segui LMN:     

Ford France sceglie i servizi Interoute di hosting, sicurezza e connettività per la crescita delle applicazioni business e consumer

0 commenti

Interoute, l'operatore proprietario della più grande piattaforma di servizi cloud e uno dei più grandi network europei, ha annunciato oggi che Ford France, cliente di Interoute dal 2009, ha rinnovato ed esteso la sua collaborazione per altri 3 anni. Interoute ha garantito con continuità i servizi di connettività e di sicurezza, così come i servizi di hosting per le applicazioni interne alle concessionarie di Ford France. Considerando però che le campagne di marketing consumer di Ford, oggi, sono in grado di attirare centinaia di migliaia di visitatori sui siti web di Ford France, la natura della collaborazione si è evoluta, con l’obiettivo di includere anche i servizi di hosting per le applicazioni destinate al consumatore. Queste rappresentano circa due terzi delle cinquanta applicazioni complessivamente ospitate sui virtual server di Interoute, e ognuna di esse possiede diversi requisiti di sicurezza.

Jan Oliver Koch, IT Manager di Ford France, ha commentato: “Oggi operiamo su un’infrastruttura standard, divisa in tre ambienti diversi: l’area di sviluppo, quella di pre-produzione – che consente ai nostri sviluppatori di eseguire i test di affidabilità – e l’area di produzione, che è fornita da Interoute. Con la crescente implementazione delle campagne marketing sui social network, come Facebook ad esempio, abbiamo oggi la necessità di un più ampio grado di integrazione. Come sempre, abbiamo presentato la questione a Interoute, che ci ha suggerito di migrare verso una nuova generazione di firewall, maggiormente adatta alle nostre esigenze. Ogni volta che ci troviamo di fronte a un ostacolo, Interoute possiede sempre la soluzione migliore, su misura per i nostri bisogni e per la nostra dimensione”.

Matthew Finnie, CTO di Interoute, ha detto: “Siamo lieti e orgogliosi che Ford abbia rinnovato la sua fiducia in questa partnership di lunga data. Integrare i bisogni dei nostri clienti, dimostrando di saper comprendere i loro business e quello dei loro competitor, è ciò che da sempre contraddistingue Interoute. Questo aspetto è garantito dalla qualità della nostra infrastruttura e dalla comprovata solidità delle nostre architetture IT, così come dall’abilità di adattarci e cambiare costantemente. Supportiamo i nostri clienti nel loro sviluppo, a sostegno del loro vantaggio competitivo”.  

Nel 2009, quando la compagnia di automotive decise di accentrare il portfolio delle proprie applicazioni all’interno di un unico provider, Ford France scelse Easynet – che è stata acquisita da Interoute lo scorso anno – grazie a un’offerta di eccellente livello, capace di coniugare l’hosting e i servizi IT. Ford France continua oggi ad avvalersi dei servizi di Interoute, grazie alla garanzia di elevati standard di sicurezza certificati – in particolare la certificazione ISO2700. In Interoute è stata apprezzata, inoltre, la predisposizione all’ascolto delle esigenze, la sua comprovata esperienza e flessibilità, la sicurezza di un customer service orientato alle attenzioni del cliente, e la garanzia di una consulenza di elevata qualità.


Annunciato WinZip 21 Pro: più cloud e nuove funzionalità

0 commenti

Progettato per rispondere alle attuali esigenze lavorative, WinZip 21 Pro semplifica la gestione dei file, ovunque siano archiviati, protegge la privacy nel cloud e consente una rapida condivisione con i contatti

 

 

Milano, 3 novembre 2016 –  WinZip® 21 Pro è la nuova applicazione per la gestione e la condivisione dei file che offre strumenti per la compressione e la crittografia oltre a un'efficace gestione dei file che permette di risparmiare tempo. WinZip® 21 Pro ora si collega a tutti gli account degli utenti sulle piattaforme cloud più diffuse, come Google Drive e Dropbox, offre maggiore controllo durante la compressione e la crittografia dei file, permette di accedere facilmente a tutti i contatti e migliora la compressione Zipx per creare file MP3 di dimensioni inferiori.

