segui LMN:     

Come scegliere un buon orologio da uomo

0 commenti

Oggi nel mondo della moda e del lusso è molto richiesto l’orologio da uomo che può essere di diversi tipi e soprattutto di diversi materiali con molteplici funzionalità. È molto richiesto perché è un oggetto elegante che può essere indossato in qualsiasi momento, specialmente nelle occasioni eleganti è molto apprezzato perché denota stile e classe in chi lo indossa. Poi è anche utile in quanto per sapere l’ora non dovremo fermare i passanti per strada oppure stare sempre a tirare fuori il cellulare con il rischio che ci caschi o che venga lasciato abbandonato da una parte. In definitiva un orologio da uomo è uno degli oggetti nel mondo della moda che più si regalano per ricorrenze particolari come compleanni o feste come il Natale.

 

 

                   Perché Regalare un Orologio da Uomo

Come detto prima è un oggetto molto comune ma estremamente di classe che può essere regalato in ogni occasione, infatti è sempre molto apprezzato qualunque sia il motivo del suo utilizzo. Possiamo decidere di indossarne uno perché ci piace come calza al polso, come si adatta su un tipo di vestito se abbiamo una riunione, per un fatto di comodità per non stare sempre a tirare fuori il cellulare per vedere l’ora. Quindi i motivi sono davvero tanti e ci permettono di capire quale è il giusto orologio da uomo che per noi, ne esistono di diversi modelli e soprattutto con molte funzionalità. Infatti possiamo contare su quelli subacquei e che mantengono uno stile inimitabile oppure su quelli che vengono personalizzati apposta con il logo della propria squadra del cuore come Juventus, Inter, Roma e Milan. Tra le tanti funzioni su cui possiamo contare abbiamo ad esempio il cronometro che può aiutarci mentre facciamo esercizi fisici o per la preparazione di alcuni discorsi, il timer se stiamo cucinando o per dei limiti di tempo che dobbiamo rispettare, l’illuminazione automatica se dovessimo trovarci in un posto particolarmente buio ed infine l’orologio per rimanere sempre connessi con tutte le città all’estero. Quindi acquistare un orologio che abbia tutte queste funzioni significa andare sul sicuro e soprattutto di non sbagliare regalo in nessuna occasione.

 

                     Diversi Modelli di Orologio da Uomo

 

Esistono diversi modelli di orologio da uomo che si possono regalare e soprattutto di diversi materiali che risaltano la loro bellezza in qualsiasi momento. Abbiamo sicuramente quelli fatti in oro che colpiscono immediatamente l’occhio e che presentano in alcuni casi il cinturino in pelle, quelli fatti in titanio che trasmettono molta eleganza specialmente se indossati sotto un vestito ed infine quelli in acciaio che sono  meno costosi rispetto agli altri ma riescono ugualmente a conferire un grande senso di bellezza e di stile. Poi abbiamo gli orologi da tasca che rimandano ai tempi passati in quanto una volta andavano di grande moda, ora questo tipo di orologio si può trovare a buoni prezzi e soprattutto è famoso per la sua enorme comodità e semplicità. Se vogliamo restare sempre alla moda possiamo optare per degli orologi da uomo con movimento al quarzo, ottimi per loro enorme semplicità di uso e soprattutto per la loro bellezza che risalta con ogni tipo di abbigliamento.


Hypotetis: Fabrizio Maci racconta l’ipotesi su un progetto abortito

0 commenti

McLuc Culture presenta: Hipothesis – Esposizione di Fabrizio Faber Maci. Presso il Modulo Eco. P.le della Pace, Parma. Dal 9 al 23 Aprile 2017.

Abiti di scena e delle sfilate spettacolo, disegni di collezioni, l'esperienza di crazy people events, visioni sull'ipotesi concettuale di un progetto abortito.

Inaugurazione 9 Aprile ore 19.00

"Con Hypothesis c’è un percorso di ricerca durato 15 anni, tra sfilate spettacolo, abiti di costume per il teatro e per cortometraggi, collezioni per case di moda e performance che ipotizzano un vestire concettuale poi abortito 15 anni fa. I progetti interrotti hanno sempre un sapore amaro e mai concluso.

