segui LMN:     

FESTIVAL DI SANREMO? UNA KERMESSE OFF LIMITS PER ALCUNI DEI PIU’ GRANDI ARTISTI ITALIANI. GLI AUDIO 2 <>

0 commenti

La grande vetrina per eccellenza della musica italiana, ovvero il FESTIVAL DI SANREMO, gara canora che fino a qualche decennio fa, sopratutto sotto la guida del grande BAUDO, dava un grande risalto al cantautorato italiano, quello DOC possibilmente da esportare al mercato discografico europeo, oggi sembra sempre piu' acquisire i connotati di un "momento destinato in esclusiva a coloro che detengono il monopolio dei passaggi radiofonici e televisivi, cioe' ai pochissimi, e quasi sempre gli stessi di anno in anno. La fanno da padrona infatti gli AMICHETTI di MARIA DE FILIPPI e degli altri talent o nel peggiore dei casi a dei volti noti della tv che con la musica addirittura non hanno mai avuto a che fare, eclatante fu qualche anno fa la partecipazione di EMANUELE FILIBERTO in accoppiata con PUPO, oppure PLATINETTE (intenditore sicuramente del mondo musicale, ma di certo non un cantante provetto). Eclatante ed assurda e' pero' la storia degli AUDIO 2. Vi riproponiamo il loro iter storico e poi….giudicate voi. Donzelli e Leomporro sono una coppia di autori e musicisti che hanno esordito discograficamente nel 1993.Mina lancia nel 1992 il suo album Sorelle Lumière, il cui singolo trainante è Neve, scritto da Donzelli e Leomporro. La cantante si ripete l'anno successivo con Sì che non sei tu e Raso, che vengono incluse nell'album Lochness. È a questo punto che Massimiliano Pani, figlio di Mina e produttore musicale, decide di lanciare i due autori sul mercato discografico con il nome di Audio 2. Esce quindi nel 1993 l'album Audio 2 che segna l'esordio del duo. Il disco desta curiosità perché non riporta in copertina alcuna foto degli artisti e per l'utilizzo di timbriche e sonorità che fanno pensare a un nuovo disco di Lucio Battisti. Questo contribuisce a dare una spinta commerciale al lavoro. Le radio promuovono continuamente Sì che non sei tu e Per una virgola, i due brani di punta dell'album, che diventa in breve tempo un successo. Per questa prima uscita ufficiale i due autori firmarono il CD per le radio con lo pseudonimo Bans-Diavi. Nel 1994 gli Audio 2 vincono il Telegatto come "miglior gruppo rivelazione dell'anno". Nello stesso anno continua la collaborazione con Mina, che lancia il suo album Canarino mannaro in cui hanno scritto Rotola la vita e Raso cantate in duetto insieme a Mina. La collaborazione è riconfermata nel 1995 con la loro firma su ben 3 brani del successivo album della cantante, tra cui il primo singolo Non c'è più audio.Sempre nel 1995 esce il secondo album della band, E=mc&sup2;, in cui compare, in un cameo vocale, Mina, nel coro finale del brano Dentro a ogni cosa. Nel 1996 viene lanciato sul mercato un nuovo album, Senza riserve, pubblicato con due cover leggermente differenti tra loro: nella prima edizione, poi subito ritirata, mancava la scritta AUDIO 2 sulla facciata. Nella seconda uscita l'errore fu corretto, affinché si potesse leggere correttamente "Audio 2 – Senza riserve".La band collabora anche alla colonna sonora del film di Leonardo Pieraccioni I laureati. L'attore/regista chiederà agli Audio 2 di realizzare un brano anche per il successivo Il ciclone, film record di incassi.Nel 1997 gli Audio 2 vincono il Premio Rino Gaetano come migliori autori. Il più grande successo come autori arriva però nel 1998 con l'uscita di Mina Celentano, album campione di vendite in Italia, nel quale Donzelli e Leomporro firmano il celebre duetto Acqua e sale, oltre a riproporre due pezzi già editi dagli Audio 2 che Mina e Celentano cantano rinnovandone il successo. I brani sono Specchi riflessi e Io ho te. Una versione in castigliano di Acqua e sale verrà incisa nel nove anni dopo dalla stessa Mina con Miguel Bosè col titolo Agua y sal.Sempre nel 1998 esce un altro album della band, The best airplay, dove c'è la hit Tu vieni prima di tutto. Nel 2000 esce Mila composto da 13 inediti più Acqua e sale interpretata dagli stessi autori. Il nome dell'album, unito al nome della band, assume il simpatico gioco di parole audioduemila.Nel 2002 esce Sorrisi e canzoni, che raccoglie molti brani scritti per Mina, alcuni mai interpretati dagli Audio 2, più alcuni inediti. Nel 2004 viene pubblicato da Mina in Napoli secondo estratto la canzone scritta in lingua napoletana Cu 'e mmane. Nel 2006 esce Acquatiche trasparenze, nuovo album di inediti. Nel 2009 collaborano con Mogol, che scrive per loro le canzoni contenute nell'album MogolAudio2; esso contiene dieci canzoni con testi scritti da Mogol e musiche e arrangiamenti scritte dagli Audio 2, ottenendo il disco d'oro.  25 ANNI DI STORIA MUSICALE, tracciando senza dubbio, le pagine piu' prospere del panorama discografico italiano, EPPURE snobati da sempre dal FESTIVAL DELLA MUSICA ITALIANA. Sorge quantomeno qualche dubbio, PERCHE' di anno in anno cestinare la "sacrosanta ambizione"  del duo di calcare quel palcoscenico? sembra davvero assurdo che in 25 anni di successi assoluti, nessuno abbia dato loro possibilita' di entrare di diritto nel cast del FESTIVAL. Notizia freschissima….., sembrerebbe proprio che anche quest'anno gli AUDIO 2 ci stiano riprovando, infatti il produttore discografico, nonche' cantautore ANDREA LYBRA, con l'etichetta ENJOY ENTERTAINMENT, ha di recente dichiarato di iscrivere ufficialmente il duo alla KERMESSE, (SI VOCIFERA CHE POTREBBE VERIFICARSI UNA CLAMOROSA ACCOPIATA con un loro "figlioccio" artistico, ovvero MASSIMO FERRARI), che sia la volta buona? MANCA DAVVERO POCO, presto di sicuro ne sapremo di piu'.
Nel frattempo lanciamo un forum, DATE VOCE A CHI HA PORTATO IN ALTO NEL MONDO LA MUSICA ITALIANA.