 

Mentre l'uso da parte degli utenti dei vari servizi cloud, delle piattaforme di social media e dei sistemi di messaggistica diventa sempre più complesso, WinZip 21 Pro semplifica la gestione della vita digitale. Proteggi la tua privacy crittografando i file prima di salvarli online. Aumenta la produttività cercando e modificando i file sul PC, in rete e nel cloud. Ridimensiona facilmente le immagini e converti i tuoi documenti nei formati che ti occorrono. Invia e-mail a tutti i tuoi contatti e condividi tramite messaggistica istantanea, social media e servizi cloud.

 

“Il nuovo WinZip è passato dall'essere un semplice strumento di compressione e crittografia a diventare una raccolta centralizzata di strumenti per gestire, proteggere e condividere tutti i file. Stiamo aiutando i nostri utenti a gestire in maniera semplice il loro disordine digitale su pressoché qualsiasi piattaforma e qualunque dispositivo” ha affermato Bill Richard, VP of development di WinZip.

 

WinZip 21 Pro offre nuove potenti funzionalità studiate per le modalità di archiviazione c condivisione utilizzate oggi:

·         NOVITÀ! Accedi a tutti i tuoi account: WinZip 21 Pro ora è in grado di supportare fino a 16 account sullo stesso servizio cloud. Ideale per gli utenti che dispongono di più account per il lavoro e l'uso personale, per aggiungere diversi account sulla stessa piattaforma, tra cui Box, Dropbox, Google Drive, OneDrive, SugarSync e CloudMe.

·         NOVITÀ! Aggiunta di una risorsa di rete: accedi a una risorsa di rete da un altro dominio senza dover uscire da WinZip.

·         PERFEZIONATO! Compressione di MP3: archivia più musica sul tuo telefono o su un servizio cloud o condividi playlist più facilmente. WinZip ora comprime i file MP3 in media del 15 – 20% senza perdita di qualità grazie al formato ottimizzato Zipx.

·         NOVITÀ! Visualizza le informazioni sulle immagini nel Riquadro Anteprima: ottieni tutte le informazioni di cui hai bisogno su un'immagine, incluse altezza, larghezza, pixel per pollice, colori/profondità pixel, dimensioni del file e altro ancora.

·         NOVITÀ! Rubrica combinata: invia tramite e-mail e condividi con tutti i tuoi contatti i contenuti direttamente dal programma di posta interno di WinZip. Aggiungi informazioni sui contatti dai tuoi account di posta, da diversi servizi di social media e dalle directory di contatti locali.

·         NOVITÀ! Crea file Zip singoli per una condivisione ottimizzata: a volte condividere singoli file invece di più file in uno Zip di grandi dimensioni è più efficiente. Ora puoi scegliere di selezionare e sostituire i file con singoli file compressi, una soluzione ottimale per risparmiare larghezza di banda e memoria quando condividi i contenuti con qualcuno che vi accede tramite telefono.

·         NOVITÀ! Funzionalità Cosa inviare: dopo aver rivisto o modificato i contenuti del tuo Zip, puoi scegliere se inviare i file selezionati singolarmente o l'intero Zip.

·         NOVITÀ! Condivisione di file convertiti: risparmia spazio condividendo i file senza dover prima salvare i file convertiti.

 

WinZip offre potente gestione dei file, condivisione e sicurezza per tutti gli ambienti dai dispositivi mobili alle implementazioni di rete aziendali.

 

WinZip 21 Pro fa parte della linea di prodotti WinZip® 21 che include anche WinZip 21® e WinZip® 21 Enterprise.