E’ sospeso lì nell’aria come quando si spingono gli occhi di lato a cercare una ipotesi che possa ri-materializzarsi. Oppure che possa essere ripresa e darle nuova destinazione e ispirazione. "

Biografia:
Ideatore di McLuc Culture.
Fashion designer, cesellatore designer argento, decorazione dei tessuti. In Italia e a Parigi. Direttore creativo, Cool Hunter. Trend book. Ricerca dei nuovi linguaggi e le culture urbane.
Tra le sue esperienze: Teatro dilettantistico, costumista, doppiaggio, giornalismo, la radio. L'impegno politico e sociale. Promotore dell'affemazione della creativita' come messaggio per la sensibilizzazione sociale.
Per la realizzazione collettiva e indipendente dei progetti culturali.
Ha pubblicato tre raccolte di poesie, racconti, articoli sulla moda e le culture emergenti. Sfilate spettacolo, organizzazione di eventi dedicati alla creatività urbana.

Modulo Eco. P.le della Pace, Parma.
Inaugurazione 9 Aprile ore 19.00


Facebook, 2 milioni di utenti morti per errore

0 commenti

Il colosso Facebook ci dà per morti. È successo a circa due milioni di utenti del famoso social media che si sono ritrovati a leggere la notizia del loro decesso…  Facebook, 2 milioni di utenti morti per errore


Ironia e polemica di Antonello De Pierro contro politica da Contini a Roma

0 commenti

Il giornalista presidente dell'Italia dei Diritti è intervenuto all'evento in occasione della presentazione della nuova collezione dello storico marchio, esprimendosi a  sostegno del commercio, stritolato da norme soffocanti dell'attuale ordinamento giuridico

 

 

Roma – Il copione della vigilia lasciava già presagire un enorme successo per la presentazione ufficiale della nuova collezione di articoli da regalo di Contini, lo storico esercizio commerciale capitolino, ma la realtà ha superato ogni più rosea previsione, con un'inimmaginabile ressa che ha invaso tutta via Appia, l'arteria stradale dove lo stesso è ubicato, tanto da creare problemi anche alla viabilità, particolarmente intensa in quella zona cittadina. Il tam-tam scatenato da Giò Di Giorgio, deus ex machina dell'evento, ha funzionato alla perfezione, richiamando un esercito smisurato di persone, nemmeno lontanamente ipotizzabile solo qualche ora prima, con numeri da rischio di turbamento dell'ordine pubblico. Di certo comunque bisogna registrare un pomeriggio di passione per chi ha scelto quel tratto di strada per il suo transito nelle ore di durata della straordinaria esposizione, con non pochi malumori tra gli automobilisti che nemmeno lontanamente si aspettavano un fiume umano da concerto rock sulla nota consolare romana.

Il nome del testimonial del rendez-vous, il comico Antonio Giuliani, ha indubbiamente influito sull'affluenza, e qualcuno più fortunato è riuscito a farsi scattare una foto ricordo o a immortalarsi in un selfie con il celebre artista. Per il resto, sono stati i professionisti dei flash a raffica accreditati a monopolizzare gli scatti, mentre la stragrande maggioranza degli astanti si è dovuta accontentare di qualche click a distanza con lo smartphone.

Un turbinio di flash dei numerosi paparazzi accorsi all'interno del locale ha investito anche gli altri ospiti, tra cui il giornalista presidente dell'Italia dei Diritti Antonello De Pierro, direttore di Italymedia.it, passato agli annali dell'etere capitolino come ex direttore e voce storica di Radio Roma, che non ha voluto mancare all'appuntamento, come sempre, quando gli è possibile, a sostegno di realtà imprenditoriali e commerciali.

"Sento il dovere civico e morale — ha dichiarato polemico e ironico al contempo — di esplicare il mio supporto a chi ancora ha il coraggio di proseguire nella gestione di attività commerciali, o meglio, di continuare a investire. Mi inchino di fronte a questi arditi cittadini, che la politica degli ultimi anni, nel nome della lotta all'evasione e del risanamento della fiscalità statale, ha stritolato tra le maglie di tasse e imposte e schiacciato pertanto sotto il macigno della pressione fiscale. Ci troviamo di fronte a degli eroi, che riescono a sfidare tutti gli elementi avversi imposti dalle norme sempre più stringenti e ostili, le quali, invece di  incentivare gli investimenti, scoraggiano e demoralizzano, decretando la morte del piccolo commercio. Sono tanti valorosi che hanno scelto di continuare, nonostante sappiano che il vampiro statale è lì pronto costantemente a succhiare il frutto pecuniario della fatica e delle energie profuse nel lavoro d'impresa. Nel caso di specie dello storico marchio Contini credo che ci sia una fusione di più elementi portanti che ci permettono ancora di godere dei suoi prodotti. Da un lato ci sono la voglia, la passione, che generano e nutrono l'audacia imprenditoriale, dall'altro l'affetto per la tradizione, l'attaccamento vero e inoppugnabile a una continuità d'impresa difficile da coartare. E il risultato di ciò si riscontra ictu oculi nell'ottima riuscita dell'evento odierno".

