segui LMN:     

FINALE REGIONALE LAZIO A FONDI DEL SANREMO ARTIST TALENT

0 commenti

lMercoledi’ sera si è svolta presso il ristorante Al Boschetto eventi in località di Fondi (LT) la finale regionale del Sanremo Artist Talent organizzata dalla bella e sexy presentatrice e attrice Cinzia Cella, referente regionale Lazio del Sanremo Artist Talent nonché coordinatrice dell’intero format nazionale. Passano alla semifinale nazionale che si terrà a Gaeta presso l’albergo Villa Irlanda, dopo una scrupolosa e zelante votazione da parte della giuria, Walter Giammattei aggiudicandosi il primo posto nella categoria canto, a seguire Roberta Taglienti, Alessandro Elmonetto, Giulia Ludovica Di Fazio, Laura Cella, Joel Sirico ed, ancora, Beatriz Lima categoria Moda. Quest’ultima durante la serata ha sfilato abiti unici di alta moda del negozio Style Vanity e Atelier Rinaldi di Alessia Rinaldi, cosi’ come la bella presentatrice Cinzia Cella. La giuria capitanata dal presidente Salvo Miraglia, nonché responsabile nazionale del Sanremo Artist Talent e composta da esponenti di rilievo del basso Lazio, quali la cantante Dora, il cantante Lino Antoniani, ha votato secondo uno scrupoloso criterio, e, spesso trovandosi in serie difficoltà nel votare gli uni o gli altri concorrenti. Inoltre, alcuni giurati si sono esibiti a loro volta nelle proprie arti regalando emozioni e tanto divertimento ai presenti in sala. Difatti, strabiliante ed entusiasmante è stata l’esibizione del mago illusionista e trasformista di Fondi “SOPINO” (pseudonimo artistico di Simone Zomparelli) che ci ha regalato bellissimi momenti con una delle sue performance quali il tavolo volante, e chissà cosa ci riserverà per il 20. Ancora, Jessica Calamity, danzatrice e insegnante di danza del ventre che ha rubato la scena con il suo repertorio di danze orientali. L’intera serata era in diretta con radio Tirreno Centrale nonché ripresa dalle videocamere della tv di Euro-Channel. Molti gli sponsor che hanno voluto partecipare a questa iniziativa, quali: la palestra OVER THE TOP di Daniele e Stefano Notarianni sito in Fondi (LT), l’agenzia immobiliare Peticone di Massimo Peticone, Rapid Rent di Tullio Stefano, il ristorante Al Boschetto Eventi di Antonino e Fabio Iannone e Style Vanity e Atellier Rinaldi di Alessia Rinaldi. Indispensabile è stata, poi, la presenza del dj Valentino per le musiche e la fonia. Una serata, insomma, costellata da tanti e diversi talenti che hanno voluto esservi, sfidarsi fra loro fra musica, canto, ballo magia, moda e tanto altro ancora…


MANCANO RIGIDI CONTROLLI SUGLI IMMIGRATI, REGIONE LOMBARDIA PROVVEDA

0 commenti

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:”";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
line-height:115%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:”Times New Roman”;
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}

Milano, 7 marzo 2017 – Il CDU tuona contro la Regione Lombardia. «L’ente si assuma le proprie responsabilità, servono controlli intensivi sui migranti apolidi».

Recentemente sono balzati agli onori della cronaca due casi analoghi, riguardanti vicende tragiche di migranti. Il 17 febbraio il cadavere di un uomo africano è stato ritrovato sul tetto di un treno alla stazione di Cannes "La Bocca". Il ventenne, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe rimasto folgorato nel tentativo di aggrapparsi al pantografo (il dispositivo installato sui veicoli ferroviari e tranviari che si collega ai cavi dell'alta tensione) del convoglio proveniente da Ventimiglia. Stessa sorte il 2 marzo per un migrante originario del Mali che ha preso fuoco sul tetto di un treno regionale partito dall’Italia settentrionale; il corpo senza identità è stato recuperato alla stazione di Balerna nel Canton Ticino, quindi è intuitivo che l’uomo volesse oltrepassare la frontiera.

