segui LMN:     

“Prima che spari io” il nuovo singolo del rapper Hal Youngster

0 commenti

E' uscito in tutti i digital store"Prima che spari io", il primo singolo del rapper campano Alfredo Fiore, in arte Hal Youngster, una canzone d'amore che racconta la voglia di riscatto da una vita complicata, di obbiettivi da raggiungere e di un ambizione che ha ossessionato la sua esistenza.

videoclip: https://www.youtube.com/watch?v=LHKXCMDUF1k&t=132s

 

Biografia:

Alfredo Fiore,  in arte "Hal Youngster", nato a Napoli nel 1997, cresce a Bagnoli, un piccolo quartiere dell' area Flegrea, un infanzia tra alti e bassi.

A 10 anni inizia a seguire le orme del padre, cimentandosi in cover di canzoni italiane Pop. A 14 anni inizia a scrivere testi seguendo il filone del Rap, modalità di scrittura e di musica più adatta a quello che voleva.

Inizia a gareggiare in Battle di Freestyle e ad esibirsi nei locali napoletani per farsi conoscere.

"Ho sempre cercato di creare qualcosa che parlasse di me stesso, per far arrivare un messaggio preciso alle persone che mi ascoltano : Io sono questo qua.

Sicuramente a volte ci sono dei messaggi che a non tutti piace ascoltare, ma ho imparato ad essere diretto con chi mi conosce o vuole approcciare alla mia musica per non avere fraintendimenti e sopratutto perché se qualcuno vuole conoscermi a fondo o ascoltare i miei pezzi, deve sapere per prima chi sono.

Oltre ad essere la mia passione, è diventata la mia "salvezza" tra i 16 e i 17 anni,  perché in un periodo oscuro della mia vita, dove ero molto fragile, e non volevo e non vedevo nessuno al mio fianco, proprio lo scrivere i miei pezzi fu mi ha sollevato, come una specie di barriera che mi ha protetto dalle emozioni che avevo in corpo". Scrivo con più intensità fino ai 18 anni dove termina il primo progetto insieme a Mario Nasti in arte "Kaly", cercando uno stile innovativo non influenzato dalla musica Italiana, trovando una vera e propria identità che tutt'oggi lo caratterizza.Pronti in cantiere già tre dischi di inediti, ancora non pubblicati.

 

Link:

https://www.facebook.com/HalPaginaUfficiale/

https://open.spotify.com/album/3e2aQzh0404IXCwl5RbAyF

https://www.instagram.com/halyoungster/?hl=it

 

Produzione musicale: Kaly

Etichetta: TDM Records

Rec, Mix & Master: Claudio Bevilacqua

 


