.net  – 366 7273674 – asscultltart@aliceposta.it – info@teatroinscatola.it 347.6808868 e 340.5573255


Marzo 2017 Riconfermata certificazione ISO 9001:2008 ad Abad Servizi e Lavoro – La forza delle persone fragili

0 commenti

La Cooperativa Sociale Abad con sede in provincia di Varese ottiene il rinnovo della certificazione di qualità per i settori di raccolta e commercializzazione di indumenti usati e inserimento lavorativo.


A partire dal 2013 la Cooperativa Sociale Abad ha ottenuto la prima certificazione grazie ad un attento percorso di definizione di obiettivi di qualità per i due settori di raccolta e commercializzazione di indumenti usati e inserimento lavorativo.

Di cosa si occupa Abad nello specifico? La Cooperativa, nata nel 1994 sul territorio della provincia di Varese, ha svilppato negli anni i servizi di pulizia civile e industriale, di raccolta e vendita di abiti usati, assemblaggio e confezionamento, con la finalità di inserire nel mondo del lavoro persone disabili e/o svantaggiate attraverso percorsi di formazione ed affiancamento.
Perchè la certificazione ISO? La volontà di certificare due settori specifici nasce prevalentemente dall'esigenza di fornire fiducia che l'organizzazione applichi un sistema di gestione di qualità nel settore della raccolta indumenti usati, con una verificabile impronta di carattere sociale.
Per la Cooperativa la certificazione ottenuta è il riconoscimento di un impegno ventennale volto alla strutturazione di sistemi di lavoro costruiti sulla forza di persone fragili, che opportunamente seguite garantiscono ogni giorno servizi di qualità.
Per raggiungere questo obiettivo è fondamentale il supporto di una squadra di persone che mette a disposizione la propria competenza e professionalità in modo sinergico, volontari con esperienza di consulenza aziendale che affiancano con impegno e determinazione i responsabili e la dirigenza.


Al di là del prestigioso valore della certificazione, di cui Abad è fiera, è il sistema di lavoro ormai consolidato a garantire l'effettivo perseguimento degli obiettivi etici e sociali, valore aggiunto che trova espressione nell'operatività quotidiana.
 

Nota: Abad ha ottenutoi la cerificazione dal KIWA CERMET ITALIA

 


Antonello De Pierro e Simona Marchini in campo per l’Airc

0 commenti

Il giornalista presidente dell'Italia dei Diritti e la nota attrice hanno partecipato a Roma a un evento-spettacolo  benefico a favore della ricerca sul cancro, condotto da Lorenza Mario

 

 

Roma – Fedele al suo noto impegno civile e politico a favore delle cellule più deboli del tessuto sociale, non poteva certo restare sordo al richiamo della solidarietà promanante l'altro pomeriggio dall'Auditorium San Leone Magno a Roma. Stiamo parlando del giornalista presidente dell'Italia dei Diritti Antonello De Pierro, direttore di Italymedia.it ed ex direttore e voce storica di Radio Roma, che si è recato nell'accogliente struttura capitolina, sita nel quartiere Trieste, in occasione della kermesse di matrice solidale "L'isola dei fiori", organizzata da Niccolò Petitto e Lisa Bernardini, a beneficio dell'attivissima Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, a cui è stata destinata la raccolta fondi dell'evento. Un appuntamento solidale che ha preso il nome dall'ultimo lavoro discografico del celebre maestro Franco Micalizzi, colonna portante dello spettacolo di musica e danza, che ha visto sul palco l'alternarsi di vari artisti e numerose scuole di danza, magistralmente presentati da una straordinaria Lorenza Mario, sotto l'impeccabile direzione artistica di Stefano Bontempi. Il grande entusiasmo del pubblico presente in sala, gremita al limite della capienza, si è estrinsecato tramite i frequenti e lunghi applausi indirizzati verso il proscenio, dove i protagonisti hanno dato il meglio di sé, contribuendo a tenere vivo il sogno del grande oncologo Umberto Veronesi, recentemente scomparso, relativo alla speranza di sconfiggere il cancro. Grande emozione ha suscitato l'intervento sul palco di Simona Marchini, che ha esternato tutta la sua spiccata sensibilità nei confronti della causa benefica che ha sposato e la sua commozione nel ricevere un premio alla carriera, doverosamente conferitole dall'organizzazione. Non è sfuggita ai più la stima reciproca palesatasi nell'incontro con De Pierro, che le ha espresso le sue congratulazioni, memore di una storica intervista da lui realizzata sulle frequenze di Radio Roma, che ha toccato uno dei picchi più alti di audience nella storia dell'emittente capitolina.