Questi avvenimenti, a cui se ne potrebbero aggiungere molti altri affini accaduti nel passato nonché quelli ipotizzabili per proporzionalità che verranno a sommarsi in un futuro prossimo, sono stati segnalati da Lorenzo Annoni del partito Nuovo CDU per condurre a una riflessione più ampia ed articolata sul tema tanto discusso degli immigrati. «Viene spontaneo constatare – spiega – che una moltitudine di stranieri sta attraversando il territorio italiano liberamente, in maniera del tutto incontrollata». Proprio sulla necessità di controlli severi insiste il CDU al fine di salvaguardare vite umane e garantendo maggiore sicurezza ai cittadini del Belpaese. La considerazione, infatti, si sposta facilmente sul piano sanitario. I migranti provengono da luoghi ad alta endemia, in cui le cure sono precarie e l’igiene scarsa, perciò possono essere portatori di malattie infettive, per citarne alcune: tubercolosi, scabbia, aids, meningite. «Chiediamo alla Regione Lombardia che, a tal proposito – incalza Lorenzo Annoni -, si occupi di accertare le condizioni sanitarie dei migranti con appositi esami al loro arrivo nel territorio lombardo e inoltre incoraggi la prevenzione in ogni sua forma, facendosi promotrice di campagne informative e rendendo i vaccini, laddove esistano, disponibili e gratuiti per chiunque».

CDU Milano Città  
E-mail: 
cdumilano@yahoo.it 
www.cdumilano.it


i DHAMM in concerto per i terremotati della regione MARCHE con i BIG mondiali. BIGLIETTI A RUBA!

0 commenti

Sent'Elpidio a Mare (Fermo), 24 settembre 2016 –

I DHAMM in prima linea a soccorso delle popolazioni terremotate insieme ai big mondiali quali Gipsy King, Kid Creole & The Coconuts, Lou Bega, Imagination, Veronica Vitale, Boney M, Ex Simple Mind, Peter Cincotti, Moreno, Tony Cicco Formula 3, Kenny Ray, Francesco Baccini, Andrea Mingardi, Kelly Joyce, Gianni Fiorellino, Lighea, 4 ragazzi di «Amici» (Raft, Floriana Poma, Cassandra De Rosa, Giuseppe Salsetta), Dhamm, Ethan Lara (vincitore Castrocaro 2016), Gazebo, Stefano Borgia, Anonimo Italiano. Questo il cast per il mega concertone del 1 Ottobre 2016 tappa special del Remember FESTIVALBAR un MATTONE SOCIALE PER ARQUATA che si terra' allo stadio MONTEVIDONI di S.ELPIDIO A MARE (FM) che sara' ripreso in diretta tv dal canale TV MODA di SKY e trasmesso in differita sulle reti MEDIASET, RETE 4 e LA 5. Atteso il pubblico delle grandi occasioni, e infatti i biglietti sembrano gia' andare a ruba. I DHAMM proseguono dunque il loro live tour estivo e sara' un'ulteriore momento per abbracciare i loro sostenitori. Promotrice dell'evento mediatico e' l'Insonnia Agency del manager Nicola Convertino anche lui sempre in prima linea per aiutare chi ne ha bisogno. Intanto il leader dei DHAMM, Andrea Lybra, annuncia nell'occasione l'uscita nei prossimi mesi del nuovo CD della rock band che conterra' due nuovi inediti.


ITALIA PAESE AL CONTRARIO. PER IL POLITACAMENTE CORRETTO I NOSTRI FIGLI DEVONO INTEGRARSI CON GLI STRANIERI QUESTO SUCCEDE NELLE SCUOLE DI MOLINELLA BOLOGNA.

