segui LMN:     

Specialisti Prima Infanzia: Joyello, culla Mammola e passeggino Musino

0 commenti

Migliorie per i prodotti Joyello: culla Mammola e passeggino Musino


Il gruppo Joycare, fondato 16 anni fa ad Ancona, è tra i leader italiani della commercializzazione di articoli per la cura della persona, l'infanzia e il benessere.

Cinque sono i marchi del gruppo: Joycare, il marchio principale, ha in catalogo prodotti per la cura della persona, per la casa, per il benessere; Joycare Baby specialista nella prima infanzia (trio, passeggini, sicurezza auto, seggioloni, etc.) per la Grande Distribuzione; Joycare Pharma è specializzato nella salute e si rivolge a Farmacie e Sanitarie; inoltre la gamma Joyello, dedicata agli Specialisti della Prima Infanzia, comprende passeggini, trio, seggiolini auto, girelli e tutto quello che serve per il sonno e il trasporto dei bambini; Exalta è il brand specializzato nei prodotti professionali per acconciatori.

Nel 2017 Joycare ha apportato delle ulteriori migliorie alla gamma del prodotti Joyello con delle novità sostanziali per quanto riguarda la culla Mammola e il passeggino Musino.

Mammola è un nuovo concetto di culla: la possibilità di apertura sul lato le permette di essere collocata affianco al “lettone” di mamma e papà.
La culla è regolabile in altezza e profondità per permettere un sicuro avvicinamento al letto dei genitori, consentendo di agganciare il prodotto alle doghe, cosi da evitare il minimo allontanamento dal letto.
Per ogni mamma, nel primi mesi di vita è fondamentale avere il proprio bimbo affianco. Questo rasserena il genitore che ha bisogno di controllare il riposo del bambino.
E’ altresì importante che la coppia riesca a riposare correttamente in un periodo in cui l’allattamento e le esigenze del piccolo possono rendere le notti più stressanti e prive di sonno. 
La culla Mammola è solida, sicura e facilmente smontabile e trasportabile (ha una confortevole borsa) in vacanza o dai nonni ed è ordinabile in due colorazioni.
Il materassino è alto 5 cm ed è completamente sfoderabile, in aggiunta la presenza di una “finestra” permette una maggiore areazione al bimbo durante il riposo.
“Abbiamo pensato ad una soluzione – spiega Carlo Manetti, Direttore Commerciale di Joyello- che permetta ai genitori di tenere sempre accanto il proprio figlio, di allattarlo con la massima comodità anche di notte e di coccolarlo ogni volta che si sveglia”.
Joyello sa che i primi 12 mesi del bimbo sono fondamentali e molto delicati e Mammola quindi migliora la qualità del sonno e quindi della vita di tutta la famiglia, rasserena la mamma e fa riposare meglio il papà.

La nuova linea del passeggino Musino con 7 nuove fantasie a pois è ispirata alle tonalità del momento.
Pratico e versatile, è adatto al trasporto dei bambini dai 6 ai 36 mesi in tutte le occasioni. Il telaio leggero e maneggevole lo rende ideale per le passeggiate, mentre la cappottina si sdoppia, assumendo due diverse posizioni e garantendo una migliore protezione contro vento, sole e insetti. La comoda chiusura salva-spazio ad ombrello permette, poi, di riporlo nel bagagliaio o in casa con un solo gesto e senza bisogno di sfilare il paracolpi. E se il bimbo è stanco, lo schienale è reclinabile in 5 posizioni, fino alla posizione “sdraiato”, per favorire il sonno.
 