 


LockerPin il nuovo malware Android

0 commenti
Si chiamLockerPIN ed è un software malevolo che blocca lo schermo modificando il PIN, per poi chiedere un riscatto di 500 dollari.

 

Chi possiede un dispositivo Android, da oggi ha un ulteriore nemico: il centro ricerche di ESET, casa produttrice di software per la sicurezza digitale, ha infatti rivelato l’esistenza di LockerPIN, il primo ransomware per Android. Per i profani si tratta di un particolare tipo di malware che limita l’accesso al terminale infettato, allo scopo di richiedere un riscatto (ransom in inglese).

Fonte: tecnokrate.com


Nuovo APE in vigore dal 1° ottobre 2015: tutte le novità del nuovo Attestato di Prestazione Energetica e del nuovo sistema informativo nazionale, SIAPE

0 commenti

Nuovo APE in vigore dal 1° ottobre 2015: tutte le novità del nuovo Attestato di Prestazione Energetica e del nuovo sistema informativo nazionale, SIAPE.

Nuovo APE in vigore dal 1° ottobre 2015

 

Inizialmente il nuovo APE avrebbe dovuto entrare in vigore il 1° luglio 2015, si è poi passati al 1° di agosto per giungere infine, dopo un ulteriore salto in avanti, al 1° ottobre 2015.

 

 

Ecco cosa cambierà a partire dal 1° di ottobre

Un nuovo sistema informativo comune: SIAPE

Il nuovo sistema informativo comune si chiamerà SIAPE. In esso verranno raccolti tutti i dati relativi agli attestati di prestazione energetica rilasciati nel Paese secondo le nuove modalità definite dal nuovo attestato unico semplificato:

  • metodologia di calcolo omogenea su tutto il territorio nazionale
  • determinazione della classe energetica sulla base della prestazione energetica globale, espressa in energia primaria non rinnovabile (il nuovo attestato dovrà comunque esprimere la prestazione energetica globale anche in termini di energia primaria totale)

Il nuovo APE dovrà inoltre:

  • riportare i consumi energetici per il raffrescamento estivo oltre che quelli per il riscaldamento invernale
  • indicare le emissioni di anidride carbonica
  • l’energia esportata
  • specificare gli interventi per migliorare l’efficienza energetica dell’edificio, separando le ristrutturazioni generiche dagli interventi specifici per la riqualificazione energetica

Multe per chi non è in regola

Scatteranno multe salate per i soggetti non in regola, con importi che da 700€ potranno arrivare a 18.000€. Occorre però fare una distinzione tra le tre tipologie di soggetti sanzionabili. 

