segui LMN:     

Marzo 2017 Riconfermata certificazione ISO 9001:2008 ad Abad Servizi e Lavoro – La forza delle persone fragili

0 commenti

La Cooperativa Sociale Abad con sede in provincia di Varese ottiene il rinnovo della certificazione di qualità per i settori di raccolta e commercializzazione di indumenti usati e inserimento lavorativo.


A partire dal 2013 la Cooperativa Sociale Abad ha ottenuto la prima certificazione grazie ad un attento percorso di definizione di obiettivi di qualità per i due settori di raccolta e commercializzazione di indumenti usati e inserimento lavorativo.

Di cosa si occupa Abad nello specifico? La Cooperativa, nata nel 1994 sul territorio della provincia di Varese, ha svilppato negli anni i servizi di pulizia civile e industriale, di raccolta e vendita di abiti usati, assemblaggio e confezionamento, con la finalità di inserire nel mondo del lavoro persone disabili e/o svantaggiate attraverso percorsi di formazione ed affiancamento.
Perchè la certificazione ISO? La volontà di certificare due settori specifici nasce prevalentemente dall'esigenza di fornire fiducia che l'organizzazione applichi un sistema di gestione di qualità nel settore della raccolta indumenti usati, con una verificabile impronta di carattere sociale.
Per la Cooperativa la certificazione ottenuta è il riconoscimento di un impegno ventennale volto alla strutturazione di sistemi di lavoro costruiti sulla forza di persone fragili, che opportunamente seguite garantiscono ogni giorno servizi di qualità.
Per raggiungere questo obiettivo è fondamentale il supporto di una squadra di persone che mette a disposizione la propria competenza e professionalità in modo sinergico, volontari con esperienza di consulenza aziendale che affiancano con impegno e determinazione i responsabili e la dirigenza.


Al di là del prestigioso valore della certificazione, di cui Abad è fiera, è il sistema di lavoro ormai consolidato a garantire l'effettivo perseguimento degli obiettivi etici e sociali, valore aggiunto che trova espressione nell'operatività quotidiana.
 

Nota: Abad ha ottenutoi la cerificazione dal KIWA CERMET ITALIA

 


Hera tra le prime cinque aziende scelte dai giovani che cercano lavoro

0 commenti

L’importante società di ricerche svedese Potentialpark posiziona quest’anno il Gruppo Hera nella Top Five delle aziende in Italia che “conquistano”, sul web, giovani neolaureati in cerca del primo impiego. Terzo posto nel canale “Candidature online”

Il Gruppo Hera si posiziona quest’anno tra le prime cinque aziende – unica multiutility – nella classifica generale delle imprese scelte dai giovani che cercano lavoro attraverso il web. A decretarlo è l’edizione italiana dello studio Online Talent Communication realizzato dalla società di ricerche svedese Potentialpark, che ha stilato la classifica delle imprese che, attraverso i propri siti web, attraggono maggiormente candidati in cerca di lavoro. Quest’anno sono stati passati in rassegna quasi 8.300 questionari di studenti e neolaureati italiani (oltre 28 mila in tutto il mondo) e, sulla base dei risultati raggiunti, Potentialpark ha selezionato le 81 imprese che meglio rispondono alle esigenze indicate dai ragazzi.

Questo risultato segue di poche settimane un altro importante riconoscimento ottenuto quest’anno dal Gruppo Hera nel campo delle risorse umane: il Top Employers.

 

Hera sale al terzo posto nel canale “Candidature online” e si colloca in seconda posizione nella sezione “Carriere”

In crescita, rispetto al 2016, il posizionamento del Gruppo Hera nel canale “Candidature online”, dove quest’anno ha ottenuto il terzo posto (5 posizioni in più in confronto al 2016), mentre si colloca al secondo posto nella categoria “Carriere” grazie alla sezione del sito “Lavorare nel Gruppo Hera” (www.gruppohera.it/gruppo/lavorare_gruppohera), risultando anche in questi due casi prima tra le multiutility.

Passando alla sezione “Mobile”, il Gruppo conferma la sua presenza nella Top Ten delle aziende italiane classificandosi all’ottavo posto, davanti a grandi multinazionali come Siemens e Nestlé.

