segui LMN:     

Luca Cambiaso : la fotografia perfetta nel mondo femminile

0 commenti
Luca Cambiaso è un bravissimo fotografo di Savona , un grande appassionato del mondo femminile , Con le sue foto riesci a catturare gli istanti più magnifici è sensuali che una donna riesce a trasmettere in modo perfetto attraverso la fotografia .
In passato ha realizzato moltissime mostre tra cui quella su "Chiavari chiari-oscuri" dedicata alla luce della stessa città di Chiavari, che è stata inserita nel 60° Congresso FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) nel 2008 e "Di Arte e di Filo", dove il soggetto era il lavoro massacrante dei cavatori d'ardesia nelle cave . Ha collaborato anche con riviste a livello locale come VivaRapallo e VivaSantaMargherita
Come nasce la tua passione per la fotografia ?
La passione nasce da quando ero ragazzo, chiedevo in prestito a mio nonno la sua macchina fotografica per andare a fotografare paesaggi e gente per strada. Si è consolidata quando ho iniziato a frequentare l'Istituto d'Arte, in quanto era materia di studio.
Quali erano gli scenari , i luoghi e le situazioni che ti piaceva immortalare ?
Inizialmente paesaggi e fotografia di strada, gente comune, vecchi negozi. Poi, a scuola iniziai con le modelle, quindi figura umana .
Cosa ti piace di più della figura umana , cosa ti piace raffigurare ?
Ciò che preferisco raffigurare è il mondo femminile, dall'aspetto esteriore a ciò che è intangibile, quindi la donna nel suo meraviglioso e misterioso mondo
La donne fonte di ispirazione nei secoli per moltissimi artisti , in quale contesto ti piacerebbe raffigurarla ?
Il contesto storico artistico che mi ha più affascinato è stato il periodo impressionista, quindi poter tornare indietro nel tempo e ritrarla in quell'epoca sarebbe meravigioso
Parliamo dei tuoi obiettivi , come fotografo ti piacerebbe tanto lavorare con grandi aziende , magari anche nel campo pubblicitario come moda , abbigliamento e altro ? A cosa ti piacerebbe puntare ?
Certo, mi piacerebbe lavorare per grandi aziende, grandi marchi e pubblicità, ma per il mio modo di fotografare credo sia quasi impossibile, essendo un fotografo "artista". Per me fotografare è un pò come dipingere, quindi con interpretazione molto personale dell'immagine finale. Avessi comunque l'opportunità, certo non la rifiuterei
Hai nuovi progetti per il futuro ? Cosa ti piacerebbe fare ancora ?
Sarebbe già un buon obiettivo quello di guadagnare con la fotografia, cosa che sta diventando sempre più difficile al giorno d'oggi. Il mio unico progetto per il futuro è quello di fare ciò che mi piace e la fotografia soddisfa in pieno il mio piacere


Il settore acciaio nelle aziende del Veneto: Inoxveneta di Alfonso Kratter

0 commenti

Alfonso Kratter è un imprenditore trevigiano nel settore della lavorazione dell'acciaio. È Amministratore Delegato di Inoxveneta Spa, ruolo che ricopre dal lontano, successivamente al completamente del suo percorso di studi all'estero.

Vita, carriera e passioni di Alfonso Kratter, A.d. di Inoxveneta Spa

La formazione accademica di Alfonso Kratteinizia con l'iscrizione al Liceo Scientifico, al termine del quale intraprende gli studi di Economia Aziendale presso l'Università di Venezia terminando questo primo ciclo nel 1982. Successivamente parte alla volta della City di Londra affinando la sua preparazione con un master presso la London School of Economics and Political Science. Tornato in Italia, e a soli 29 anni, diventa amministratore delegato di Inoxveneta Spa, storica e rinomata società della Inox Valley specializzata nella lavorazione e produzione di componenti di acciaio inox. Grazie ad Alfonso Kratter la società viene portata negli anni a ottimi risultati in termini di organico dipendenti e di fatturato, solo nel 2012, consistente in più di quindici milioni di euro. Negli anni successivi diversifica la sua attività, ricoprendo numerosi incarichi. Nel 1992 fonda e gestisce come Presidente Compex Srl, azienda produttrice di componenti per l'industria delle cucine professionali. A questi incarichi seguono ulteriori riconoscimenti: la nomina a membro del consiglio di amministrazione di Moretti Spa nel 1993 e a del Parco Scientifico Tecnologico Galileo di Padova nel 2002. Nel 2005 viene indicato come Presidente e Amministratore Delegato di Parco Rocca Spa, società di partecipazioni e investimenti. Sempre nel 2005, Kratter diventa Presidente di Inoxveneta sp. z.o.o., con sede in Polonia. Notevole anche l'impegno in campo associativo con numerosi incarichi: Unindustria Treviso, Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Treviso, Tecnologia & Design, Fondazione "La Fornace dell'Innovazione" sono solo alcune delle realtà presso le quali ha operato, apportando il suo personale contributo professionale.

