segui LMN:     

Acquari e bambini

0 commenti

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-parent:”";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:10.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
line-height:115%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:”Times New Roman”;
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;
mso-fareast-language:EN-US;}

S. MARIA LA CARITA’ (NA) – Un’iniziativa simpatica in occasione del Carnevale è partita da un negozio di pesci tropicali “Acquari d’élite” di S. Maria la Carità (NA), che ha invitato tutti i bambini mascherati a fare qualche foto davanti agli acquari proprio per stimolare la loro voglia di osservare e di porre qualche domanda…

Nell’ultimo ventennio l’acquariofilia, riferita anche ai grandi acquari, è cresciuta e si è evoluta a dismisura diventando spesso anche uno strumento educativo.

Spesso si sente parlare di "edutainment”, una nuova parola per esprimere il legame tra education ed entertainment (educazione e intrattenimento) perché l’acquario può diventare uno strumento utile per la crescita del bambino.

Studi del settore confermano che l’acquario usato per usi didattici è riuscito a suscitare importanti spunti d’interesse.

L’acquario, quindi, può essere utilizzato come un vero e proprio modello educativo… naturalmente dovrà essere gestito da una persona adulta e preparata.

Un acquario attira a sé l’attenzione dei bambini, favorendo la socializzazione, il dialogo e la formazione di un gruppo. Esso comporta un progressivo "essere responsabile" di ogni membro che avrà un compito per gestirlo rendendosi man mano conto dell’importanza dell’aiuto reciproco per ottenere un risultato comune.

Per i ragazzi più grandi è possibile anche mostrare con alcuni pesci, soprattutto gli ovovivipari, il ciclo della vita partendo dall’accoppiamento, la nascita degli avannotti e la loro crescita… proprio per le specie ovovivipare la riproduzione in acquario è semplice e ogni volta che avviene è sempre un momento di gioia ed emozione per tutta la famiglia.

Oggi gli smartphone ed i tablet stanno sempre più abbattendo le curiosità dell’infanzia e qualche minuto davanti ai tanti pesci colorati significa interrompere questa ormai dipendenza e quest’uso improprio dei mezzi tecnologici usati spesso dai genitori come mezzo d’intrattenimento per i loro figli – dice il titolare Enzo- basterebbe solo dedicar loro un po’ di tempo in più e illustrare le bellezze della natura, preferire ad allestire un piccolo acquario invece che tenerli per ore avanti alla televisione.

Insomma, un piccolo angolo di natura in casa giova a tutta la famiglia perché non provarci!


Come scegliere la cuccia migliore per un pastore tedesco

0 commenti

Una cuccia per pastore tedesco è un oggetto molto particolare da poter acquistare vista la grande gamma di prodotti che possiamo comprare. Per capire quale effettivamente sia la migliore dobbiamo tenere contro di diversi aspetti: ambiente esterno e interno, materiali, caratteristiche e colori. Andiamo a vedere nel dettaglio come possiamo districarci su questa questione e in quale cuccia il nostro amato animale potrà stare meglio.

 

 

  

             Com’è costruita una Cuccia per Pastore Tedesco

Le cucce per pastori tedeschi sono tra quelle più vendute nei negozi per prodotti per cani poiché si tratta di una cane di grossa taglia ed è uno dei più amati nel mondo canino. Spesso un cane piccolo tende a stare sul letto del padrone, non è ingombrante e se ben trattato non crea nessuno disturbo a coloro che ci dormono. Per un cane grande, e in particolare per un pastore tedesco, è diverso in quanto spesso starà fuori e avrà bisogno di una cuccia confortevole e abbastanza grande per le sue dimensioni. Le cucce per il nostro cane sono costruite con diversi materiali che sia adattano perfettamente alle condizioni meteorologiche esterne  Le cucce in resina sono costruite con derivati plastici, sono ottime per chi vuole una cuccia sicura poichè sono indeformabili e molto resistenti agli agenti esterni ed anche traspiranti ed isolanti. Molte cucce per cani invece sono realizzate in legno poiché è ecologico, economico ed è il materiale isolante più forte rispetto agli altri e riesce a tenere al fresco il nostro cane. Le cucce in plastica sono quelle più economiche ma il rischio di deterioramento è minimo rispetto a quelle di legno e sono più facilmente trasportabili dal negozio a casa. Contro i parassiti sono ottime, ma non proteggono bene fido dal caldo e dal freddo . Il legno naturale di pino e di abete è molto richiesto, infatti protegge dalle intemperie e quando riusciamo ad acquistarne una che è anche ecologica è ancora meglio.