FontePresscom


FINALE REGIONALE LAZIO A FONDI DEL SANREMO ARTIST TALENT

0 commenti

lMercoledi’ sera si è svolta presso il ristorante Al Boschetto eventi in località di Fondi (LT) la finale regionale del Sanremo Artist Talent organizzata dalla bella e sexy presentatrice e attrice Cinzia Cella, referente regionale Lazio del Sanremo Artist Talent nonché coordinatrice dell’intero format nazionale. Passano alla semifinale nazionale che si terrà a Gaeta presso l’albergo Villa Irlanda, dopo una scrupolosa e zelante votazione da parte della giuria, Walter Giammattei aggiudicandosi il primo posto nella categoria canto, a seguire Roberta Taglienti, Alessandro Elmonetto, Giulia Ludovica Di Fazio, Laura Cella, Joel Sirico ed, ancora, Beatriz Lima categoria Moda. Quest’ultima durante la serata ha sfilato abiti unici di alta moda del negozio Style Vanity e Atelier Rinaldi di Alessia Rinaldi, cosi’ come la bella presentatrice Cinzia Cella. La giuria capitanata dal presidente Salvo Miraglia, nonché responsabile nazionale del Sanremo Artist Talent e composta da esponenti di rilievo del basso Lazio, quali la cantante Dora, il cantante Lino Antoniani, ha votato secondo uno scrupoloso criterio, e, spesso trovandosi in serie difficoltà nel votare gli uni o gli altri concorrenti. Inoltre, alcuni giurati si sono esibiti a loro volta nelle proprie arti regalando emozioni e tanto divertimento ai presenti in sala. Difatti, strabiliante ed entusiasmante è stata l’esibizione del mago illusionista e trasformista di Fondi “SOPINO” (pseudonimo artistico di Simone Zomparelli) che ci ha regalato bellissimi momenti con una delle sue performance quali il tavolo volante, e chissà cosa ci riserverà per il 20. Ancora, Jessica Calamity, danzatrice e insegnante di danza del ventre che ha rubato la scena con il suo repertorio di danze orientali. L’intera serata era in diretta con radio Tirreno Centrale nonché ripresa dalle videocamere della tv di Euro-Channel. Molti gli sponsor che hanno voluto partecipare a questa iniziativa, quali: la palestra OVER THE TOP di Daniele e Stefano Notarianni sito in Fondi (LT), l’agenzia immobiliare Peticone di Massimo Peticone, Rapid Rent di Tullio Stefano, il ristorante Al Boschetto Eventi di Antonino e Fabio Iannone e Style Vanity e Atellier Rinaldi di Alessia Rinaldi. Indispensabile è stata, poi, la presenza del dj Valentino per le musiche e la fonia. Una serata, insomma, costellata da tanti e diversi talenti che hanno voluto esservi, sfidarsi fra loro fra musica, canto, ballo magia, moda e tanto altro ancora…


Scarpina Neonata: Ultimo Trend e Novità

0 commenti

Scoprire di essere in dolce attesa è forse, anzi toglierei il forse, è sicuramente l’emozione più grande per una futura mamma. Alcune coppie non resistono e vogliono sapere assolutamente il sesso del bambino, altre invece preferiscono aspettare il giorno del parto per scoprirlo. E se è un maschietto come lo chiamiamo? E se è una femminuccia? Le donerà il nome che le daremo? E poi via alla corsa ai primi acquisti: tutine e body all’ordine del giorno, ma la cosa più graziosa, soprattutto se si tratta di una femminuccia, è sicuramente la scarpina da neonata.

Prima della nascita: mai trovarsi impreparati

La nostra piccola principessa sta per nascere, sta per uscire dal grembo della propria mamma e sta per emettere le sue prime urla, quelle che ci sveglieranno ad ogni ora della notte quando dovrà fare la pappa e quelle che più ci mancheranno una volta cresciuta. Prima della nascita ogni mamma prepara la cameretta rendendola più graziosa possibile: una bella culla, una cassettiera, un fasciatoio indispensabile per cambiare il bebè nelle migliori condizioni, passeggini e carrozzine indispensabili per portarli con sé in ogni momento.  Per non parlare delle copertine, berrettini, bavaglini, tutine e body che copriranno il loro corpicini per molti mesi. E ancor più carine sono le scarpine da neonata che terranno al caldo i loro piedini e la sosterranno nei suoi primi passi. Le calzature per neonati sono l’indumento che più ci ricorderà l’infanzia dei nostri figli.

