segui LMN:     


Guarda il nuovo video dei DEMOMODE

0 commenti

DEMOMODE

Presentano

EP

Etichetta; Dcave Records
http://www.dcaverecords.com/

 

http://www.demomode.it

http://www.facebooK.com/demomodeband

 

Guarda qui il video

https://www.youtube.com/watch?v=ZGCwTBVjtDg

 

 

Il nuovo Ep dei Demomode è un assaggio del lavoro che verrà di qui a breve (l'uscita del prossimo album è prevista per l'autunno)… serve a dire che il R’n R, quello che arriva a tutti, senza fronzoli e finti intellettualismi si può fare anche in Italia e può arrivare ovunque.

 

CODICI

Un monolite in 4quarti.

Ad ogni riff una precisa risposta, schietta, ruvida, fanculo.

 

 

DISCOGRAFIA

Demo Mode – Niente come niente – 2008 – Autoproduzione
Music Village Compilation VOL. 1 – 2008 – Pirames International
Band per Messina – Mani – 2009 – Imago Sound
Demo Mode – Hai Paura – 2010 – Autoproduzione

 

 


TESTA TRA LE NUVOLE il nuovo video di CORTEX

0 commenti

CORTEX

Presenta

Il nuovo video

“TESTA TRA LE NUVOLE”

Tratto dall’album

CINICO ROMANTICO

 

Guarda qui il video

https://www.youtube.com/watch?v=Ve42Lh-y_KA

 

 

Per niente sazio degli ottimi riscontri ottenuti con la pubblicazione del disco “Cinico Romantico” e con i video dei primi tre singoli estratti, Cortex a giugno 2014 pubblica il video del brano “Testa tra le nuvole”, anch'esso estratto dal disco di inediti “Cinico Romantico”.

Proprio da giugno 2014, il disco è finalmente disponibile su I Tunes per l'etichetta Maninalto!

 

Il video è stato girato alla Color Run, manifestazione organizzata da La Gazzetta dello Sport.

 

Seguendo lo stile inaugurato con il video del singolo “Viversi per comprendersi”, il caso regala a Cortex situazioni ed emozioni che riesce a fermare nella memoria di una fotocamera, mentre si ritrova a fare un playback in un ambiente un poco inusuale per un cantautore cinico romantico…

 

 


Scienziati ammettono: il CCHR ha ragione, nessun test medico per i disturbi mentali

0 commenti

13 giugno 2014
"Non occorre una maggioranza per prevalere … ma piuttosto una minoranza arrabbiata e infaticabile, disposta ad incendiare di libertà le menti degli uomini"  Samuel Adams

Chiamatelo pure risveglio. Lentamente la comunità scientifica finalmente riconosce ciò che il CCHR* (Citizen Commission on Human Rights – associazione USA dedicata alla lotta contro le violazioni dei diritti umani nel settore della salute mentale) denuncia da decenni: i disturbi mentali non sono malattie mediche verificabili, le diagnosi sono basate solo su una lista di comportamenti, e il trattamento psicofarmacologico presenta seri rischi – anche mortali.
 
Nel 1926 Aldous Huxley scriveva a ragione: "I fatti non cessano di esistere solo perché vengono ignorati".  Così la missione del CCHR è sempre stata d'informare la gente sui fatti riguardo i disturbi mentali e gli effetti dannosi degli psicofarmaci.
 
La battaglia contro l'industria farmaceutica multimilionaria, così lesta nel trarre profitti dalle affermazioni infondate e fraudolente della psichiatria riguardo l'origine biochimica dei disturbi mentali, è stata dura con la vendita di psicofarmaci in aumento dal 2005 al 2012 da 26 a 34 miliardi di dollari nei soli Stati Uniti.
 
Per decenni i più illustri luminari della psichiatria, quelli in grado d'influenzare la politica sanitaria, hanno venduto la teoria della malattia del cervello nonostante la completa assenza di evidenza scientifica.  Verso la fine degli anni ottanta, lo psichiatra Lewis Judd – ai tempi direttore del NIMH (Istituto Nazionale di Salute Mentale USA) – riuscì a persuadere il Congresso americano a dichiarare gli anni novanta il "decennio del cervello". In un'intervista rilasciata al Parade Magazine nel 1988 Judd dichiarò che la depressione "è una malattia vera, tanto quanto un attacco cardiaco". Già nel 1994, il budget dell'Istituto Nazionale di Salute Mentale si è gonfiato sino a 600 milioni di dollari: un aumento del 567% in diciotto anni.
 
Altri, seguendo l'esempio di Judd, continuarono a propagandare l'idea psichiatrica della disfunzione cerebrale. Tra questi, l'ex presidente dell'Associazione Psichiatrica Americana Jeffrey Lieberman nel 2013 ebbe modo di dire: "Schizofrenia e altri simili disturbi psicotici sono malattie del cervello che influenzano il funzionamento mentale e il comportamento delle persone."
 
