segui LMN:     

Uil Polizia, finalmente la norma vince sulla prassi a Fiumicino

0 commenti

L'organizzazione sindacale, che in passato aveva affrontato anche il pericolo amianto in caserma, è intervenuta per porre fine a un metodo procedurale in uso, ma senza legittimazione normativa

 

 

 

 

Fiumicino – Dopo tanti anni, in cui la memoria si perde, durante i quali, presso l’Ufficio di Polizia di Frontiera di Fiumicino, si è assistito a un’applicazione consuetudinaria e orfana di legittimazione normativa, degli iter procedurali afferenti all’espletazione burocratica di alcuni istituti di diritto per i poliziotti, grazie al deciso intervento del dottor Tiziano Vetro, direttore della V Zona, che, con commendevole e impeccabile professionalità, ha immediatamente accolto le doglianze della Uil Polizia, il sindacato della Polizia di Stato sempre in prima linea nel coniugare i diritti dei dipendenti senza mai tralasciare gli interessi della Pubblica Amministrazione e della sicurezza dei cittadini.

Infatti, l’attivissima organizzazione sindacale, facente capo a livello nazionale allo storico sindacalista Oronzo Cosi e in ambito provinciale capitolino all’indefesso Antonio Costa, ha portato, negli ultimi anni, all’attenzione della dirigenza Polaria e della direzione V Zona, varie problematiche e criticità, sempre affrontate con estrema sensibilità e spesso brillantemente risolte dagli interlocutori, nello spirito della più proficua collaborazione tra le parti.  

Almeno un paio di queste azioni sindacali possono essere elette a casi emblematici, che hanno segnato traguardi importantissimi riconducibili nell’alveo dei diritti, i cui meriti sono ascrivibili in capo all’ex dirigente dell’Ufficio di Polizia di Frontiera, il dottor Rosario Testaiuti.

In primis l’abolizione della cosiddetta “forza assente”, un istituto “fantasma” non confortato da alcuna prescrizione normativa o regolamentare, che dava all’amministrazione una potestà arbitraria, gravata da lunghe ombre di incostituzionalità, inficiante il diritto alla salute (art. 32), in quanto comprimente la libertà di cura del cittadino poliziotto e conseguentemente incidente la sicurezza dei corpi collettivi. Infatti il dipendente che rientrava da un periodo di assenza per malattia, causato da qualsivoglia tipologia clinica, travalicante il limite temporale di tre mesi, in virtù di tale applicazione, che non si comprende dove affondasse le radici e da dove traesse il suo fondamento giuridico, poteva essere trasferito ad altro ufficio. Pertanto poteva capitare che il poliziotto che aveva avuto il “torto” di scontrarsi con la malasorte e di ammalarsi, pur di non imbattersi nell’incognita di un trasferimento, previsto da tale prassi, che si correva costantemente il rischio potesse diventare un formidabile strumento di ricatto, cercasse di forzare il suo rientro in servizio, con il pericolo di una ripresa dell’attività istituzionale in condizioni fisiche ancora precarie, che, viste la peculiarità e la delicatezza delle attribuzioni mansionali espletate, potevano tradursi nella trasformazione dello stesso in una fonte di detrimento per sé e per gli altri. Conseguenze rilevanti  che sono state colte immantinente dal dottor Testaiuti, il quale, con spiccata sensibilità professionale, volta sempre alla tutela dell’integrità psicofisica del personale da lui gestito e al conseguente grado di sicurezza da offrire all’utenza del parenchima sociale, ha posto fine all’assurda pratica.

Il medesimo senso di responsabilità esplicitato quando la Uil Polizia ha segnalato il problema della presenza di eternit in un manufatto ubicato proprio a ridosso della mensa di servizio, chiedendone l’immediata rimozione, nutrendo una martellante preoccupazione per i possibili pregiudizi alla salute di chiunque ivi transitasse, in relazione ai rischi clinici di patologie asbesto-correlate, specie dopo l’apparizione di un improbabile cartello che annunciava un “pericolo amianto”, che tradotto suonava pressappoco come “attenzione a non respirare”. Un intervento avviato con subitanea determinazione e capace di giungere a una soluzione in tempi piuttosto contenuti, nonostante i numerosi elementi ostativi in termini procedurali, dovuti al fatto che la proprietà del manufatto de quo è della società Aeroporti di Roma e la gestione appartiene  alla Guardia di Finanza.