 

Scarpine Neonate: Modelli e Tessuti

 

I neonati di pochi mesi indossano di solito le calzette o babbucce da neonato, quando il bebè inizia ad avere 9-10 mesi, allora le scarpette saranno ancora più utili. Per i primi mesi di vita le scarpine da neonata sono per lo più una moda  potendo scegliere diversi modelli e tessuti, dai quali è impossibile resistere. Vi sono modelli che rendono la nostra neonata una piccola donna. La stagione primavera – estate è ricca di colori e fantasie ed è possibile scegliere tra diversi modelli: dal sandalo aperto adatto per portare la propria bimba al parco alla scarpina ballerina che la rende una principessa. Chi cerca una scarpina deliziosa impeccabile per le occasioni più importanti come il battesimo, è sempre possibile scegliere tra i modelli come Burberry che offrono una linea sandalo davvero mozzafiato. Semplice, elegante e confortevole per la nostra piccola dolcezza. Per le mamme sportive è sempre possibile scegliere tra i modelli Nike, Adidas e Converse che danno quel tocco di originalità e fantasia a quel piedino.  In voca negli ultimi anni sono anche le scarpine da neonata all’uncinetto. Qui la creatività supera davvero ogni limite: le scarpine fatte di maglia a mano con i ferri o con l’uncinetto sono le prime cose che si iniziano a preparare prima della nascita. Se nascerà in primavera o in estate è opportuno utilizzare tessuti in cotone così da non far sudare il piedino e permettendo al bebè di essere comodo; se invece nascerà in inverno, è meglio utilizzare della lana così da proteggere il neonato dal freddo gelido. Fiorellini e fiocchetti rendono il piedino della neonata un gioiellino. 


Tutine Neonati: Stile e Moda in voca

0 commenti

>> Leggi la nota in ROSSLe attenzioni riservate ad un neonato sono tra gli aspetti più amabili dell’essere genitore. La dolce attesa continua ad essere uno tra i più splendidi momenti vissuti da una donna: dapprima la scoperta di essere in attesa di un bebè, poi la scelta del nome e i primi acquisti di tutine e body per quando nascerà. Già prima della nascita, si vuole essere certi di avere un kit con tutto l’occorrente per i primi giorni. Una moda, quella dei piccini, in continua crescita, ricca di svariati modelli: dalla tutina basic in cotone a quella imbottita per le uscite al parco; dai colori pastello neutri ai colori più accesi ricche di bellissime fantasie.

 

LA SCELTA DELLA TUTINA PERFETTA

 

La scelta dell’abbigliamento da bambino deve fare i conti anche con la stagione in cui ci si trova al momento della nascita. Tutine e body sono senza dubbio i capi più amati dalle mamme poiché nella loro semplicità e comodità permettono al bebè di muoversi e fare i primi passi con facilità, senza alcun fastidio ed in totale sicurezza. Per i genitori che non desiderano sapere anticipatamente se sarà un maschietto o una femminuccia, è sempre possibile acquistare tutine di color neutro come il giallo. Chi invece non riesce a frenare la propria curiosità, non si farà trovare impreparato e avrà pronto un completo azzurro o rosa. I body in cotone bianco con disegni della Disney, stampe di animaletti e dolci frasi, rendono la vita del neonato ancor più gioiosa ed allietante. Tutine, body e capi interi accompagnano i primi mesi di vita del bebè così da tenerlo ben riparato nei mesi invernali e al sicuro dai raggi di sole nel periodo estivo. Alle tutine è sempre piacevole abbinare un accessorio, se d’inverno si preferisce abbinarlo con un cappellino di lana a tema, dei graziosi guantini imbottiti, una scarpina che tiene il piede chiuso e riparato dal cattivo tempo; se d’estate si preferisce abbinarlo ad un cappellino di cotone così da essere riparati. I momenti più importanti per i primi mesi di vita sono sicuramente la pappa e la nanna. Si sa, le prime pappe richiedono di cambiare spesso i body così da non creare grossi pasticci; per questo è sempre meglio avere un buon assortimenti di ricambi. Il neonato ha bisogno di dormire a lungo e in modo confortevole e cosa scegliere se non una body in cotone comodo e ben coprente?!?