Il leader dell'Italia dei Diritti, che durante la sua carriera giornalistica ha sempre offerto e prestato la sua opera di conduttore gratuitamente per le manifestazioni benefiche, ha dichiarato: "Ringrazio l'organizzazione per avermi reso partecipe di un evento solidale rivolto a una causa a cui sono stato sempre molto sensibile. Quando ho potuto non mi sono mai tirato indietro di fronte a commendevoli kermesse come questa. Oggi siamo qui perché nel dizionario c'è una parola denominata 'solidarietà' e noi tutti abbiamo risposto al suo richiamo. Il motivo della nostra presenza qui è riconducibile al fatto che, spinti da un impulso di sensibilità e altruismo, abbiamo imparato a declinarla. Tanti, nel nostro parenchima sociale, ignorano o dimenticano l'importanza del suo significato. Se tutti si mostrassero più attenti a questo lemma vivremmo indubbiamente in un mondo migliore".

Il nutrito parterre è stato completato dalla presenza di Adriana Russo, Sara Santostasi, Giovanni Brusatori, Marco Tullio Barboni, Anthony Peth, Cinzia Carcione, Matilde Tursi, Giò Di Giorgio, Maria Grazia De Angelis, Iolanda Pomposelli, Massimo Meschino e Federica Pansadoro.

(Foto di Marco Bonanni)


Antonello De Pierro e Simona Marchini in campo per l’Airc

0 commenti

Il giornalista presidente dell'Italia dei Diritti e la nota attrice hanno partecipato a Roma a un evento-spettacolo  benefico a favore della ricerca sul cancro, condotto da Lorenza Mario

 

 

Roma, 17 marzo 2017 – Fedele al suo noto impegno civile e politico a favore delle cellule più deboli del tessuto sociale, non poteva certo restare sordo al richiamo della solidarietà promanante l'altro pomeriggio dall'Auditorium San Leone Magno a Roma. Stiamo parlando del giornalista presidente dell'Italia dei Diritti Antonello De Pierro, direttore di Italymedia.it ed ex direttore e voce storica di Radio Roma, che si è recato nell'accogliente struttura capitolina, sita nel quartiere Trieste, in occasione della kermesse di matrice solidale "L'isola dei fiori", organizzata da Niccolò Petitto e Lisa Bernardini, a beneficio dell'attivissima Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, a cui è stata destinata la raccolta fondi dell'evento. Un appuntamento solidale che ha preso il nome dall'ultimo lavoro discografico del celebre maestro Franco Micalizzi, colonna portante dello spettacolo di musica e danza, che ha visto sul palco l'alternarsi di vari artisti e numerose scuole di danza, magistralmente presentati da una straordinaria Lorenza Mario, sotto l'impeccabile direzione artistica di Stefano Bontempi. Il grande entusiasmo del pubblico presente in sala, gremita al limite della capienza, si è estrinsecato tramite i frequenti e lunghi applausi indirizzati verso il proscenio, dove i protagonisti hanno dato il meglio di sé, contribuendo a tenere vivo il sogno del grande oncologo Umberto Veronesi, recentemente scomparso, relativo alla speranza di sconfiggere il cancro. Grande emozione ha suscitato l'intervento sul palco di Simona Marchini, che ha esternato tutta la sua spiccata sensibilità nei confronti della causa benefica che ha sposato e la sua commozione nel ricevere un premio alla carriera, doverosamente conferitole dall'organizzazione. Non è sfuggita ai più la stima reciproca palesatasi nell'incontro con De Pierro, che le ha espresso le sue congratulazioni, memore di una storica intervista da lui realizzata sulle frequenze di Radio Roma, che ha toccato uno dei picchi più alti di audience nella storia dell'emittente capitolina.

Il leader dell'Italia dei Diritti, che durante la sua carriera giornalistica ha sempre offerto e prestato la sua opera di conduttore gratuitamente per le manifestazioni benefiche, ha dichiarato: "Ringrazio l'organizzazione per avermi reso partecipe di un evento solidale rivolto a una causa a cui sono stato sempre molto sensibile. Quando ho potuto non mi sono mai tirato indietro di fronte a commendevoli kermesse come questa. Oggi siamo qui perché nel dizionario c'è una parola denominata 'solidarietà' e noi tutti abbiamo risposto al suo richiamo. Il motivo della nostra presenza qui è riconducibile al fatto che, spinti da un impulso di sensibilità e altruismo, abbiamo imparato a declinarla. Tanti, nel nostro parenchima sociale, ignorano o dimenticano l'importanza del suo significato. Se tutti si mostrassero più attenti a questo lemma vivremmo indubbiamente in un mondo migliore".