0 commenti

CORSO DI ARABO per i bambini e i ragazzi delle scuola primaria e della scuola secondaria di Molinella (BO) "al fine di garantire una migliore integrazione linguistica e culturale agli alunni del territorio". Quindi sono i nostri bambini a doversi integrare con i figli degli immigrati? l'ho già scritto diverse volte, noi non siamo più culturalmente attrezzati per respingere questo attacco siamo deboli, decadenti è la fine del nostro impero, come già la storia ha visto altre volte; sono cicli noi non siamo più culturalmente attrezzati per difenderci siamo "buoni", siamo "accoglienti", siamo "tolleranti", dobbiamo "difendere" e "proteggere" tutto il creato si riempiono pagine e pagine di giornali per delle cose assurde, fuori da qualunque logica il politically correct ci ha rovinati, ci ha indeboliti, ha distrutto una cultura se un cane ti si avventa contro e gli dai un calcio è una tragedia, finisci nei guai tu invece di pensare ad abbattere il cane si muovono popolazioni intere, con conseguenti estenuanti lotte politiche, per le corride, per i palii, per le cavie (grazie alle quali si salvano vite umane) quando con tanta energia e tanti soldi spesi si potrebbe fare di più contro la povertà, la fame, le malattie che devastano popolazioni intere Sperò non ci indignamo quando si scopre che spessissimo dei nuovi farmaci sono testati direttamente su persone, in zone remote del mondo, con risultati a volte catastrofici eh, quelle povere cavie, quei poveri animaletti indifesi … meglio far morire un po' di disperati in zone molto lontane da noi, tanto alla fine che ci frega ? non si consente di riciclare cibi ancora utilizzabilissimi per fumose e spesso ridicole "motivazioni sanitarie" (se avete visto la puntata di report sulle panetterie romane sapete di cosa sto parlando) se ti arrischi a dare del ne@ro ad una persona di colore in certi paesi di mettono immediatamente le manette, ma sul serio, non in senso figurato (eppure in usa tra di loro si chiamano così… mistero) pretendiamo di fare delle "guerre umanitarie" : facciamo i "bombardamenti chirurgici" , non vogliamo più impiegare truppe di terra, pretendiamo di combattare con i droni cerchiamo accordi con nazioni canaglia perchè gli scambi economici e la possibilità di "nuovi mercati" sono oggi più importanti del SXLLMpericolo che ne consegue mandiamo avanti i curdi praticamente a mani nude, tanti in ogni caso più ne muoiono meglio è follia, l' "orrore" nel nostro paese la situazione è ancora peggiore, perchè cerchiamo sempre il compromesso, la soluzione che accontenti tutti, il "tira a campare" e soprattutto il "ci penseremo domani" (non rendendoci conto che il "domani" è già arrivato ieri) dall'altra parte invece sono avvelenati, sono carichi (sia di rabbia, che di sete di conquista, che soprattutto di soldi), sono motivati, sono culturalmente aggressivi e non hanno neanche lontanamente il senso di "pietas" che ha sempre contraddistinto la nostra cultura ma posso accettare la "pietas", che fa parte di noi, e non la debolezza che ha creato il "politically correct" che ci ha portato al punto in cui siamo ! siamo destinati a soccombere, c'è poco da fare ormai è semplicemente una questione culturale. sembra duro da accettare, ma è così.


i DHAMM ripartono da L’IMMENSITA’ e danno il via alla nuova stagione 2016

0 commenti

Dopo l'uscita ad Agosto del cd THE NEW HISTORY, rientrano in pista i DHAMM (011) ovvero Andrea Lybra,Alex Lexh,Paolo Lupo,Luca Storelli,Nickk Reds e Manuel Brancalion. La band,   attualmente e' impegnata alla finitura del nuovo singolo L'IMMENSITA' , scritto a quattro mani da Luigi Pignalosa e da Enzo Leomporro (AUDIO 2), sembra che sara' lanciato sul mercato discografico nel mese di Febbraio. E' invece in allestimento un mini tour invernale da effettuarsi nei club musicali d'italia e non solo, infatti nel mese di Dicembre i Dhamm hanno gia' calcato il palco prestigioso del REMEMBER FESTIVAL BAR nella tappa live di ST.GALLEN in SVIZZERA insieme a tantissimi BIG della musica nostrana, IVANA SPAGNA, AUDIO 2, RICCARDO FOGLI, ANTONINO SPADACCINO, KEE MARCELLO, MORENO, CUGINI DI CAMPAGNA, MASSIMO FERRARI, i ragazzi di AMICI, ovvero, GIUSEPPE SALSETTA, NICK CASCIARO, GIADA AGASUCCI, CASSANDRA DE ROSA. 


Nuovo Protocollo d’Intesa tra Ambasciata dell’Ecuador in Italia e INPEF per garantire i Diritti dei Minori Ecuadoriani in Italia

0 commenti

Il valore dei risultati e della qualità

Siglato il nuovo Protocollo d’Intesa tra Ambasciata dell’Ecuador in Italia e Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare

Riconfermato il Gruppo di Lavoro Istituzionale per garantire i Diritti dei Minori Ecuadoriani in Italia

Alla luce dei risultati straordinariamente positivi ottenuti nel corso del 2015, lo Stato dell’Ecuador ha confermato per un altro anno il Progetto Integrato per la Tutela dei Minori Ecuadoriani in Italia, previsto dall’accordo siglato tra Ambasciata  e INPEF.