 

DOVE ACQUISTARE IL BODY DA SOGNO

Acquistare l’abbigliamento per il proprio bimbo è diventato davvero semplice e veloce. Donne in carriera con poche pause lavorative preferiscono acquistare online, con un semplice click riempiendo il carrello dando adito ai propri gusti e preferenze. Personalizzare il proprio completino è l’ultimo trend del momento, è possibile trovare abitini con stampe davvero cool, frasi divertenti come “Il mio papà è il migliore” e immagini di cartoni animati tanto amati dai nostri teneri fanciulli. Poi ci sono le mamme classiche che invece preferiscono recarsi in negozio di persona e scegliere minuziosamente il body per la propria fanciulla o fanciullo.

 O in alto prima di pubblicare!


I vestiti per bimbi migliori per lui e per lei

0 commenti

Nel mondo dell’abbigliamento oggi è molto diffuso acquistare dei vestiti per i bimbi, infatti questo tipo di abbigliamento è molto richiesto e possiamo comprare le migliori marche a poco prezzo contando su un’ottima qualità. Un neonato deve essere coccolato, bisogna farlo sentire come se fosse la cosa più importante di questo mondo e quindi bisogna prendersene cura nel migliore dei modi. Esistono numerosi tipi di capi firmati che possiamo acquistare, ognuno per una precisa stagione e per non farlo star male e ora andiamo a vedere quali vestiti possiamo acquistare.

 

 

                                      Quali Vestiti per Bimbi Comprare

Tra i tanti capi che possiamo comprare esistono sicuramente le tutine. Esse devono contenere del cotone morbido e non delle fibre sintetiche perché possono essere pericolose per la sudorazione del piccolo che può creare un’irritazione pericolosa. Molte di queste tutine devono tenere al caldo il nostro neonato ma ovviamente non in modo eccessivo, inoltre esistono numerosi pigiamini che devono essere fatti di piuma per tenerlo al caldo e comodo in ogni occasione. Molto diffusi sono anche i cappellini che possono essere usati sia d’estate che d’inverno per proteggere il bambino dal sole o dal freddo pungente. Le scarpette che possiamo comprare devono essere molto comode per non rischiare di deformare la pianta del piede, infatti la punta non deve essere troppo lunga e neanche troppo larga e inoltre non devono esserci differenze importanti tra tacco e punta per non compromettere la sua camminata.  Infine i cappottini devono sempre tenerlo al caldo e mai provocargli una eccessiva sudorazione per non avere delle gravi conseguenze. Quindi esistono numerosi vestiti delle migliori marche per neonati che possiamo comprare per nostro figlio e che ci permettono di vestirlo alla moda e in modo molto semplice. L’importante è non fare in modo che la moda prenda il sopravvento e pensare esclusivamente ad essa, se no si commette l’errore di mettere da parte l’efficienza.

 

            

                       Vestiti per Bimbi Invernali ed Estivi

 

Come detto sopra sono tantissimi i vestiti per bimbi che possiamo acquistare ma tuttavia dobbiamo capire, a seconda della stagione, quale è quello migliore per nostro figlio. In inverno sicuramente possiamo optare per dei cappellini di lana lavorata molto finemente in modo da non creargli irritazioni oppure per giacchetti imbottiti di piuma per non farlo sudare troppo. Però possiamo scegliere delle tute leggermente imbottite che servono  a far stare bene sempre nostro figlio insieme a dei calzini in  grado di coprire una delle parti più sensibili al freddo del nostro corpo. Per quanto riguarda la collezione estiva avremo sicuramente delle canottierine che non devono essere in fibra sintetica per non favorire una sudorazione eccessiva, i body devono essere leggeri ma non troppo ed i cappellini acquistabili all’outlet devono coprire bene dal sole caldissimo d’estate per non provocare bruciature sulla testolina di nostro figlio. Abbiamo anche dei costumini delle marche migliori usate dai grandi nuotatori acquistabili  ad un prezzo davvero basso soprattutto se si pensa alla qualità che ci viene offerta. Acquistare i migliori vestiti per bimbi è quindi fondamentale se si vuole tenere sempre  al caldo nostro figlio e non fargli mancare nulla.