Ma i fatti non possono essere ignorati, e in seguito alle instancabili denunce del CCDU sulla falsità delle teorie bio-cerebrali, alcuni eminenti psichiatri hanno deciso di vuotare il sacco sulla leggenda pseudoscientifica dello squilibrio chimico.
 
Non è passato molto tempo da quando Allen Frances, psichiatra ed ex Direttore del Comitato di Redazione del DSM IV (Manuale Diagnostico e Statistico – il testo sacro della psichiatria, con l'elenco delle centinaia di disturbi mentali) ha dichiarato: "Non esistono test oggettivi  in psichiatria – immagini radiologiche, analisi o test di laboratorio – in grado di stabilire in maniera conclusiva se qualcuno sia o meno affetto da un disturbo mentale … non c'è nemmeno una definizione di disturbo mentale ….  sono stronz… non puoi definirle"
 
A rinforzare le rivelazioni del CCHR e del Prof. Frances, l'anno scorso il direttore del NIMH Thomas Insel ha fortemente criticato l'ultima versione del DSM dicendo: "Il suo punto debole è la mancanza di validità. A differenza delle definizioni di cardiopatia ischemica, linfoma o AIDS, le diagnosi del DSM sono basate solo sul consenso riguardo gruppi di sintomi clinici, senza test oggettivi". Insel concludeva così: "I pazienti con disturbi mentali meritano di meglio."
 
Persino il Dr. Robert Spitzer, docente di psichiatria alla Columbia University, e Direttore del Comitato di Redazione del DSM III, non mette in discussione la natura soggettiva dei disturbi psichiatrici: "Non è stato identificato alcun marker biologico" per i disturbi mentali. Il NIMH condivide quest'affermazione sul suo sito web, in cui sono elencati tutti i cosiddetti disturbi mentali, ammettendo che la scienza non ne conosce la causa.
 
I fatti – decenni di dati scientifici – non possono più essere ignorati e recentemente nel Regno Unito si è costituita un'organizzazione – il Consiglio per la Psichiatria basata sull'evidenza (CEP – Council for Evidence-based Psychiatry)  intenzionata a "battersi contro sovradiagnosi e sovratrattamenti psichiatrici". Nelle parole del co-fondatore,  il Prof. James Davies: "Se più gente conoscesse i problemi legati alla pratica psichiatrica e ai suoi farmaci, istituzioni e accademici si sentirebbero obbligati a riformare la professione." Il CCHR dà il benvenuto al CEP tra i gruppi che chiedono alla professione psichiatrica di assumersi le sue responsabilità.
 
Nelle parole del compianto Thomas Szasz, Professore Emerito di psichiatria, "Dovremmo onorare il CCHR perché si tratta in realtà di un'organizzazione che per la prima volta nella storia umana si è data da fare in maniera politicamente, socialmente e internazionalmente significativa per combattere la psichiatria. Questo non è mai accaduto prima." Per il CCHR non c'è migliore riconoscimento del vedere nascere nuove organizzazioni come il CEP, non più disponibili a ignorare i fatti e pronte a criticare la legittimità delle diagnosi psichiatriche.
 
* In Italia il CCDU (Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani) è l'associazione 'cugina' del CCRH, e ne condivide principi e battaglie. Per maggiori info www.ccdu.org oppure scrivere a info@ccdu.org
 
Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani onlus


CARROPONTE: i concerti della settimana

0 commenti

La programmazione da

lunedì 16 a domenica 22 giugno

 

ARRIVANO GOGOL BORDELLO E VIRGINIANA MILLER:

scalda i motori l’estate carropontina

 

Via Granelli 1, Sesto San Giovanni

 

Lunedì 16 giugno la voce di Inês Soares, originaria di Porto, si unisce al poliedrico chitarrista Bartolomeo Barenghi, proveniente dal mondo della classica e del jazz, ma sempre più dedicato alla ricerca nell'ambito del folclore musicale iberico e sudamericano, per regalarci una serata intima e appassionante nella quale interpreteranno alcune delle canzoni più conosciute dell'illimitato repertorio del fado. Lo spettacolo inizierà alle ore 21.30 e l'ingresso è gratuito. Alle ore 19 trasmissione in diretta dal Carroponte di Radio popolare della partita dei mondiali Germania-Portogallo

 

Martedì 17 giugno alle ore 21 sarà trasmessa da Radio Popolare in diretta dal Carroponte e visibile su grande schermo, la partita dei mondiali Brasile-Messico. Prima e dopo la partita il Carroponte ospiterà un concerto a tema con i Los Picios. I Los Picios hanno un repertorio vario di canzoni italiane e messicane nazional popolari (ma anche inglesi e di altre parti del mondo) da cantare a squarciagola, come “Cielito Lindo”, “Rose Rosse”, “La Cucaracha”, “Il Tango delle Capinere”, “Besame Mucho”. Ingresso gratuito.