 

                                  

 

                                  

                      

           La Cuccia per Pastore Tedesco Esterna e Interna

Le cucce per pastori tedeschi possono essere da interno  e da esterno. Dipende dalla volontà dei padroni e dalle condizioni climatiche esterne.  Le prime sono più semplici e possono essere dei grossi cuscinoni di forma ovale che, grazie anche all’aggiunta di lenzuola e altra biancheria , rendono più confortevole il riposo del nostro amato amico a  quattro zampe; sono molto utilizzate qualora fuori dovesse esserci il gelo, un temporale particolarmente violento o semplici rumori che danno molto fastidio al nostro cane.  Le seconde sono costruite con diversi materiali come detto sopra e presentano diversi colori: si va dal giallo che richiama il colore del sole al bordeaux che ricorda una casa solo che in miniatura, dal viola simbolo di modernità e fantasia  al nero che raffigura il riposo e il dormire. Entrare in una cuccia vuol dire che deve essere molto spaziosa dove si poggia la testa e ancora meglio se è provvista di un cuscino o di un lenzuolino avvolto per bene. Le forme delle cucce sono molteplici,  infatti avremo cucce quadrate e molto spaziose e invece cucce  rettangolari che presenteranno tanta lunghezza per far stendere il nostro pastore tedesco.

 

Un cane tuttavia potrà essere molto restio ad entrare dentro la cuccia perché magari non la sentirà come casa sua o semplicemente perché vorrà stare più comodo  in un ambiente interno; la soluzione è farcelo abituare fin dai primi mesi di vita e fargli vedere che è un ambiente sicuro e confortevole. Inoltre sistemare la cuccia non troppo lontano dalla porta di casa lo aiuterà a non farlo sentire abbandonato e allo stesso tempo svilupperà in lui un forte senso di protezione per tutto il territorio circostante. 


Iniziativa social “Pets And The City”

0 commenti
Chi sceglie di crescere un animale in fondo decide di diventare come un ‘'genitore'’ per questi cuccioli e deve quindi farlo in maniera responsabile, coscienziosa, prudente e definitiva.
Questo grande amore, vuole celebrarlo il negozio di Trani "Pets and The City" con una iniziativa social che invita il pubblico di instagram di
 
- SCATTARE UNA FOTO DEL PROPRIO ANIMALE 
- POSTARLA SU INSTAGRAM 
- TAGGARE @PETSCITYTRANI
- LE PIÙ BELLE SARANNO CONDIVISE SUL LORO PROFILO INSTAGRAM: https://www.instagram.com/petscitytrani/


Prezzi delle Cucce per Cani: Scopriamoli

0 commenti

Cani e gatti, con il passare degli anni, diventano sempre più una vera e propria parte della famiglia. Si investono sempre più soldi per i loro alimenti, per portarli dal veterinario, per fargli trascorrere le vacanze con noi e per dare loro i comfort più lussuosi. Se in passato la maggior parte di loro era abituata a dormire sullo zerbino di casa, oggi, le cucce per cani sono diventate un acquisto must per ogni padrone degno del proprio cucciolo. Ma questa compera più risultare più costosa del previsto: analizziamo le fasce di prezzo delle cucce per cani.

 

Budget Mini: da 2€ a 15€

La prima cosa da considerare, prima dell’acquisto di una cuccia, è il luogo nel quale la si vuole posizionare. Esistono, infatti, due mini categorie: le cucce da interno e quelle da esterno, che si differenziano principalmente dai materiali con cui sono fatte. Con un budget piccolo che può partire dai 2€, possiamo trovare cucce simpatiche che sembrano mini tende da campeggio per i propri animali, fatte con un materiale di plastica sottile. Certamente queste andranno le bene solo per le taglie più piccole.

 

Spendendo invece 10-15€, possiamo acquistare delle cucce che consistono in grandi e morbidi cuscini, con bordi o senza a seconda della variazione di prezzo, che potranno accogliere cani anche di razza medio-grande.