Inoxveneta Spa, emblema dell'industria dell'acciaio inox guidato da Alfonso Kratter

Fondata nel 1972, Inoxveneta Spa è una Società per Azioni del settore metalmeccanico, leader nella lavorazione dell'acciaio inossidabile. Questa realtà industriale del Nord Est, performante per fatturato, sedi e organico, è uno dei fiori all'occhiello del settore inox, non per niente collocata nel famoso distretto della Inox Valley. L'obiettivo di Inoxveneta Spa di Alfonso Kratter è quello di realizzare prima di tutti tecnologie avanzate per la lavorazione dell'acciaio inox, ponendosi alla costante ricerca di prodotti innovativi, sviluppati e realizzati per favorire la forza e la competitività sui mercati globali. Per fare questo, Inoxveneta Spa si avvale di una serie di raffinate tecnologie di ultima generazione come l'idroformatura e l'elastoformatura di lamiera, l'idroformatura di tubo, il taglio e la saldatura laser 3D, il TIG con apporto. L'azienda offre inoltre processi più collaudati e tradizionali come il taglio, la punzonatura, la piegatura e la saldatura, sempre all'insegna dell'attenzione e dell'affinamento volti alla qualità e all'efficienza. Dal 2005, l'azienda ha inaugurato un distaccamento produttivo in Polonia, denominato Inoxveneta sp. z.o.o., di cui Kratter è il Presidente.


East Market, anche a febbraio torna la vintage-mania tra usato e collezionismo

0 commenti

Torna l’appuntamento con East Market, il mercatino delle pulci milanese dedicato ai privati dove tutti possono vendere, comprare e scambiare. 225 espositori accuratamente selezionati da tutta Italia, dal vintage al riciclo, dalle rarità al modernariato su oltre 6000 mq espositivi nelle spettacolari location, padiglioni di un’ex fabbrica metalmeccanica nel design district di Lambrate.
Un momento di aggregazione, uno spunto per un regalo, ma, anche la ricerca di oggetti introvabili e particolari per una collezione, per hobby o per lavoro. I protagonisti di East Market sono sempre gli espositori con migliaia di articoli tra abbigliamento usato, vinili, arredamento, raccolte private, handmade, sneakers, accessori e molto altro suddivisi nelle varie aree che compongono il mercatino.

Tra i presenti domenica 21 febbraio ci sarà Tiziano Terzi con la sua ampia gamma di Polaroid, fotocamere cult con modelli rarissimi da fine Anni ’70 a metà Anni ‘80, Happy Books che raccoglie centinaia di libri nuovi e usati dalla moda alla fotografia, dal design, alcuni con preziose illustrazioni. Loftindustry propone, invece, vari pezzi di oggettistica vintage: dalle vecchie insegne pubblicitarie alle targhe automobilistiche. La Strana Coppia, per la prima volta a East Market, porterà decine tra locandine, riviste, colonne sonore in vinile, cataloghi, foto di scena e tutta una serie di cimeli cinematografici dagli albori agli Anni '80. Solo per domenica 21 hanno organizzato una proiezione con alcuni frammenti di film storici, rigorosamente in pellicola.
Inoltre una speciale Game Zone a cura dell'espositore e collezionista Mario Festa. Un corner dedicato ai videogiochi arcade, ovvero i mitici cabinati a gettoni culto degli Anni '80 e '90. Esposizione e vendita di vecchie console, gadget e cimeli per i game-fan più sfegatatati.