Tra gli altri sono intervenuti le straordinarie attrici Adriana Russo e Luciana Frazzetto, Pierfrancesco Campanella, l'on. Antonio Paris, la modella Marika Oliverio, Antonio Jorio, Riccardo Bramante, Ester Campese, i Milk & Coffee, Daniela Diaferio, Roberta Salvagnini, Roselyne Mirialachi, Oscar Garavani, Elisabetta Viaggi, Antonella Uspi, Sara Pastore, Maria Elena Fabi e Sabrina Tutone.

(Foto di Laura Pelargonio)


Amarsi Evento Contro la Violenza sulle Donne il 05 Maggio a Ferrara Teatro Centro Sociale Il Quadrifoglio viale Girolamo Savonuzzi, 51

0 commenti

Amarsi Evento Contro la Violenza sulle Donne il 5 Maggio 
Associazione Al Andalus presenta presso
Il Teatro Centro Sociale Il Quadrifoglio viale Girolamo Savonuzzi, 51 Ferrara.
La manifestazione si svolgerà:
Concerto Musicale 
Talk Show
Interviste
Danza
Dalle 19.30 Cena Multi Etnica (Adulti 15 €uro – Bambini 8 €uro)
PERCHE’?
Tutti amiamo apparire al meglio…
Il nostro aspetto è importante, e spendiamo molto nella cura della nostra immagine esteriore. Ci teniamo così tanto, che spesso dimentichiamo la nostra vera immagine…quella interiore
La trascuriamo, e permettiamo ad altri di danneggiarla e sfigurarla con catene fatte di paure e violenze.
Ma la vera violenza, è quella che facciamo contro noi stessi quando non ci ribelliamo a queste catene.
Il più delle volte la ribellione non è trasgressione……., è saggezza!!

Obiettivi
L’evento vuole essere un richiamo, una forte voce attraverso la quale attirare l’attenzione su un problema che non accenna a diminuire, anzi…Questo evento però, non vuole solo denunciare ma anche informare sulle possibilità e gli aiuti che una vittima di violenze può ricevere. Proprio per questo la serata, prevede l’intervento a rotazione di professionisti e nomi importanti che tratteranno il tema della violenza dai diversi punti di vista. Ma questo evento vuole anche celebrare ogni vittima di violenza attraverso un linguaggio mondiale: la musica. Infatti, la serata verrà colorata con voci femminili che canteranno sia assieme che singolarmente nella lingua araba e italiana.
Questa scelta arriva a sostegno del concetto che la violenza non appartiene a nessuna cultura o paese, ma purtroppo è un problema che attanaglia tutto il genere umano indistintamente dal sesso, religione, estrazione sociale ecc..

https://www.facebook.com/amarsievento/

https://sakinaalazami.com/amarsi-evento.html

 


La lodevole iniziativa di Francesco Conte volta all’istruzione

0 commenti

Con il progetto “readytoMix”, sviluppo di un interesse alla cultura e socializzazione

 