 

L’anno scorso è uscito il loro ultimo splendido lavoro, “Venga il regno”, che suona come un invito a uscire allo scoperto, a vivere qui e ora, senza aspettare nient’altro, “praticando la Bellezza”. È anche un album che ci narra di demoni e pontefici, di polvere, dell’ombra di Moro e delle sue lettere; dell’elicottero sospeso sopra la cupola di San Pietro, che riporta a casa un papa come si riportano a casa i soldati che lasciano il fronte; degli anni ’70, delle lotte operaie e della Fiat venduta, del jet set “bene”, chic e annoiato; della grande bellezza di Roma e delle sue vittime sacrificali. Loro sono i Virginiana Miller e li aspettiamo al Carroponte mercoledì 18 giugno ore 21.30.  L’ingresso è gratuito. Alle ore 19 invece si terrà il laboratorio, a cura dell’associazione Il Tarlo, per bambini dai 4 ai 12 anni “Ludobus. Una ludoteca itinerante di giochi della tradizione popolare. Il piacere di giocare senza un pizzico di elettricità” La partecipazione è gratuita.

 

 

Giovedì 19 giugno ore 21 il Circolo Arci l’Impegno, in collaborazione con AstarteAgency presenta WATCH OUT! – Video Mapping e Musica dal futuro, un festival lungo una sera che, tra musica d’avanguardia e sperimentazioni, porta in scena una serata di stampo internazionale, tra ottima musica e il live mapping, che accompagnerà la performance di Adam Carpet. Un’occasione irripetibile per ascoltare tre fra i progetti musicali più interessanti della scena indipendente, che non hanno bisogno di parole per creare un’atmosfera degne dei migliori club berlinesi. L’ingresso è gratuito.

 

Le “Radici nel cemento” sono una metafora della tradizione e della memoria storica in una società che dimentica troppo in fretta il suo passato: come dei grandi alberi ai lati delle strade, che sembrano soffocati dall’asfalto ma riescono a sviluppare le radici da cui traggono nutrimento, fino al punto di incrinare, crepare e spaccare il cemento. Le loro canzoni, pervase dal ritmo profondo e contagioso del reggae, puntano il dito contro le ingiustizie. Venerdì 20 giugno ore 21 sono sul palco del Carroponte (ingresso gratuito). Alle ore 18 trasmissione in diretta di Radio Popolare della partita dei Mondiali Italia-Costarica. Alle ore 24 invece appuntamento con CeCINEpas che per il ciclo “Film Mondiali al Carroponte” proietta il documentario Seleção di Emir Kusturica che celebra uno dei più amati e odiati campioni di tutti i tempi, grande protagonista di Messico 1986.

 

Sabato 21 giugno è invece il turno dei GOGOL BORDELLO: reduci da tre date di enorme successo in Italia a novembre, Eugene Hütz e soci tornano a riproporre quest’estate dal vivo, con la loro incredibile energia che li ha resi famosi in tutto il mondo, i brani del nuovo lavoro nuovo cd “Pura Vida Conspiracy” una potente raccolta di 12 inediti, e anche molto altro del loro ricco repertorio. Inizio spettacolo ore 21, ingresso 20€.

 

Il Cielo sotto Milano, ormai diventato sinonimo per la città meneghina di tutto ciò che il meglio del panorama emergente nazionale ed internazionale sa offrire, torna al Carroponte con una edizione speciale in cui presenterà tre new entry del roster Costello's e una del roster Rocketman Records, due tra le più intraprendenti realtà musicali locali.  I Nastri con il loro indie-pop colorato e psichedelico, gli ELK  con il loro esordio World senza confini e pieno di avventura; i Colpi Repentini con la loro creatività allo stato puro; infine The Comet  con le loro liriche introverse che tradiscono un senso generale di solitudine metafisica e tensione drammatica. Appuntamento domenica 22 giugno ore 21, ingresso gratuito.

 

Alle ore 19 c’è Bambini@Carroponte con il laboratorio CUCINATURALMENTE, un laboratorio per bambini dai 4 ai 12 anni che offre sia l’opportunità di “creare” con le proprie mani un manicaretto, sia l’apprendimento dei primi concetti di cucina “naturale”. A cura dell’associazione La via contadina, coltiviamo il futuro. Il costo è di 15 € comprensivo di laboratorio e cena su prenotazione (scrivere a icoloridellorto@libero.it ). Numero massimo 12 bambini/e.