In-Site entra a far parte di Open Hub Med

0 commenti

In-Site, società di ingegneria integrata specializzata nella progettazione e realizzazione di infrastrutture complesse, annuncia il suo ingresso nel consorzio Open Hub Med.

Nato per offrire agli operatori di telecomunicazioni internazionali un modello multi-stakeholder per lo scambio del traffico internet nel bacino del mediterraneo, Open Hub Med è composto, oltre che da In-Site, da altre dieci società specializzate nel mondo delle telecomunicazioni: Eolo, Equinix, Fastweb, Interoute, Italtel, MIX, Retelit, SUPERNAP Italia, VueTel  e XMED. In-Site entra nel consorzio con una partecipazione al capitale sociale di Open Hub Med del 4,76%, e porta in dote expertise decisamente significative.

Non è la prima occasione in cui In-Site e Open Hub Med collaborano insieme. Negli scorsi mesi, infatti, In-Site è stata scelta dal consorzio per la progettazione del Data Center che ha sede a Carini (Palermo) e che costituisce il primo polo tecnologico neutrale aperto a tutti gli operatori presenti nel Mediterraneo. Due, i principali punti di forza della progettazione del Data Center. Innanzitutto, la necessità di pensare e una struttura che fosse scalabile nel tempo e modificabile per fasi successive. In secondo luogo, la volontà di realizzare un polo caratterizzato dal criterio di massimo risparmio energetico.

Il Data Center di Carini, ospitato nell’area di ricerca di Italtel in Sicilia, rappresenta oggi il primo hub tecnologico neutrale e indipendente nel sud Italia, e offre condizioni di affidabilità e sicurezza secondo i più alti standard conosciuti oggi. Grazie all’esperienza acquisita con gli anni, In-Site è riuscita ad aggiudicarsi il bando di gara, vincendo la competizione di grandi realtà europee del settore.

Fondata a Milano nel 2006 da Pietro Matteo Foglio, In-Site ha come core business oggi proprio la progettazione integrata di data center, settore nel quale l’azienda ha sviluppato una profonda expertise, gestendo nel corso degli anni l’intero processo realizzativo di queste complesse infrastrutture e rivestendo spesso anche il ruolo di General Contractor.

Valeria Rossi, presidente di Open Hub Med, ha commentato: “Siamo felici dell’ingresso in Open Hub Med di In-Site, perché porta all’interno del consorzio una prospettiva diversa, originale. Avere una realtà come In-Site tra i propri partner, inoltre, dimostra come l’attenzione di Open Hub Med nei confronti del mondo Data Center sia molto elevata: l’obiettivo, del resto, è quello di offrire agli operatori delle telecomunicazioni di tutto il mondo un polo tecnologicamente sempre più all’avanguardia e attento al concetto di risparmio energetico”.

 

Pietro Matteo Foglio, CEO & Founder di In-Site, ha affermato: “Siamo orgogliosi e onorati di entrare a far parte del consorzio Open Hub Med, il progetto è ambizioso e moderno. Open Hub Med rappresenta un motivo di orgoglio nazionale e noi vogliamo mettere a disposizione tutto il nostro know-how nella progettazione integrata di infrastrutture a grande valenza tecnologica, con l’obiettivo di portare un valore aggiunto all’interno del consorzio – non solo per la progettazione del polo tecnologico di Carini, ma anche per la crescita del progetto nel suo complesso”.


Pagina 1 di 1112345»...Fine »