Lo scorso 19 dicembre, dunque, Sua eccellenza l’Ambasciatore Dr. Juan Holguin ha ufficializzato la proroga del progetto, riconfermando la medesima squadra: la professoressa Vincenza Palmieri, Presidente INPEF, e gli avvocati Francesco Miraglia e Francesco Morcavallo. 

Molto è ancora il lavoro da fare: “Continueremo a prenderci cura dei Minori e delle Famiglie – dichiara la Prof.ssa Palmieri – perché ora è il momento di formare ed informare. Bisogna fare in modo che tali risultati si radicalizzino. Aver riportato a casa i bambini che erano stati allontanati dalle loro famiglie – per interventi autoritativi – non esaurisce il nostro compito. Ora bisogna riallacciare i fili tagliati e fornire gli strumenti e le informazioni necessarie anche a prevenire gli allontanamenti e a sostenere le famiglie più fragili.”

La formazione – uno dei punti fondamentali indicati tra gli obiettivi del Progetto Integrato di quest’anno – infatti, non è altro che uno dei passaggi fondamentali del sostegno alle famiglie.

Corsi di formazione ed informazione, diretti alle comunità ecuadoriane dislocate nelle diverse regioni italiane, andranno ad affiancare l’ormai consolidato impegno a fornire tutela legale, interventi pedagogico-familiare e consulenza peritale nei casi in cui un bambino, figlio di cittadini provenienti dal Paese sudamericano, venisse allontanato dal nucleo familiare per iniziativa dell’Autorità Amministrativa o Giudiziale. 

Il progetto è nato dall’escalation di affidamenti a strutture protette, che avevano interessato minori ecuadoriani: un fenomeno che ha coinvolto circa un centinaio di bambini colpiti da provvedimenti definitivi di allontanamento dalla casa parentale. Bambini che poi i genitori non riescono più a rintracciare, a differenza di quanto accade in altri Paesi, come la Spagna, in cui i minori allontanati dalla famiglia vengono affidati ai parenti rimasti in Ecuador.

“Siamo onorati per la fiducia che il Governo dell’Ecuador ci ha accordato e confermato – commentano gli avvocati Francesco Miraglia e Francesco Morcavallo – e sarebbe auspicabile che un progetto come questo fosse di esempio anche per gli altri Paesi che in Italia annoverino comunità numerose, e per lo stesso Governo italiano, che parla spesso di famiglia, ma non per la famiglia, mai in suo vero favore”. 

“A differenza di altri Sistemi – fa eco Vincenza Palmieri – che, chiamati in causa, assumono un atteggiamento negazionista rispetto al  problema e ne sminuiscono l’entità, il Governo dell’Ecuador rappresenta un modello, perché richiede di comprendere il fenomeno e di intervenire, strutturando una solida alternativa.

Aver riportato a casa tutti questi bambini significa, fattivamente, aver scritto progetti, aver denunciato gli abusi, aver agito dal punto di vista normativo, delle relazioni umane, ma anche sul piano politico e mediatico. Credo non sia un caso che, ad oggi, non ci siano nuovi allontanamenti tra le famiglie ecuadoriane!
E’ proprio da questo successo che dobbiamo partire; su questo valore dobbiamo poggiare la nostra azione, amplificandola e moltiplicandone il risultato.

E’ il momento di standardizzare il ‘Metodo’ del Gruppo di Lavoro Integrato Inpef (Palmieri – Miraglia – Morcavallo) di modo che tale metodologia operativa venga fatta conoscere. Tale metodo – basato sulla sinergia degli aspetti Legali, Familiari,  Sociali e Peritali, rappresenta un sistema funzionale “a pieno regime”,  alla luce del quale continueremo ad attuare la nostra azione, a dire ciò che si deve dire, a dare il sostegno alle famiglie.

Perché non si avveri più il castigo della buona fede e della povertà!”

 

 


Pagina 1 di 1012345»...Fine »