East Market nel giro di pochi mesi è già diventato cult. Ispirandosi ai mercati dell’East London, si propone come un connubio di moda, fai da te, mercato del riciclo che strizza l’occhio alla cucina gourmet, alle nuove tendenze del fashion e della musica. Migliaia di persone si danno appuntamento a Lambrate, animando il quartiere e rivitalizzando anche gli esercizi commerciali che posso beneficiare di un così vasto concentramento di ragazzi, famiglie e di venditori. East Market è sempre ad ingresso è libero e all’interno dei vari padiglioni oltre a curiosare tra gli stand oppure pranzare, si bere una drink sulle note dei dj set, che dal pomeriggio intrattengono espositori e visitatori. Sarà sempre presente anche il Food Market con tante gustose proposte culinarie. Tutte le informazioni e le novità sono su facebook.com/eastmarketmilano e eastmarketmilano.com.

domenica 21 febbraio 
dalle 10 alle 21
East Market
Via Privata Giovanni Ventura, 14/15 – Milano
Ingresso Libero
Infoline 3920430853


MUDRA presentano Fuliggine secondo video estratto dall’ep IN APNEA

0 commenti

GUARDA IL VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=9_kP8VLj508

 

Info progetto:

 

Il progetto nasce nella provincia barese ed è la seconda collaborazione tra il gruppo alternative rock Mudra e Vincenzo Borsellino, già regista de “La regina dei nonsense”, videoclip dell’omonimo brano del gruppo (link youtube: https://www.youtube.com/watch?v=2mdGCurQxi8). “Fuliggine” è il secondo estratto del primo EP autoprodotto “In apnea”, pubblicato online il 13 ottobre 2015 (link soundcloud: https://soundcloud.com/mudra-841057595/sets/in-apnea-ep).

 

L’idea del video è un connubio tra musica e cinema che ripercorre il tema del brano: l’incomprensione ed il distacco dalla propria figura-guida. Alla base vi sono richiami letterari e filosofici che hanno permesso di ampliare il significato anche alla ricerca di sé stessi e alla scoperta dell’altro come fuga dal proprio mondo. 


I MONELLI ANTONELLIANI si esibiranno a Casa Sanremo Giovedi 11 Febbraio alle ore 16.00

0 commenti

 

I MONELLI ANTONELLIANI si esibiranno a Casa Sanremo Giovedi 11 Febbraio alle ore 16.00

 

Nella giornata dell’ 11 Febbraio la band MONELLI ANTONELLIANI sarà disponibile per interviste audio e video presso Casa Sanremo.

Per info e aggiornamenti: www.casasanremo.it

 

Tutti gli addetti ai lavori presenti al Festival sono invitati allo show case

 

I MONELLI ANTONELLIANI gruppo torinese già conosciuto dal grande pubblico radiofonico per aver realizzato le sigle e jingle del morning show più ascoltato in Italia,

Tutto Esaurito di Radio 105, approdano sul palco di Casa Sanremo con uno show divertente ed irriverente in un alternarsi di personaggi e canzoni all’insegna del “divertentismo”.

Si esibiranno l’11 Febbraio 2016 al Palafiori di Sanremo in Corso Garibaldi 1, l'area ospitalità del Festival della Canzone Italiana.

 

Durante il live/concerto presenteranno alcuni brani tratti dal loro ultimo album BellaZio (la produzione è seguita da DJ Mitch e Beat Sound) ,

tra i quali spiccano per l’originalità BELLA ZIO, UOZZAPPAMI TUTTA e LA MIA TIPA, visione “Monella” di uno spaccato della nostra società.

 

 

 

 


Marco Iannaccone mostra fotografica e performance “Identità Smarrite” presso la Galleria Core e Napoli Sotteranea.

0 commenti

La mostra fotografica di Marco Iannaccone dal titolo "Identità Smarrite" si inaugurerà il giorno 11 febbraio con performance a partire dalle ore 18 e 30 presso la Galleria Core e Napoli Sotternea in piazza San Gaetano 69. La mostra resterá visibile fino al giorno 25 febbraio 2016. L'artista ci spiega che questo lavoro nasce dalla consapevolezza che in questa epoca la personalità va sempre piú a scomparire perché si è massificati e spesso essere diversi fa paura e chi è diverso fa paura e di conseguenza è allontanato. Infatti le sue rappresentazioni sono diverse l'una dall'altra. Marco rappresenta molti personaggi: uno girato di spalle, l'altro senza volto. Insomma personaggi tutti diversi tra loro. Alla mostra è legata anche una performance dal titolo "Abbiamo perso la faccia" l'artista afferma mi presenteró come l'Italia senza volto e "getteró il sangue" come quello che gettiamo noi ogni giorno per vivere in un paese che non è piú un bel paese dove non c'è piú avvenire e i ragazzi per realizzarsi lasciano il loro paese per andare fuori. Un'esposizione fotografica con una grande performance che ci fa porre delle domande sulla situazione in cui vivono i giovani, una societá con tante difficoltà da affrontare ogni giorno. Ma il nostro artista ci fa riflettere sulla situazione di questo paese finendo con una speranza, quella speranza che non abbandona mai nessun essere.


Pagina 3 di 136«12345»...Fine »