 

 

Quegli stessi senso del dovere e spiccata coscienza professionale, coniugati con una rara e profonda moralità, mostrati dal dottor Vetro a seguito della messa a fuoco da parte della Uil Polizia di alcune distorsioni procedurali nel trattamento di alcuni istituti di diritto spettanti ai poliziotti, peraltro afflitti dalla cosiddetta diuturnitas, ossia dalla reiterazione nel tempo dei comportamenti individuati, e dall’aggravante dell’opinio iuris ac necessitatis, ovvero della convinzione diffusa che tali comportamenti fossero giusti, ma soprattutto giuridicamente cogenti. Stiamo parlando della concessione, de iure condito, del congedo straordinario di diritto per esami e per matrimonio e di quello per ottemperare, da parte di un poliziotto, all'obbligo di rispondere a una citazione promanante dall'Autorità Giudiziaria, al fine di essere escusso, in qualità di teste, per circostanze fattuali non afferenti al servizio. Infatti in quest'ultima ipotesi l'appartenente alle forze di polizia si reca in tribunale svolgendo l'attività lavorativa a tutti gli effetti. Fino a quando la Uil Polizia non si è fatta portavoce presso il dottor Vetro delle istanze di categoria, volte a ricondurre l'istituto in questione nell'alveo assegnatogli dalla codifica normativa e regolamentare, senza affidarlo a distorsioni procedurali non godenti di legittimità dispositiva, i poliziotti di Fiumicino erano costretti a formulare un'istanza per ottenere la concessione del congedo ordinario per i giorni previsti dalle varie fattispecie, e solo successivamente, dopo essere stati fruiti, questi venivano "tramutati" in congedo straordinario, e i giorni di congedo ordinario riassegnati al dipendente. L'ottimo direttore della V Zona della Polizia di Frontiera, dimostrando le sue indubbie doti gestionali e la sua competenza ineccepibile nell'applicazione del diritto positivo, ha emanato due circolari che fissano, fugando ogni margine di dubbio, il giusto e logico modus attuativo per gli istituti in esame, ponendo fine a una pratica tanto consolidata, quanto orfana di fondamenti giuridici. Un iter metodologico che, non solo imponeva percorsi distanti dai riferimenti parametrali dell'impianto legislativo in vigenza, ma produceva anche un inutile aggravio lavorativo per le risorse umane impiegate e un maggior consumo di materiale cartaceo, nonostante l'esistenza di una circolare esplicativa emessa dal Dipartimento della P.S. nel lontano 15 aprile 1986, che prevedeva l'autorizzazione ad assentarsi previa formulazione di un'istanza concessiva di congedo ordinario in casi di urgenza e solo in riferimento all'istituto del congedo straordinario per gravi motivi nei casi in cui non fosse possibile, per ovvii motivi temporali, espletare la relativa istruttoria valutativa del caso. Quella che avrebbe dovuto essere un'eccezionale eventualità si è radicata nel tempo trasformandosi in una prassi consolidata, ancorché i due istituti, il congedo ordinario e quello straordinario di diritto, siano in insanabile contrasto tra loro, essendo il primo fruibile su base discrezionale e il secondo appunto di diritto. Ed è paradossale quanto si verificava, per esempio, nel caso in cui un poliziotto doveva sostenere un esame universitario. Questi, se voleva accedere all'istituto, veniva obbligato a presentare una richiesta di concessione di un giorno di congedo ordinario per la data della prova da sostenere e al rientro, previa presentazione della relativa attestazione, per ottenere la restituzione del giorno di congedo ordinario fruito e tramutarlo in congedo straordinario, era costretto a compilare un modello predisposto in cui chiedeva ex post un giorno di congedo straordinario da fruire in una data antecedente alla richiesta stessa, mentre il giorno di congedo ordinario (ferie) fruito e la sua commutazione non venivano mai menzionati. Una grottesca contorsione procedurale nella trattazione di una pratica d'ufficio, che non trovava giustificazione alcuna a una disamina logico-concettuale e che l'impegno della Uil Polizia ha fatto cessare, grazie soprattutto all'incontro e al confronto con un irreprensibile uomo dello stato qual è il dottor Vetro, il quale tra l'altro sta supportando significativamente l'ottimo lavoro che sta svolgendo da alcuni mesi la tenace e indefessa dottoressa Rosa Tabarro, neodirigente dell'Ufficio della Polizia di Frontiera di Fiumicino.