 

Il nuovo WinZip 21 Enterprise consente a clienti aziendali e enti pubblici di implementare crittografia di livello aziendale per tutti i dipendenti e di proteggere i dati critici. Le aziende possono ottimizzare la produttività beneficiando della condivisione dei file in sicurezza tramite e-mail, piattaforme aziendali e cloud. Ideale per gli ambienti multilingue e completamente personalizzabili, WinZip 21 Enterprise offre conformità con gli standard di sicurezza FIPS 140-2 e supporto di SharePoint, Office 365 for Business, e Amazon S3. WinZip Enterprise ora supporta Windows Information Protection (WIP), assicurando che vengano rispettati i protocolli per il controllo del movimento di informazioni e file. WinZip offre anche semplice implementazione in rete e una guida all'installazione e alla configurazione completa, consentendo agli amministratori di rete di configurare l'applicazione per il loro ambiente. ​

 

Per maggiori informazioni sulla linea di prodotti WinZip 21, fare riferimento a questa scheda comparativa.

 

Disponibile ovunque si desideri accedere ai file e condividerli, WinZip offre anche potenti app per macOS, iOS, Android e una Universal Windows App per Windows 10. WinZip è l'applicazione leader di settore per creare e decomprimere file Zip e Zipx e aprire file compressi, tra cui Zip, Zipx, RAR, 7Z e altri ancora. Per una prova gratuita di WinZip 21, visitare il sito www.winzip.com/

 

Prezzi e disponibilità

 

WinZip 21, WinZip 21 Pro e WinZip 21 Enterprise sono ora disponibili in tutto il mondo in 13 lingue, inclusi italiano, inglese, ceco, tedesco, spagnolo, francese, portoghese, olandese, russo, giapponese, cinese semplificato, cinese tradizionale e coreano.

 

 

WinZip 21 Pro è disponibile al prezzo di vendita consigliato di 49,95€. WinZip 21 è disponibile al prezzo di vendita consigliato di 29,95€.


Come salvare messaggi WhatsApp

0 commenti

La famosa app di messaggistica Whatsapp ha superato ormai 1 miliardo di utenti in tutto il mondo ed il numero di messaggi scambiati con questa applicazione ha superato già da tempo quello degli SMS.

Se hai una account Whatsapp e non vuoi rischiare di perdere i tuoi messaggi (ad esempio in caso di furto o di sostituzione del tuo smartphone), compresi i file multimediali scambiati (immagini, video e messaggi vocali), questo tutorial ti sarà molto utile. Ti spiegheremo infatti com’è facile fare una copia di backup delle chat per poi ripristinarla in caso di necessità.

L’applicazione Whatsapp permette di esportare tutte le conversazioni e di importarle sullo stesso dispositivo o su un altro, ma i passi da seguire sono diversi in funzione del sistema operativo del telefono: Android, iOS (iPhone) o Windows Phone.

Leggi l'articolo su come salvare messaggi WhatsApp


Giornalisti Indagine Ixè, come utilizzano i social network nel loro lavoro

0 commenti

Audit Italian Press”, l’indagine qualitativa dell’Istituto Ixè con il supporto di Encanto Public Relations su un campione di 50 giornalisti italiani, la fotografia di come utilizzano i social network nel loro lavoro rispetto ai loro colleghi americani (ricerca Cision). La ricerca a dicembre sarà riproposta ai 18 mila iscritti di Giornalistisocial.it

“Audit Italian Press“, un’indagine qualitativa dell’Istituto Ixè con il supporto di Encanto Public Relations, la prima fotografia di come i giornalisti  utilizzano i social network nel loro lavoro.  L’anteprima dellaricerca, che a dicembre sarà riproposta ai 18 mila iscritti al portale Giornalistisocial.it, indaga 50 casi in Italia (che confrontiamo con un campione negli Stati Uniti e Canada raccolto da Cision), da cui emerge che i giornalisti intervistati utilizzano i social network in primis per promuovere il proprio lavoro (83% contro il 73% degli americani) e per costruire relazioni (54% contro il 73%). Solo in seconda battuta isocial vengono utilizzati per monitorare l’opinione pubblica (52% contro il 64%) e secondariamente per trovare storie (41% contro il 52%), verificare i fatti e approfondire (41%).