Il famoso barman Francesco Conte, noto per tanti trofei conquistati in Italia con la partecipazione a vari concorsi di settore che lo hanno poi portato a disputare altre gare all’estero, dove in molte è uscito trionfatore dalle dispute portando alto il nome dell’Italia ha, nel suo locale “bomboniera del gusto del buon bere miscelato e non”, il Drink & dream, lo Shaker club di Aversa, in p.tta San Paolo, 10, promosso il progetto “readytoMix” attraverso una sua eloquente lezione. Conte ha praticamente percorso, con un suo trasmettere da vero e grande professionista, un excursus della storia del bere, quel buon bere miscelato con l’evoluzione dalla sua nascita fino a giungere ai giorni nostri. A sostegno dell’iniziativa è intervenuta l’azienda Elmeco, leader nel proprio settore non solo in Italia ma, che ha ottenuto una grande espansione con presenza nelle Americhe, in Russia e in Giappone, Filippine, la Turchia, Taiwan e la Malesia ed ha fondato una seconda sede a Charlotte, Nord Carolina. Ed ancora sponsor di “readytoMix” troviamo il nostro grande liquore Strega Alberti di Benevento che oltre ai prodotti utilizzati per i cocktails offerti nell’incontro ha fatto assaporare i suoi eccezionali Goccioloni di finissimo cioccolato ripieni dello storico liquore, le distillerie Petrone di Mondragone con il suo liquore al cioccolato e Guappa l’unico liquore con latte di bufala campana, l’azienda Assaggi di cuore di Parete CE con i suoi nettari di frutta, la Barbera  di Trentola Ducenta CE con il suo caffè e la romana Pallini con il rum Gosling e la Ginger beer sempre Gosling. Come ha sostenuto sia Conte, che Salvatore Cortese titolare delle officine Elmeco e fondatore dell’azienda produttrice di particolari ed innovative macchine refrigeratrici a Casandrino NA, pur senza spingere tanto sugli inviti all’incontro tenutosi nel suddetto locale di Aversa, in virtù dell’interesse suscitato nei barman e stampa di settore ed anche e soprattutto per la stima e l’apprezzamento che in tanti hanno per il grande barman, si è registrata un’affluenza di persone che oltre a riempire all’inverosimile le sale del Shaker Club aversano, hanno seguito con attenzione e passione l’intera manifestazione, aprendo alla fine un dibattito veramente interessante e costruttivo. E’ intervenuto il mondo scolastico, e cosa di gran merito, i rappresentanti di tutte le associazioni dei barman e del settore ristorativo che come afferma Conte: “Sono soddisfatto di quello che ho organizzato oggi per aver saputo essere partecipe di un gran momento di incontro, senza divisioni di sigle, frontiere e schemi per divulgare il buon bere miscelato, un vero associazionismo professionale”. Come ci spiega Conte, con il progetto “readytoMix”, si realizza in modo moderno e tradizionale, rispettando le storiche regole, un Frozen, che ansichè essere elaborato con il metodo tradizionale del blend, viene realizzato in macchina con la possibilità di realizzare la ricetta in base alle esigenze richieste dal barman sia per gli ingredienti che per la diluizione. La differenza sta nel fatto che facendo un cocktail nel blend gli ingredienti si mischiano con il ghiaccio, mentre con le macchine Big Biz dell’azienda campana suddetta, viene preparata la ricetta che viene resa poi granita ed il vantaggio è che servendola al cliente, man mano che ovviamente si scioglie nel corso della degustazione, rimane sempre uguale sia nell’organolettica che nel volume alcolico e non annacquata dal ghiaccio. Conte ci ha parlato anche del suo rapporto di amicizia ventennale con Cortese e della collaborazione sul progetto “readytoMix” dallo scorso anno con il conseguente successo ottenuto sino ad ora che mira a nuove conquiste. Infatti nel 2016 la Elmeco ha promosso e sostenuto un corso di formazione per barman nell’istituto alberghiero di Scampia, dove docente – formatore è stato Conte, ed in questa circostanza il noto barman ha sviluppato e proposto l’idea “readytoMix”, formulando una tecnica di miscelazione che combaciasse con le esigenze dell’azienda. La formazione dei 18 ragazzi di Scampia, ha avuto gran successo, perché i tre che hanno dimostrato attraverso una esame-gara di fine corso di essere i più meritevoli, hanno vinto la partecipazione ad eventi con l’azienda negli Stati Uniti, ed ancora in Malesia, Filippine e Tailandia realizzando ricette con la tecnica “readytoMix”. Queste cinque ricette di Cocktail elaborati con i macchinari di Cortese, che è stato anche l’ideatore della prima macchina per la produzione della granita nel Mondo, sono stati serviti a tutti gli ospiti nel corso dell’incontro oggetto di questo articolo. Quest’anno l’idea si è sviluppata coinvolgendo due istituti alberghieri quello di Scampia e quello di Castel Volturno nella sede di Pinetamare, con due corsi ed al termine un esame e da questo attraverso una prova orale ed una pratica, che è la reinterpretazione di una ricetta classica, un emergere di tre alunni per istituto che parteciperanno ad una sfida che coinvolgerà quindi, i più meritevoli.

Giuseppe De Girolamo


Pagina 1 di 19112345»...Fine »