Ricordando Nicholas Marilungo di 21 anni, ha perso il controllo

0 commenti

Nicholas Marilungo di 21 anni, ha perso il controllo della sua auto all'altezza del Conad sulla statale adriatica a Porto San Giorgio in zona nord. Tale episodio gli ha procurato gravi traumi che non gli hanno lasciato scampo. Ventuno anni e una vita davanti fatta di sogni e speranze ma tragicamente interrotta. Con lui se ne vanno anche la sua voglia di vivere e divertirsi, tipica di un ragazzo classe '95, troppo giovane per pensare di salutare tutti così presto… 

Leggi la notizia


Lunedi’ 30 gennaio riprende la serata rock’n'roll NUMERO UNO a MILANO… Al Nepentha Club… OPENING PARTY 2017

0 commenti

Lunedì 30 gennaio

@ Nepentha Club Milano

Piazza Diaz 1

 

OPENING PARTY 2017

della serata rock’n’roll N 1 in città

Dirty Mondays

 

DOORS OPEN 11.30

UNTIL THE END

 

Per info / dettagli su prezzo e infoline

  https://www.facebook.com/events/1115752018537836/

 

Divertimento e Rock ‘n’ Roll.

Queste sono le parole chiave di questi lunedì unici e senza regole di

forma dove ognuno a questo Party è libero di essere sé stesso, perché

Rock ‘n’ Roll è irriverenza e sconvolgimento delle regole.

Ritmi indiavolati, assoli impossibili e voci divine, che hanno cambiato

la musica negli ultimi 50 anni e che ancora fanno sognare, cantare,

urlare e saltare, sono parte di una selezione musicale minuziosa e

dinamica tipica di questo party, mirata a creare il più elettrizzante ed

esplosivo connubio acustico tra il grande Rock dei maestri e quello

contemporaneo più frizzante.

Il tutto arricchito da live sessions di livello internazionale.

Un party che non smette mai di sorprende, un must per i giovani che

vivono Milano, un evento che da sei anni ha saputo portare la musica e

lo stile del Rock ‘n’ Roll proprio nel bradicardico cuore del capoluogo

lombardo che ora aspetta solo la sua dose di pura adrenalina del

lunedì per iniziare la settimana.

Dopo una spaziale chiusura della stagione 2016, resa indimenticabile

dalle bacchette del batterista che ha segnato l’era del Punk, Marky

Ramone, Dirty Mondays Milano riprenderà il 30 Gennaio nella sua

nuova casa, lo storico locale Nepentha a due metri dal Duomo.

Piazza Diaz 1 sarà l’epicentro della nightlife milanese e il suono,

statene certi, rimbomberà fino alle finestre di casa vostra e vi rapirà.

I weekend diventeranno solo i due giorni che precedono il lunedì,

giorni nei quali il ritmo del Rock si farà sempre più incalzante dentro

di voi, fino ad esplodere a tutto volume non appena varcata quella

soglia.


La band di culto de LO SPIRITO DEL PIANETA, gli scozzesi Saor Patrol in tour in Italia per tre date imperdibili a Milano, Brescia e Novara… Il tour è a supporto del restyling del famoso castello di DunCarron… Simbolo della cultura scozzese

0 commenti

La band di culto de LO SPIRITO DEL PIANETA,

gli scozzesi Saor Patrol

in tour in Italia per tre date imperdibili a Milano, Brescia e Novara…

 

Il tour è a supporto del restyling del famoso castello di DunCarron

L’ormai riconosciuto festival LO SPIRITO DEL PIANETA

Organizza questo tour dei mitici SAOR PATROL

 

 

SAOR PATROL

Giovedì 2 febbraio _ Latteria Molloy _ Brescia

Venerdì 3 febbraio _ Live _ Trezzo (MI)

Sabato 4 febbraio _ Phenomenon (NO)

 

Biglietto unico € 12,00

www.lospiritodelpianeta.it

 

 

 

SAOR PATROL

La cornamusa accompagna le note di un gruppo che con la sua grinta e con i suoi tamburi ci fa respirare la vera aria della Scozia:

gli Saor Patrol ! Dal gaelico, significa "la pattuglia della libertà" Questo perchè non si tratta di un gruppo meramente musicale:

gli Saor Patrol sono portatori culturali di una tradizione antica che ha bisogno di impegno e dedizione per sopravvivere. Dal 1996 il

progetto è quello di realizzare un forte celtico (DunCarron) nei pressi di Edimburgo, per poter trasmettere a tutti e soprattutto ai

più giovani l'amore per il proprio passato. Il gruppo è da numerosi anni che partecipa a numerosi film di

notevole importanza come: Brave Heart; Il Gladiatore; Rè Artù e l’ultimo Robin Hood. Russel Crowe, vorrebbe girare a DunCarron

il prossimo episodio di Robin Hood.