Le piattaforme più utilizzate sono Facebook (87%), YouTube (70%) e Twitter (67%), mentre si prevede una crescita di rilievo soprattutto di Instagram e Snapchat. Per il rapporto di Cision, è Periscope a farla da padrone in particolare perché consente di accedere a trasmissioni live quando altri mezzi non sono a disposizione.Il 50% dei giornalisti ritiene i social fonti di informazione affidabili con la maggior fiducia assegnata dagli utilizzatori di YouTube, Instagram (piattaforme largamente visual) e Twitter.Quasi univoca l’asserzione di pubblicare notizie verificate e complete (91%) piuttosto che inseguire lo scoop per essere i primi. Anche gli americani condividono questa posizione anche se una percentuale minoritaria ma più consistente che in Italia preferisce l’urgenza all’affidabilità.Le immagini e i video utilizzati dai professionisti sono in larga parte ricavati da banche dati a pagamento o gratuite online; seguono le fonti interne alle testate e solo infine la produzione propria. Il 25% dei giornalisti dichiara di utilizzare il materiale postato sui social.

Andrea Tortelli, giornalista professionista e fondatore di Giornalisti Social (www.giornalistisocial.it), la più grande comunità italiana di giornalisti sui social media con oltre 26 mila iscritti, interpellato su questi dati  spiega: “La situazione della professione è decisamente complessa e – come emerge dall'indagine – le contraddizioni sulla percezione del fenomeno social non mancano: da una parte cresce la consapevolezza che i social sono strumenti di promozione e autopromozione sempre più importanti, dall'altra in pochi hanno capito che la carta non può rappresentare il futuro, e che non rappresenta già più il presente. In questo contesto, la parte più conservativa è rappresentata, a mio avviso, da coloro che sono rimasti all’interno dei giornali e vedono con diffidenza il nuovo scenario del digitale, del mobile e dei social, guardando alla professione con una visione più tradizionale. Poi ci sono i colleghi che le garanzie del Contratto nazionale giornalistico le hanno perse o non le avranno mai, che interpretano il lavoro del giornalista in maniera più aperta, ma a volte contraddittoria, nella consapevolezza che – come indica anche una ricerca del Censis – oggi i social sono la prima fonte di informazione per la gran parte degli italiani. Questo contrasto si evidenzia anche negli spazi on line che gestisco – come il gruppo Giornalisti italiani su Facebook, con i suoi 18mila iscritti – in cui il dibattito è talmente acceso da sfiorare la rissa verbale su alcuni temi".Inoltre nelle 2 indagini viene evidenziata la tendenza dominante nell’industria editoriale in merito alla compatibilità dei format della testata con gli smartphone (54%), convinti della fruizione di notizie da parte del pubblico tramite apparecchi mobili. Segue la necessità di offrire contenuti multimediali (41%), per raggiungere il target  “always on” che ha bisogno di una molteplicità di canali.

Sul futuro dell’advertising, ne individuano il futuro nella forma “native” mentre gli americani sono nel 47% dei casi  neutrali (e il 28% negativi).Il rapporto fra giornalisti e professionisti della comunicazione non ha subito modifiche per il 48% degli intervistati che continuano a fidarsi in egual misura, mentre per gli americani non è cambiato per il 66% degli intervistati.Il 25% dei giornalisti italiani dichiara di fidarsi dei professionisti meno che in passato e il 20% invece ha aumentato la fiducia.Per quel che riguarda i materiali, la preferenza è sempre per il tradizionale comunicato stampa, seguito da immagini/video/sondaggi, dati, studi che facilmente possano essere “notiziati”. Resta la posta elettronica il canale di comunicazione migliore perché offre un testo già completo e composto a uso del giornalista.E’ pari al 43% la percentuale di giornalisti che dichiara di sentirsi, in alcune occasioni, obsoleto e poco al passo con i tempi. Curiosamente, il dato non sembra correlato all’età. Probabilmente la sicurezza professionale dei giornalisti di “lungo corso” consente loro di percepirsi adeguati anche e nonostante la rapidità delle innovazioni tecnologiche che trasformano inevitabilmente la professione.

Il giornale cartaceo sembra avere ancora lunga vita per gran parte del campione: il 35% si dichiara sicuro che ci sarà ancora fra 10 anni, un ulteriore  48% ritiene che sia probabile. Tuttavia, il 61% deigiornalisti italiani non consiglierebbe ad un giovane di intraprendere la carriera di giornalista.