Sud Sound System e Cisco per la Festa della Liberazione al Villaggio Globale

0 commenti

Due giorni di concerti, dj set e food truck per ballare e festeggiare la festa della Liberazione al Villaggio Globale di Testaccio.
Si parte lunedì 24 con la storica formazione salentina Sud Sound System, in concerto a Roma in attesa del nuovo album previsto per giugno. L'ultimo anno è stato molto intenso per il collettivo, oltre all'impegnativo tour nelle piazze italiane ed europee, i tre vocalist hanno compiuto passi importanti nella loro longeva carriera: il primo tour in Jamaica, la terra che più li ha ispirati, che ha dato l'impulso per creare uno stile musicale unico, tradizione popolare e reggae jamaicano, che è partito negli Anni '80 ed è arrivato ai giorni nostri influenzando molte generazioni che a loro volta, anche artisticamente hanno sviluppato a ulteriori interpretazioni di quello che la formazione aveva creato agli esordi. L'esperienza in Jamaica li ha portati a prendere parte al progetto italo/jamaicano 'Ska Nation' con il cantante e produttore jamaicano Richie Stephens assieme a due esponenti della nuova cultura artistica salentina Papa Leu e Rankin Lele, produttori del progetto Richie Stephens & the Ska Nation Band, nati e cresciuti nella fucina dei Sud Sound System. Infine, nell'arco del 2016, hanno preso parte a produzioni esterne tra cui, oltre al progetto Richie Stephens & The Ska Nation Band, anche nell'album 'The Rockers' di Alborosie, Salento Calls Italy Collection, Kingston Rasta Sound. Un live showcase con tanto reggae, dancehall, raggamuffin, dub, soul e pizzica per divertirsi e ballare fino a tarda notte con Papa Leu selecter. L'apertura è affidata a Inna Cantina Sound & Maleducazione Alcolica, a seguire dancehall di Ram Jam – The party side of Roma.
La seconda giornata di martedì 25 prevede il live di Cisco, già voce dei Modena City Ramblers fino al 2015, Stefano "Cisco" Bellotti porterà sul palco del Villaggio Globale le sue sonorità combat folk e rock. Dopo otto album da solista, premi, libri, spettacoli teatrali e tour, Cisco è in continua attività sia come solista, sia con altre formazioni come l'ultimo progetto I Dinosauri. Dopo 14 anni con i Modena City Ramblers, inizia a collaborare con artisti come la Casa del vento e i Fiamma Fumana, in seguito si dedica all'incisione del suo primo disco da solista, intitolato 'La lunga notte' uscito il 1 settembre 2006. Nel marzo 2008 annuncia l'inizio delle registrazioni del nuovo album dal titolo 'Il mulo', pubblicato il 5 settembre 2008. 'Fuori i secondi' è il terzo album in studio pubblicato il 31 gennaio 2012, al quale succederà 'Matrimoni e funerali' del 2015. 'I Dinosauri' è l'album realizzato assieme  a Giovanni Rubbiani e Alberto Cottica, pubblicato il 31 ottobre 2016. Il 25 aprile 2011 il cantautore è stato insignito del Premio Renato Benedetto Fabrizi nella sezione "arte". Il premio è istituito dalla sezione ANPI di Osimo in provincia di Ancona ed è dedicato alla memoria dell'antifascista osimano Renato Fabrizi. È assegnato a persone che abbiano partecipato alla lotta di liberazione o alla loro memoria e a persone che, nel quadro della loro attività, si siano distinte nel campo dell'editoria, della ricerca storica, della multimedialità su argomenti attinenti all'antifascismo, la Resistenza, la Costituzione e i diritti umani. Cisco si esibirà assieme alla 'Formidabile Orchestra Jurassica'.
In apertura Sei Ottavi & Skasso e dancehall finale a cura di The Scenario Crew.
Durante tutta la due giorni organizzata da LiberAzione, Villaggio Globale, The Scenario & Assalti Sonori saranno a disposizione del pubblico truck food, bar, aree relax e stand vari.

24 e 25 aprile
Dalle 18 alle 4
Villaggio Globale
Lungotevere Testaccio 1 – Roma
Ingresso Euro 6-7
Infoline 3471217942


VALERIO DI FALCO CONCLUDE L’ACCORDO CON IL SANREMO MUSIC AWARDS E PROGRAMMA LA MANIFESTAZIONE IN FLORIDA AL BICE NAPLES

0 commenti

Siglato l’accordo tra il Sanremo Music Awards e il Bice Naples per portare il meglio della musica italiana in Florida, complice l’intermediazione di Valerio Di Falco, restaurant manager del Bice Naples, uno dei migliori ristoranti italiani in Florida. Fatto l’accordo ora si deciderà la data e gli artisti che saranno protagonisti della Kermesse. Questa della Florida è la prima tappa del Sanremo Music Awards in terra americana, se non vogliamo considerare le tappe fatte nel 2006 a Città del Messico, Guadalajara, Puebla  e Monterrey, pertanto fervono i preparativi per questa tappa che si prepara ad essere la più importante della stagione del 2017. Valerio di Falco lo ricordiamo come Chef al Pascià di Riccione, poi manager al Rainbow Hotel a Londra, al Billionaire di Porto Cervo ed ora Nicola Convertino, il Patron del Sanremo Music Awards, lo ritrova come manager nella compagnia Bice Group, una catena di ristoranti di prestigio presente quasi in tutto il mondo (Florida, California, Dubai, Argentina, Kuwait, Iran, Abu Dhabi, Tokio, Milano, Palm Beach). Un connubio tra le due realtà che porterà sicuramente un evento di qualità e prestigio, coniugando la professionalità e la cucina italiana dei ristoranti Bice con la musica e l’arte del Sanremo Music Awards.