  • I primi ad incorrere in eventuali sanzioni sono i certificatori che redigono APE non corretti: per tali soggetti le multe variano da un minimo di 700€ ad un massimo di 4.200€.
  • I secondi soggetti eventualmente sanzionabili sono i direttori dei lavoriqualora non presentassero l’APE al Comune di pertinenza, essi potranno essere multati dai 1.000 ai 6.000€.
  • Le sanzioni più salate spettano invece alla terza tipologia di soggetti, ovvero i costruttori/proprietari che non richiederanno l’APE per gli edifici di nuova costruzione. Per essi le multe possono variare dai 3.000 ai 18.000€.

Il certificatore energetico deve obbligatoriamente effettuare almeno un sopralluogo

Un altro elemento di novità, apparentemente ovvio, riguarda l’obbligo del certificatore energetico di “effettuare almeno un sopralluogo presso l’edificio o l’unità immobiliare oggetto di attestazione, al fine di reperire e verificare i dati necessari alla sua predisposizione”.

APE, quanto mi costi? Occhio ai furbetti!

Nella nuova bozza di provvedimento si introducono infine indicazioni relative ai costi della certificazione energetica. Entro 180 giorni dall’entrata in vigore del decreto, l’Enea pubblicherà infatti sul proprio sito una specifica sezione nella quale verranno fornite indicazioni statistiche sugli APE – dal numero di APE registrati, controllati e validati, alla loro distribuzione per classe energetica – nonché stime dei costi medi per la redazione degli APE stessi.

Aumentano le classi energetiche

Le classi energetiche passeranno da sette a dieci: dalla A4 (la migliore) alla G (la peggiore).

Negli annunci di vendita e locazione debuttano le emoticons per i non addetti ai lavori

Emoticons nel nuovo APE

Il nuovo APE, per quanto riguarda la vendita e la locazione, riporterà uno schema di annuncio contenente delle emoticons per rendere più leggibile l'attestato anche ai non addetti.

Nello schema verranno altresì riportati gli indici di prestazione energetica parziali, come ad esempio quello dell'involucro oltre a quello globale ed alla relativa classe energetica.

 

Orizzontenergia.it

 

Foto Curiose? Visitate le nostre Gallery fotografiche


Giocare al casinò? Le versioni live sempre più utilizzate in Italia

0 commenti
E’ ormai un dato di fatto, i casinò online sono diventati una realtà piuttosto importante in Italia. A confermarlo è soprattutto il giro d’affari che ogni anno viene registrato visto il numero piuttosto alto di giocatori che utilizzano questi siti per divertirsi comodamente da casa. Per chi non lo sapesse i casinò online sono dei luoghi virtuali che sono stati introdotti in Italia soltanto qualche anno fa e possiamo considerarli la trasposizione online dei veri casinò che troviamo realmente sul territorio. Per intenderci i giocatori, attraverso l’uso del pc o dei dispositivi mobile come smartphone e tablet, con pochi clic possono giocare alle slot machine, a blackjack o alla roulette online.
 
Per chi effettivamente è abituato a recarsi al casinò di Sanremo, o negli altri tre presenti in Italia, ci rendiamo conto che dover interloquire con un software tramite un pc non è il massimo, ma in talune circostanze tutto questo diventa quasi necessario se si vuole soddisfare la propria sete di divertimento. Gli impegni lavorativi, così come la lontananza, molto spesso non permettono affatto di potersi recare fisicamente in questi luoghi ed allora i casinò online diventano l’unica alternativa valida per non rinunciare alle proprie passioni.
 