Per informazioniEncanto Public Relations – tel. 02 66983707Veronica Carminati –veronica.carminati@encanto.biz – cell. 334 3782823


SkyAccounting: al via la campagna di equity crowdfunding su starsup.it

0 commenti

Grande successo al Convegno Nazionale dei Giovani Dottori Commercialisti per la presentazione della campagna di crowdfunding, che partirà il prossimo 31 ottobre.


La Spezia, 11 ottobre 2016 – Ideale per grandi aziende e per startup, SkyAccounting è 
l’innovativo software gestionale cloud che rivoluziona il rapporto tra cliente e commercialista. Sulla stessa piattaforma la condivisione dati è effettuata in maniera automatica, garantendo un grande risparmio di tempo per tutti: per il cliente, che potrà visualizzare l’effettiva situazione aziendale imposte comprese, in qualsiasi momento anche da mobile; per il commercialista, che azzererà per sempre l’inserimento manuale dei documenti contabili e potrà concentrare la propria attività soprattutto sulla consulenza. Risparmio di tempo ma non solo: con SkyAccounting è possibile ridurre fino alll’80% anche i costi di gestione dello studio. 

Dietro questo software, in grado di interpretare automaticamente le fatture, c’è Skymeeting SpA, la prima PMI innovativa italiana a lanciare una campagna di equity crowdfunding nel settore del software per aziende e commercialisti.

L’equity crowdfunding è una particolare modalità di finanziamento che permette di raccogliere risorse finanziare in cambio di quote azionarie. I sottoscrittori della campagna, al via il prossimo 31 ottobre, potranno beneficiare di numerosi vantaggi, come l’accesso gratuito ai servizi di SkyAccounting per un controvalore pari all’80% dell’investimento. 

Sono davvero poche le PMI innovative ad aver attivato una raccolta in equity crowdfunding. In particolare, Skymeeting SpA è la prima lanciare una campagna di questo tipo nel nel settore digitale” spiega Matteo Piras, presidente di StarsUp Srl, il portale online che ospiterà l’iniziativa. 

Un metodo di promozione inedito e innovativo, proprio come il software: “SkyAccounting è un sistema gestionale che si basa su paradigmi nuovi ed assolutamente in linea con la mutata situazione socio economica del nostro paese – afferma Dino Sanguinetti, presidente di Skymeeting SpA -. Questo innovativo modello di business permetterà alla nostra azienda di consolidare e implementare la propria posizione come leader dei servizi di contabilità online”

In attesa della partenza della campagna, SkyAccounting ha ottenuto ottimi riscontri nel corso della sua presentazione ufficiale, avvenuta durante il Convegno Nazionale UNGDCEC di Arezzo. Per l’occasione è stato annunciato il lancio di due webinar gratuiti, in cui verranno illustrate nel dettaglio tutte le principali funzionalità della piattaforma. Per iscriversi ai webinar e per ulteriori informazioni, visitare il sito
http://crowdfunding.skyaccounting.net/ 

 


Internet of Things: Verizon e Qualcomm uniscono le forze

0 commenti

Verizon e Qualcomm Technologies Inc., una società controllata da Qualcomm Incorporated, stanno collaborando affinché l’innovazione, la produttività e la qualità per imprese, consumatori e cittadini possano migliorare grazie all’Internet of Things (IoT). Per fornire la nuova generazione di prodotti e servizi IoT che richiedono consumi e ampiezza di banda ridotti, per la prima volta Verizon pre-integrerà la propria piattaforma as-a-service ThingSpace IoT nel modem LTE MDM9206 Category M (Cat M1) di Qualcomm. La soluzione utilizza anche la rete 4G LTE di Verizon come gateway, con l’obiettivo di semplificare il processo di creazione, distribuzione e gestione delle applicazioni IoT, personalizzate per una vasta gamma di casi di utilizzo.

 

Le due aziende hanno annunciato la loro collaborazione in ambito IoT nel corso del CTIA Super Mobilty 2016 a Las Vegas e prevedono che la piattaforma ThingSpace IoT sarà disponibile per l’integrazione OEM, su soluzioni MDM9206, già dai primi mesi del 2017.