“Trame d’assenza” la prima silloge di poesie di Davide uria

0 commenti
Si intitolerà "Trame d'assenza" la prima silloge poetica dell'esordiente tranese Davide Uria. Classe 1987 e laureato presso l'Accademia delle Belle Arti di Bari, Davide fa della sua città natale, Trani, il luogo di riferimento per la sua evoluzione poetica. La sua carriera poetica inizia nel 2005 quando si aggiudica il terzo posto al Concorso Nazionale di Poesia: da quel momento in poi è tutto un percorso in salita che lo vede protagonista in importanti progetti, ospitate e collaborazioni.
 
"Trame d'assenza" uscirà a breve e l'autore stesso parla del suo progetto, spiegando che l'assenza di qualcosa o di qualcuno ci spinge a riflettere e ci porta inevitabilmente a concentrarci su ciò che abbiamo, su quello che ci resta, noi stessi.
L’assenza è divenuto il concetto chiave su cui lavorare, perché l’assenza crea un vuoto, una mancanza, non per forza intesa in termini negativi, piuttosto uno spazio libero da riempire.
L'assenza è uno luogo bianco, vuoto. Uno spazio asettico, in cui perdersi per poi ritrovarsi, rinnovati e forse un po' più forti di prima. E' l'attesa e insieme la consapevolezza di una perdita, è il luogo di transito da una condizione a un'altra. E' silenzio che arriva sempre dopo la fine.


FINALE REGIONALE LAZIO A FONDI DEL SANREMO ARTIST TALENT

0 commenti

lMercoledi’ sera si è svolta presso il ristorante Al Boschetto eventi in località di Fondi (LT) la finale regionale del Sanremo Artist Talent organizzata dalla bella e sexy presentatrice e attrice Cinzia Cella, referente regionale Lazio del Sanremo Artist Talent nonché coordinatrice dell’intero format nazionale. Passano alla semifinale nazionale che si terrà a Gaeta presso l’albergo Villa Irlanda, dopo una scrupolosa e zelante votazione da parte della giuria, Walter Giammattei aggiudicandosi il primo posto nella categoria canto, a seguire Roberta Taglienti, Alessandro Elmonetto, Giulia Ludovica Di Fazio, Laura Cella, Joel Sirico ed, ancora, Beatriz Lima categoria Moda. Quest’ultima durante la serata ha sfilato abiti unici di alta moda del negozio Style Vanity e Atelier Rinaldi di Alessia Rinaldi, cosi’ come la bella presentatrice Cinzia Cella. La giuria capitanata dal presidente Salvo Miraglia, nonché responsabile nazionale del Sanremo Artist Talent e composta da esponenti di rilievo del basso Lazio, quali la cantante Dora, il cantante Lino Antoniani, ha votato secondo uno scrupoloso criterio, e, spesso trovandosi in serie difficoltà nel votare gli uni o gli altri concorrenti. Inoltre, alcuni giurati si sono esibiti a loro volta nelle proprie arti regalando emozioni e tanto divertimento ai presenti in sala. Difatti, strabiliante ed entusiasmante è stata l’esibizione del mago illusionista e trasformista di Fondi “SOPINO” (pseudonimo artistico di Simone Zomparelli) che ci ha regalato bellissimi momenti con una delle sue performance quali il tavolo volante, e chissà cosa ci riserverà per il 20. Ancora, Jessica Calamity, danzatrice e insegnante di danza del ventre che ha rubato la scena con il suo repertorio di danze orientali. L’intera serata era in diretta con radio Tirreno Centrale nonché ripresa dalle videocamere della tv di Euro-Channel. Molti gli sponsor che hanno voluto partecipare a questa iniziativa, quali: la palestra OVER THE TOP di Daniele e Stefano Notarianni sito in Fondi (LT), l’agenzia immobiliare Peticone di Massimo Peticone, Rapid Rent di Tullio Stefano, il ristorante Al Boschetto Eventi di Antonino e Fabio Iannone e Style Vanity e Atellier Rinaldi di Alessia Rinaldi. Indispensabile è stata, poi, la presenza del dj Valentino per le musiche e la fonia. Una serata, insomma, costellata da tanti e diversi talenti che hanno voluto esservi, sfidarsi fra loro fra musica, canto, ballo magia, moda e tanto altro ancora…