Questi risultati sono da ricondurre all’impegno costante che il Gruppo pone nella creazione, diffusione e personalizzazione dei contenuti e delle informazioni sulle politiche HR nei diversi strumenti di comunicazione web. Vale la pena mettere in evidenza anche la “candidate user experience”, la fruibilità del sito di Gruppo dai dispositivi mobili (smartphone o tablet), affiancata da altri canali come la pagina aziendale di LinkedIn, il social network dedicato al mondo del lavoro. Si tratta di spazi interamente rivolti al mondo “interno” della multiutility che, oltre a segnalare ricerche per eventuali posizioni aperte, permettono di familiarizzare con l’azienda, avere un’informazione completa su offerte di stage, percorsi di formazione o convenzioni con le università e capire come funziona il processo di selezione per entrare in azienda. Attraverso applicazioni dedicate si può anche interagire con il sito, per scoprire il grado di compatibilità con un’azienda impegnata a 360 gradi sulla sostenibilità o farsi un’idea riguardo alle politiche di retribuzione, ai contratti, alla formazione lavorativa e valutare le modalità offerte da Hera per facilitare l’equilibrio tra vita privata e carriera professionale, conoscere il nuovo piano integrato di welfare aziendale “Hextra”, attivo da luglio 2016 per gli oltre 8.500 dipendenti del Gruppo, e familiarizzare con la corporate university HerAcademy.

 

“Questo riconoscimento ci rende molto orgogliosi – commenta il Direttore Centrale Personale e Organizzazione del Gruppo Hera, Giancarlo Campri – Da tempo, infatti, il Gruppo Hera è ai primi posti tra le aziende che in Italia investono maggiormente sull’aggiornamento e sullo sviluppo personale e professionale dei propri dipendenti, mettendo in campo numerose iniziative come i momenti d’ascolto, gli incontri del top management con i lavoratori e le indagini di clima interno.

Il capitale umano è la nostra risorsa principale – aggiunge Campri – con cui vogliamo condividere i valori che contraddistinguono la nostra azienda. L’utilizzo di diversi strumenti (sito, profilo Linkedin, partnership con università e business school) per interagire con i potenziali candidati ci ha portato a essere tra le aziende più attrattive del panorama italiano, ricevendo circa 15 mila curriculum all’anno”.

  


OPEN DAY: ACCADEMIA RIPARTE CON TRE GRANDI EVENTI PER PRESENTARE I CORSI

0 commenti

6 Aprile – 25 Maggio – 29 giugno ecco le tre date degli Open Day organizzati da Accademia Fiera Milano per presentare i corsi del 2017.

Verranno presentati il master PROGEA e il corso MOE Live dalle ore 11 alle ore 16 in via Gattamelata, gate 16 – Milano.


Jake Sarno in radio con il singolo Feathers And Wax

0 commenti
Un grande ritorno sulla scena musicale italiana "Jake is back”. Jacopo Sarno, in arte ora Jake Sarno, è tornato con un nuovo singolo “Feathers And Wax”, primo estratto  dall’album “Chapter 1” in uscita il 17 marzo.
 
Il brano è una rivisitazione del mito di Icaro. Dopo aver costruito le proprie ali “con piume e cera”, questo personaggio affronta il dubbio sul proprio viaggio e la paura di impazzire.
Spicca il volo e, come narra la leggenda, perde le ali, che si sciolgono sotto i raggi del sole e lo lasciano sospeso senza alcuna protezione.
 
La differenza rispetto al mito sta nel finale: Icaro, invece di precipitare -come lui stesso si aspetta-, continua il suo volo e incontra “migliaia di persone” che assieme a lui stanno compiendo lo stesso viaggio, ad alta quota, “attraverso la luce del giorno”.
 
Jake Sarno è autore/compositore del brano assieme a Fausto Cogliati (produttore di Fedez, J-Ax, Raphael Gualazzi, Francesca Michielin) che ha prodotto e arrangiato l’intero album.
 
Il video, scritto e diretto da Pablo Papeltengo, è prodotto da Cloverthree Film (la stessa produzione del progetto “Palle di Natale”, oltre 6 milioni di views su YouTube) e ne sono protagonisti i più cari amici di Jake. 
 
Qualche mese fa il primo artista non-americano di Walt Disney ha cambiato il nome della sua pagina Facebook da Jacopo Sarno in Jake Sarno, suscitando le prime reazioni tra i suoi fan.
 