 

Al Carroponte sarà possibile sostare usufruendo degli spazi dell’area lounge Felicittà e mangiare dalle 19.30 all’1.30 presso l’area Mangia&Bevi, comprensiva di pizzeria gestita dalla Cooperativa Pecora Nera, griglieria/friggitoria, che unisce i profumi delle spezie africane e orientali alla tradizione della cucina italiana e gelateria i cui prodotti sono completamente naturali. Per i più piccoli è prevista un’accogliente area di gioco e un'area ristoro a loro dedicata.

 

 


Parco Tittoni: i concerti della settimana

0 commenti

I CONCERTI DELLA SETTIMANA AL PARCO TITTONI:

Lunedì 16 giugno – Cinema all’aperto: America Hustle
Ogni lunedì Parco Tittoni diventa un cinema all'aperto, venite a gustarvi i capolavori della cinematografia mondiale

Ogni lunedì ore 21.30

Ingresso 3 €

 

Mercoledì 18 giugno – Cabarettificio
Il Cabaret a Parco Tittoni presentato da Alessio Parenti con ospiti da Zelig, Colorado e Central Station

Ingresso: 5€

Inizio ore 21.00

 

Sabato 21 giugno – Go West! Country Party
The Starliters + Tabascos + Shiver + Toro Meccanico + tiro con lazo + tiro con l'arco e molto altro

Arriva il Super Country Party che sta trasformando la Brianza nel New Texas

Ingresso gratuito fino alle 20.30

Ingresso 3 Euro dalle 20.30 in poi

Inizio ore 16.00

 

Domenica 22 giugno – OPEN electronic festival: from 10.00 am to 10.00 pm
Festival di musica elettronica per una dodici ore nel Parco di Villa Tittoni

 

 

Infoline: 3398842707 – info@parcotittoni.it

Sito ufficiale: www.parcotittoni.it

Tutto il programma su www.parcotittoni.it

 

Parco Tittoni, bucolica area concerti di Desio (MB), giardino della settecentesca Villa Traversi Tittoni, opera del grande Piermarini, riparte il 28 maggio e, per la sua terza stagione, raddoppia le fatiche e rimane aperta tutta l’estate, fino al 13 settembre, ogni giorno.

Comune di Desio, Coop. Mondovisione ed ARCI Tambourine saranno ancora insieme per garantire alla Brianza uno spazio indimenticabile


Ecco l’album d’esordio di Ivan Brunacci

0 commenti

IVAN BRUNACCI

 Album “Ivan Brunacci”

 

L’album d’esordio si intitola  “IVAN BRUNACCI” dell’omonimo  Cantautore Milanese, che si affaccia da solista al mondo discografico dopo una lunga esperienza come voce dei “Viale69” (sua storica band), dopo il singolo d’ esordio  “Vale sui gradini bianchi” che rimase per sette settimane il piu’ trasmesso dalle radio Italiane tra gli esordienti seguito da  “Mentre fuori oggi piove” secondo singolo anch’ esso trasmesso da molte radio.

Ora Ivan Brunacci decide di “Buttarsi” nella mischia, tra BIG o presunti tali e di far ascoltare le sue nove tracce inedite di sano ROCK’ n ‘POP, seguendo il sentiero del buon rock miscelato a ritmiche Pop, tra testi immediati e melodie accattivanti, avvolte da suoni di chitarre urlanti e strumenti elettronici indefiniti, passando per la dolcezza del  cantautorato Italiano, tutto magicamente legato da una accurata produzione artistica che rende “IVAN BRUNACCI”  un album degno delle migliori produzioni Italiane.

“Penso che la gente sia ormai stanca e voglia godere di un po’ di semplicità…. ed e’ per questo che ho voluto scrivere canzoni semplici, fresche, allegre, senza  pensieri astratti o voli pindarici….. io so chi sono e cosa potrei scrivere o non potrei mai scrivere, non importa essere di Moda o meno per me era conta solo il momento di scrivere semplicemente ….. “IVAN BRUNACCI”.

 

 

Tracking List Album “Ivan Brunacci” IVAN BRUNACCI

 

  1. VALE SUI GRADINI BIANCHI      (Brunacci Ivan)
  2. CAMBIO DIREZIONE      (Brunacci Ivan)  
  3. MENTRE OGGI FUORI PIOVE      (Brunacci Ivan)   
  4. SUCCHIARE      (Brunacci Ivan)  
  5. SALVAMI      (Brunacci Ivan) 
  6. TU ORA      (Brunacci Ivan)  
  7. NASCE UN’IDEA      (Brunacci Ivan)  
  8. LA LINGUA CORROSIVA      (Brunacci Ivan)

9.    SI STA BENE      (Brunacci Ivan) 

 

Artista: IVAN BRUNACCI
Album: “IVAN BRUNACCI”
Prodotto da LATLANTIDE (P) 2014
Edizioni Musicali di © LATLANTIDE PROMOTIONS


Pagina 3 di 107«12345»...Fine »