C4 Pedro, la star angolana per la prima volta in Italia protagonista del Neema Fest al PalaCavicchi

0 commenti

Al via Neema Festival, la prima edizione italiana del festival musicale africano dedicato quest'anno alla kizomba. La kizomba è un genere musicale e uno stile di danza che ha cominciato a essere composta tra la fine degli Anni  '70 primi '80 in Angola, non appartiene quindi alle danze caraibiche o latino-americane. Nasce principalmente come ballo popolare, si tratta di una fusione di semba angolana (corrispondente al predecessore della samba) con stili musicali come lo zouk, derivanti dalle isole caraibiche francesi.
Ricco il programma della serata che prevedere oltre al super ospite internazionale C4 Pedro, 3 DJ, 5 musicisti, 7 maestri di danza e 9 maestri animatori.
Si parte alle 21 con lo stage e la battle di danza kizomba con i maestri David Pacavira, Barbara Barros, Alex Vunda, Mary Jay, Celine Semkiz e Sandro & Lucy. Si prosegue con animazione afrohouse & kuduro a cura di Massakre Jr., Bruna Braza, Janetta, Afromanga, Miriam, Greg, Woody Helen e Moustapha Mbengue. Apertura concerto con i migliori musicisti provenienti dal mondo zouk e kizomba come Elji Beatzkilla, Kaysha, Adi Cudz, Elizio e Real or Beatz. Per poi arrivare all'attesissimo concerto di C4 Pedro, che sarà a Roma per l'unica data italiana.
Pedro Henrique Lisboa Santos meglio noto come C4 Pedro, è nato in Angola, ma, ha iniziato a muovere i primi passi nella musica in Belgio, dove ha vissuto per dieci anni. C4 Pedro è uno dei musicisti angolani più influenti della nuova generazione. Poliedrico musicista, è anche compositore, produttore e performer. Nel 2007 ha pubblicato in Belgio il suo primo album "Lagrimas – Un Solo Popolo Una Sola Canzone", che successivamente, nel 2009, è stato pubblicato in Angola al suo ritorno nella terra natale. Il suo secondo disco, dal titolo "Calor E Frio" esce nel 2011 e catapulta la carriera dell'artista, aumentando in modo esponenziale la sua notorietà. Il tour di questo album, grazie a brani di successo come "Dà Sò", "Calor E Frio" e "Bo Tem Mel", cantata con Nelson Freitas, batte tutti i record e lo porta a registrare il Sold Out al Coliseu Du Recreios di Lisbona. Tra il 2014 e il 2015 la sua carriera lo ha visto protagonista in vari paesi europei, dove ha partecipato a eventi e festival di cultura musicale africana. E proprio nel 2015 è uscito il suo terzo album dal titolo "King Ckwa", 20 brani, dove lo stesso cantante è autore e compositore e che include successi come "Vamos Ficar Por Aqui", che ha già superato i dieci milioni di visualizzazioni su YouTube. Perola, Zona 5, Big Nelo e Nelson Freitas sono alcuni degli artisti che hanno collaborato a quest'ultimo lavoro discografico eclettico, che va dal pop all'afro beat, passando per l'afro house e giungendo allo zouk e alla kizomba. C4 Pedro che ha vinto nel 2016 gli MTV Africa Music Award nella categoria Best Lusophone, salirà sul palco con la formazione completa composta da Adì Cudz (voce), Sergio Barata (chitarra), João Duarte (tastiere), Vasco Silva (batteria) e Tiago Bernardo (basso).
A seguire le migliori selezioni kizomba a cura dei DJ Bodhi Satva, Babacar e Vielo per ballare fino a notte fonda. Neema Festival è organizzato da Les Enfants Prodiges e Black Time.

Domenica 30 aprile
dalle 21 alle 5
PalaCavicchi
Via Ranuccio Bianchi Bandinelli, 130 – Roma
Ingresso Euro 30 + dp
Infoline 3483557332


 


Pagina 1 di 28412345»...Fine »