Per chi, invece, proprio non riesce proprio a digerire il poco coinvolgimento nei giochi è stata creata dagli operatori di gioco una soluzione davvero interessante. Stiamo parlando dei casinò live, ovvero una versione di casinò online in cui il giocatore siede ad un tavolo diretto da un croupier in carne ed ossa. Per chi vuole provare questa esperienza consigliamo il casinò live di PaddyPower che in Italia è diventato in pochissimo tempo tra i più importanti in pochissimo tempo. A questo operatore di gioco di origini irlandesi va il merito poi di aver creato oltre che un’ottimo sito web anche un’app specifica che tutti gli utenti possono scaricare sul proprio smartphone per giocare live. Una comodità di non poco conto a cui sempre più persone si avvicineranno. 


Come trovare su internet il tuo prossimo gommista di fiducia

0 commenti
Le moderne tecnologie informatiche hanno reso disponibile a tutti l’accesso ad internet e sempre più consumatori si stanno abituando ad utilizzare il web come mezzi di informazione e consultazione. Ad esempio l’elenco telefonico cartaceo non lo usa più nessuno, chi ha bisogno di trovare un numero va subito direttamente su Google. Analogamente si va a cercare su internet anche quando c’è bisogno di un gommista che, se vuole lavorare, deve fare in modo di farsi trovare.
 
Il lavoro del gommista è un’attività prettamente locale (c’è bisogno del contatto fisico con l’auto), il modo migliore (semplice e gratuito) per poter essere visualizzato dai potenziali clienti è iscriversi come centro di montaggio sui più importanti siti di vendita on line di pneumatici e su portali specializzati come ad esempio http://montaggiogomme.it/, che ripercorre in Italia le orme del colosso inglese http://www.tyrereviews.co.uk/. L’utente deve solo inserire città o cap e subito appare l’elenco dettagliato dei gommisti della zona con indirizzo, recapito telefonico e tariffe applicate per il montaggio.
 
La forte crisi economica ha colpito il settore auto più di altri, le vendite di autoveicoli nuovi sono crollate (-45% negli ultimi 7 anni), ma anche gli autoriparatori hanno subito forti cali di fatturato. Per rendersene conto basta confrontare il consumo dei carburanti per autotrazione, calato complessivamente di circa il 15%, col numero dei veicoli circolanti che, nello stesso periodo, è aumentato di circa l’1%, ciò significa che sono diminuite le percorrenze chilometriche medie. Quindi se gli automobilisti viaggiano meno i loro mezzi hanno meno bisogno del meccanico e hanno consumi più bassi (di carburante, ma anche di olio, gomme, pasticche freni, ecc.)
 
La tecnologia nel settore del pneumatico nel frattempo ha fatto importanti progressi, le gomme sono sempre più sicure e in grado di sviluppare percorrenze chilometriche sempre maggiori, pertanto i cambi si fanno sempre meno frequenti. Un piccolo risparmio che singolarmente ci può sembrare impercettibile, ma per i gommisti “puri” (quelli che fanno solo assistenza pneumatici) si tratta di fenomeno di una certa rilevanza.
 
Per combattere la crisi sono sempre più numerose le officine che si sono organizzate per fare anche montaggio di pneumatici e per contro anche i gommisti devono ampliare il loro campo d’azione sostituendo marmitte, ammortizzatori, olio, ecc. In questo campo quindi la naturale evoluzione del mercato ci può sembrare un ritorno al passato, quando c‘era un solo tipo di meccanico che riparava di tutto dalla Lambretta al trattore e faceva dalla rettifica dei cilindri al cambio dei pneumatici.


Parcheggio Gratuito: la piattaforma di scambio informazioni sui parcheggi non a pagamento!

0 commenti

ParcheggioGratuito è un progetto con l'obiettivo di creare una community che scambi informazioni relative ai parcheggi gratuiti in tutta Italia e rendere disponibili tali informazioni a chiunque.
La piattaforma è semplice e intuitiva da utilizzare sia da pc che da smartphone o tablet.

Il progetto è online all'indirizzo www.parcheggiogratuito.it

 

Entra a far parte della community, collabora e scambia informazioni utili con gli altri utenti sui PARCHEGGI GRATUITI!
L'iscrizione è gratuita, segnala i parcheggi con strisce bianche nella tua città.
Incrementa la tua espeirenza, aumenta la tua reputazione e scala la classifica, invita tutti i tuoi amici per aquisire punti bonus.


Pagina 7 di 69« Inizio...«56789»...Fine »