Il nutrito parterre è stato completato dalla presenza di Adriana Russo, Sara Santostasi, Giovanni Brusatori, Marco Tullio Barboni, Anthony Peth, Cinzia Carcione, Matilde Tursi, Giò Di Giorgio, Maria Grazia De Angelis, Iolanda Pomposelli, Massimo Meschino e Federica Pansadoro.

(Foto di Marco Bonanni)


Come sviluppare la comunicazione gestuale

0 commenti

La comunicazione gestuale oggi è fondamentale tra le persone dalle persone pluriminorate psicosensoriali; tuttavia la presenza di deficit visivi molto gravi e persino la cecità completa non presentano  un ostacolo insormontabile nell’apprendimento. Molti gesti compiuti più volte nel corso della giornata vengono collegati ed associati a delle particolari azioni. Per lo sviluppo della comunicazione gestuale si tiene in forte considerazione la gestualità spontanea del bambino fin dai primi anni di vita, insieme a possibili situazioni gratificanti per se stesso.

 

 

              Principali Metodi di Comunicazione Gestuale

 

Una persona sordocieca deve avvalersi per forza di cose della comunicazione e non è neanche così semplice impararla nel migliore dei modi. Infatti la comunicazione è un aspetto di vitale importanza per una persona sordocieca e comunicare per un sordocieco non deve essere inteso solo come parlare ma anche vivere e relazionarsi con gli altri, conoscere il mondo e superare la barriera di isolamento in cui si trovano. Infatti troppo spesso succede che queste persone siano giudicate asociali quando in realtà la colpa non è loro e semplicemente non hanno i  giusti mezzi per comunicare con le altre persone. Per comunicare vengono utilizzati sistemi principalmente tattili e si tratta di codici sia semplici che complessi, il cui uso varia a seconda dell’età e delle capacità possedute dalla singola persona. Abbiamo ad esempio il metodo Malossi dove viene utilizzata la mano come strumento di comunicazione come se fosse una macchina da scrivere e ad ogni parte di essa corrisponde una lettera dell’alfabeto che permette di comporre parole o frasi se toccata; è utilizzato principalmente da chi sapeva leggere e scrivere prima di diventare sordocieco. Il Lis tattile, la lingua italiana dei segni, che permette di esprimere parole o frasi mediante i movimenti delle mani, delle dita e dall’espressione del viso. Chi è nato sordo  e poi è diventato cieco ha integrato tutto col tatto sfruttando la Lis tattile e potendo quindi toccare le mani dell’altra persona per avvertire le sue emozioni.  Infine il Tadoma che permette il riconoscimento di suoni vocali poggiando il pollice sulle labbra e il palmo della mano sulle guance di chi parla; è utilizzato per i bambini per farli imparare a parlare.

 

           Perché è Importante la Comunicazione Gestuale

Un bambino, un adulto, o qualsiasi altra persona che sia sordocieca non può interagire al meglio con le altre persone perché è come se ci fosse una barriera tra lui e tutti gli altri. Per cercare di abbattere questo muro sono stati brevettati molti metodi che permettono a questa persona di vivere meglio con se stessa e soprattutto di poter entrare più facilmente nella società, molto complicata, di oggi.  Esistono inoltre molte iniziative grazie alle quali questi bambini possono migliorare e soprattutto sentire la vicinanza e le coccole di cui hanno bisogno. Possiamo dunque aiutare concretamente queste persone ma possiamo anche regalargli dei sorrisi, infatti esistono delle giornate a tema che organizzano diverse associazioni per stare tutti insieme e incominciare a introdurli nella società odierna passo dopo passo senza buttarli subito nella mischia perché sarebbe estremamente controproducente.

 

 


www.ferraramercatino.com Siamo Punto di Raccolta Tappi per l’Associazione Giulia Onlus

0 commenti
http://ferraramercatino.com

Come puoi notare dalla foto Ferrara Mercatino è anche punto di raccolta tappi di plastica per l'Associazione Giulia Onlus di Ferrara.  Se anche tu vuoi aderire a questa iniziativa, raccogli i tuoi tappi e portali a FERRARA MERCATINO. Così potrai aiutare l'Associazione Giulia Onlus di Ferrara via Copparo, 12 sito web www.associazionegiulia.com in questa fantastica iniziativa di volontariato.


Pagina 1 di 2212345»...Fine »