CRIMINAL PARTY STORICA BAND SICILIANA DI GARAGE ROCK PRESENTA “WHAT ABOUT YOU?”

0 commenti

CRIMINAL PARTY

Storica band siciliana di garage rock

Presenta WHAT ABOUT YOU?

Tratto dal nuovo album

LA REVOLUTION BOURGEOISE

 

 

Guarda il video

https://www.youtube.com/watch?v=vQBb24npu1A&list=PLViKnJV3BUlG_jnVmN1eLALB0q2Efiz0i&index=1 

 

Criminal Party – La Revolution Bourgeoise  (Downbeat & Pink House Label)

 

Band storica del rock palermitano dedita a sonorità garage, punk e psichedeliche. Sono stati uno dei primi gruppi a livello nazionale a proporre il garage-punk con liriche in italiano e voce femminile. E' una formula che continuano a proporre imperterriti. D'altra parte non si cambia se il risultato è positivo. Già, perchè le 16 tracce (più due bonus track) del nuovo disco, ancora una volta ci propongono il format che Criminal Party maneggiano a occhi chiusi. E in più dimostrano anche di saperci fare a suonare pop (vedi il singolo, What About You). Una riuscita invettiva contro i poteri forti che ormai dominano il mondo.


Officine Padrin, l’assoluta qualità per la produzione e la lavorazione di materie plastiche

0 commenti

Officine Padrin è la giovane azienda italiana che inizia il suo percorso nel settore plastico nel 2009. 
Ha sede a Casorate Sempione in provincia di Varese ed è specializzata in lavorazione e produzione di materie plastiche tramite lo stampaggio a iniezione plastica, tecnica che permette di raggiungere i massimi standard qualitativi a prezzi competitivi, mantenendo alto il valore dei prodotti italiani.

stampaggio iniezione plastica

Officine Padrin e la produzione di materie plastiche

Officine Padrin si è guadagnata la fiducia di importanti aziende italiane e internazionali dei più disparati settori grazie alla qualità della lavorazione di materie plastiche proposta.
I prodotti di Officine Padrin sono infatti utilizzati nel settore casalingo, in quello elettrico ma non solo, l'azienda realizza elementi per idro pulitrici e macchine ghiaccio o accessori per narghilè e molto altro.
Lo stampaggio a iniezione plastica usato da Officine Padrin consiste nel portare allo stato liquido il materiale plastico per poi porlo in appositi stampi tramite forza a iniezione. Nella fase finale si passa alla rimozione del prodotto dallo stampo una volta raffreddato e alla rifinitura per eliminare le imperfezioni e donare e al prodotto finito un aspetto di massima qualità.

Officine Padrin, la cura e l'attenzione ai dettagli nella lavorazione di materie plastiche come priorità

Officine Padrin dedica l'assoluta attenzione ai particolari, grazie al reparto di rifinitura in cui vengono esaminati nei minimi dettagli tutti i prodotti realizzati, in modo da eliminare ogni minima irregolarità per consegnare un prodotto della massima qualità e conforme alle richieste della clientela.
La soddisfazione del cliente è la massima priorità di Officine Padrin, ed è per questo motivo che segue il cliente in ogni fase di produzione e lavorazione di materie plastiche, consigliando quello che meglio si addice alle richieste, forte di una grande esperienza.
Grazie alla tecnica di stampaggio a iniezione, l'azienda è in grado di offrire prodotti di qualità indiscussa e dalla perfezione unica a prezzi convenienti.
Richiedi un preventivo, e scopri la qualità di Officine Padrin, l'azienda di produzione e lavorazione di materie plastiche nota in tutto il mondo per la sua professionalità.


Pagina 3 di 151«12345»...Fine »