 

Budget Medio: da 15€ a 50€

Con questo budget ancora non possiamo permetterci le cucce in legno da esterni.. Ma possiamo invece acquistare un modello aggiornato di quelle precedenti! Cuscini più imbottiti, forme a cuore, cucce chiuse e con cuscini doppi, si tratta soprattutto di modelli da interno per dare un comfort extra ai nostri animali, e un tocco di stile che non sarà nocivo quando la cuccia sarà posizionata in soggiorno.

 

Budget Alto: da 50€ a 200€

Superato lo scalino dei 50€, si suppone che per i propri amici a quattro zampe si è disposti a spendere una somma più corposa. Iniziano infatti ad essere abbordabili le cucce di legno, perfette per resistere all’atmosfera esterna. Queste sono le cucce ideali per i cani di taglia grande, sia per lo spazio che per i materiali della cuccia stessa: si possono trovare infatti, cucce in plastica, in resina, con sistema di ventilazione, di drenaggio, di apertura automatica della porta… Insomma, si passa da una Single Room ad una Suite!

 

Budget per Very Important Puppies: da 200€ in poi

I prezzi per le cucce per cani non potranno mai essere troppo alti. Spendendo 200€ o più si possono aggiungere una serie di comodità non da poco, che vanno da servizi di videosorveglianza, a materiali iper-resistenti… Chi più ne ha più ne metta! L’importante è che oltre alle cucce di lusso, cani e gatti ricevano tutto l’amore dai loro padroni.. Ma attenti a non viziarli troppo, perché i padroni potrebbero diventare loro, e gli animali domestici diventereste voi!


LA CULTURA COME ASPETTO DISTINTIVO DA VALORIZZARE

0 commenti

 

LA CULTURA COME ASPETTO DISTINTIVO DA VALORIZZARE

Nasce il progetto “Cultura e diffusione” dove cultura ed imprenditoria s’incontrano.

“La cultura non è un trofeo con un logo da mostrare al proprio ingresso, è una responsabilità,  un effettivo contributo al miglioramento sociale.                             Un buon prodotto nasce dove c’è qualità, e la qualità nasce dove c’è una base culturale profonda”, Green Pet’s srl

Storie dal fondo e Gioventù d’Asfalto, i miei primi due romanzi, verranno nei prossimi mesi abbinati ai prodotti della Green Pet’s.                                            Sono contento di questa ulteriore diffusione delle mie storie, di questo innovativo e mirato modo di avvicinare il mondo dei libri a quello di un’azienda etica, dai prodotti italiani, nata oltretutto dove quei due romanzi si muovono, nel territorio comune alle storie da me narrate. Ho sempre pensato che gli animali fossero migliori degli umani, lo pensavo da bambino, lo penso a maggior ragione oggi, per questo i miei protagonisti letterari sono certo saranno felici di questo loro nuovo Viaggio, di questa nuova opportunità…”, Massimiliano Santarossa

Questo è il filo conduttore che ha visto collaborare una giovane azienda del pordenonese, la Green Pet’s srl, una delle realtà italiane più interessanti nel panorama della vendita a domicilio di prodotti per cani e gatti e Massimiliano Santarossa, uno dei più amati scrittori italiani di questi anni.

In occasione del suo secondo anno di attività Green Pet’s srl ha deciso di restituire parte dei propri profitti ai suoi clienti, sotto forma di “valore aggiunto:, cultura omaggiando i suoi clienti, non con il solito gadget ma con un romanzo dello scrittore….

 

Secondo noi, Arte ed impresa dovrebbero operare in sinergia, valorizzando il territorio e  le proprie eccellenze…..


Enrico Nadai con la “Piccola Orchestra Veneta ” a Mareno di Piave (TV)

0 commenti

Venerdi 13 Maggio alle ore 21.00 presso l'Auditorium del centro culturale comunale di Mareno di Piave (TV) si terra' il concerto "DAL BAROCCO AL POP"

con la "Piccola Orchestra Veneta" diretta dal Maestro Giancarlo Nadai che presentera' musiche di Charpentier, Bach, Monti, Uccellini, Doni, Lennon, Paoli.

Ospiti della serata saranno inoltre il soprano Loredana Zanchetta, le violiniste Giada Visentin e Teresa Vio, la pianista Sabrina Comin e il cantante Enrico Nadai.

Presenta l'evento Elisa Nadai.

Il concerto e' organizzato dall'Universita' degli Adulti di Mareno, che festeggia il decennale di fondazione, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale/Assessorato alla cultura.

Ingresso libero. 


Pagina 1 di 812345»...Fine »