Da inizio Febbraio la stessa pagina ha cominciato a riattivarsi, pubblicando foto e video che mostravano immagini del passato dell’artista: dalla sigla di “Io e la mamma”, sitcom Mediaset del 1997 con Gerry Scotti e Delia Scala, al red carpet di High School Musical a Roma, dal palco di TRL (MTV) al tour italiano del suo primo album nel 2009 con i Jonas Brothers, fino ad arrivare alla serie hollywoodiana Zack & Cody, creando nostalgia dei tempi passati tra i fan, ma anche curiosità. Il messaggio è chiaro ed esplicito: “ve lo ricordate?” si legge all’inizio di alcuni suoi video, “DIMENTICATEVELO, #JAKEISBACK” è il cartello di chiusura, indizio di un grande ritorno, o una rinascita artistica.
 
 


Congedi obbligatori per i padri lavoratori dipendenti

0 commenti

I congedi del padre lavoratore dipendente sono stati prorogati anche per le nascite e le adozioni avvenute nel 2017 e corrispondo a 2 giorni da fruire entro i 5 mesi di vita del neonato o dall'ingresso in famiglia  o in Italia del minore.

E' necessario presentare la domanda all'Inps per i soli lavoratori per cui il pagamento delle indennità è effettuato direttamente dall'Istituto. Mentre i lavoratori dipendenti per cui le indennità vengono anticipate dall'azienda devono comunicare in maniera scritta al proprio datore di lavoro la fruizione del congedo, senza presentare la domanda all'Inps.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare l'intera circolare pubblicata sul sito di Studio Borghi, studio attivo da oltre trent'anni nell'elaborazione dei cedolini e delle buste paga su Milano, oltre che nella consulenza del lavoro.

www.studio-borghi.it

 


Corsi di make Up per diventare professionisti del trucco

0 commenti

Il trucco non è solo un vezzo estetico, una vanità, uno strumento cui ricorrere per migliorare il proprio aspetto. È un’arte decorativa applicata sulla nostra pelle, e come tale ci caratterizza, ci indentifica nella nostra unicità. Per questo motivo, chi per professione sceglie di imparare a truccare, si cimenta in uno studio ben mirato e approfondito destinato a progredire di anno in anno, accumulando esperienze e conoscenze. I corsi di make-up presentati su Corsiprofessionali.top vogliono proprio fornire la giusta guida teorica e pratica agli aspiranti truccatori professionisti.

Un buon make-up si basa infatti su solide competenze applicate sul campo, nella continua sperimentazione di stili e tecniche. E, per apprendere il mestiere, è necessario dedicarsi a un percorso formativo con impegno e costanza.

Le scuole di trucco presenti in Italia offrono un programma didattico completo, che parte dalle fondamenta del make-up per raggiungere i più alti livelli di professionismo e specializzazione. Chi è alle prime armi potrà così intraprendere un cammino di crescita in grado di condurlo direttamente al mondo del lavoro.

Il trucco base da giorno e da sera è il punto d’avvio di un percorso articolato in più livelli. La conoscenza delle metodologie di make-up sarà supportata da discipline imprescindibili, quali la dermatologia e la chimica. I docenti guideranno gli allievi nell’analisi delle differenti conformazioni facciali e tipologie di pelle; illustreranno i segreti per la scelta del trucco migliore ed eseguiranno dimostrazioni in aula. Il tutto con estrema professionalità e serietà, data da una pluriennale esperienza nel settore estetico.

I corsi di make-up rappresentano dunque una validissima opportunità per muovere i primi passi verso il mondo del lavoro. Una volta completata la formazione base, infatti, gli allievi avranno la possibilità di mettere in pratica quanto appreso attraverso stage e prove sul campo.

Inoltre, tutti i futuri truccatori professionisti potranno scegliere di proseguire il percorso formativo specializzandosi in ambiti specifici del make-up.

In tutte le città presenti sul portale, infatti, le accademie di make-up propongono corsi di trucco teatrale, cinematografico, da passerella, artistico, fotografico, e molto altro ancora. Tutti coloro che si cimenteranno in questo tipo di pratica potranno così ambire a ricoprire il ruolo di make-up artist entrando nei più importanti backstage del mondo dello spettacolo.

 

L’offerta didattica è ampia, le prospettive lavorative varie e versatili, proprio come tutto ciò che riguarda l’universo estetico, artistico, creativo. Basta cercare su Corsiprofessionali.top il percorso più adatto e iniziare l’avventura. 

 


Pagina 1 di 10512345»...Fine »