 

Stabilire Cat M1 come lo standard del settore

 

Storicamente, l’investimento per connettere i dispositivi IoT alle wide area network LTE è stato più oneroso rispetto alla connessione ad altre tecnologie come Wi-Fi, Bluetooth, Zwave o ZigBee. Verizon e Qualcomm Technologies hanno una comprovata esperienza per aver lavorato con le aziende per integrare i chipset LTE nei connected device, rendendo i dispositivi IoT più veloci da implementare sulla rete 4G LTE. Grazie a questa collaborazione, le due aziende sono ora sulla strada giusta per dimostrare quanto possa essere interessante da un punto di vista costo-opportunità la connessione dei dispositivi su rete 4G LTE, utilizzando la categoria M1 come nuovo standard di settore. Il tutto, garantendo sempre elevati livelli di sicurezza, affidabilità e capacità propri della rete LTE.

 

Rendere l’innovazione più facile per sviluppatori e aziende

 

Utilizzando ThingSpace – la piattaforma globale IoT di Verizon che permette agli sviluppatori di tutto il mondo di realizzare e di gestire le applicazioni – le aziende che utilizzano il modem CAT M1 LTE di Qualcomm Technologies, a partire dal MDM9206, potranno rendere più veloce e priva di interruzioni la connessione cloud. La possibilità di utilizzare ThingSpace all’interno dei modem LTE a basso consumo offerti da Qualcomm Technologies, società leader di semiconduttori wireless, accelera lo sviluppo di un nuovo e innovativo ecosistema digitale, fatto di dispositivi intelligenti connessi su larga scala, attraverso la rete 4G LTE. Nel fare questo, le due aziende tech evitano anche gli ostacoli comunemente legati al deployment IoT – inclusi la gestione dei firmware, la diagnosi in tempo reale dei dispositivi, il device onboarding e l’accesso ai dati. La collaborazione mira anche a portare ancor di più in primo piano alcune sofisticate applicazioni, come la sicurezza del dispositivo e la visualizzazione dei dati del sensore.

 

“Nessuna impresa può vincere da sola la sfida dell’Internet of Things, considerando che l’obiettivo è di passare da milioni a miliardi di dispositivi necessari per rendere le città più pulite, fornire una migliore assistenza sanitaria, preservare le risorse idriche e rendere il mondo digitale migliore per consumatori e cittadini”, ha detto Mike Lanman, senior vice president Enterprise Products and IoT di Verizon. “La semplificazione è un punto di partenza necessario se si lavora all’interno dell’ecosistema digitale – che sia ai livelli di rete, piattaforma e applicazione – e risulta fondamentale per catturare le vere opportunità che il mercato dell’Internet of Things offre”.

 

“Ecco perché rendere più forte una relazione professionale già viva come quella con Qualcomm Technologies è un traguardo eccezionale per la nostra azienda: daremo la possibilità agli sviluppatori di tutto il mondo di utilizzare i tool di cui hanno bisogno per innovare in modo sicuro, senza interruzioni di servizio e all’interno di una struttura economicamente vantaggiosa, che usufruisce della rete 4G LTE unita alla piattaforma ThingSpace, realizzata da Verizon Labs” ha aggiunto Lanman.

 

“Le tecnologie Wireless, incluse le reti LTE e, nel futuro, il 5G, si stanno rapidamente evolvendo per offrire una piattaforma di connettività che sia scalabile, unificata e inter-operabile per Internet of Things,” ha detto Raj Talluri, senior vice president, product management di Qualcomm Technologies Inc. “I nostri modem LTE non garantiscono solo la connettività, ma anche capacità di calcolo a tutti i tipi di device IoT, aiutando gli operatori leader come Verizon a estendere i modelli di business verso nuovi promettenti settori quali smart energy e metering, la sicurezza degli edifici, le infrastrutture, l’automazione e il controllo industriale, i punti vendita retail e l’asset tracking”.

 


Pagina 7 di 72« Inizio...«56789»...Fine »