segui LMN:     



Green Tours in Sicilia


0 commenti

 

In autunno ci sarà la promozione dei percorsi che racconteranno ai turisti di tutto il mondo l’arte, la cultura, la buona tavola, le bellezze del territorio della Sicilia Sud-Orientale: è il progetto Green ToursItinerari del Gusto.
…Continua su Ecoturismonline.net 


Michele Cucuzza racconta la Notte Bianca di Termini Imerese

0 commenti

“Una bella notte in bianco”, questo lo slogan della nona edizione della notte bianca di Termini Imerese. La città vive, si animano tutte le strade, e il tripudio di colori, di sapori, di odori e di suoni investono e abbracciano briosamente il pubblico che anima le vie di questa notte calda del 1°agosto. Organizzata dall’attivissima e giovanissima Amministrazione comunale, in collaborazione con le varie agenzie di eventi, tra cui la Pubbjmage di Giusy Randazzo di Palermo,  l'evento è stato raccontato dal giornalista RAI, conduttore televisivo e radiofonico Michele Cucuzza, che ha colto tutti gli aspetti della tradizione di Termini Imerese. Il tour insieme a Michele Cucuzza, e al Sindaco Salvatore Burrafato, e agli assessori Paolo Cecchetti e  Donatella Battaglia, comincia dal Museo Civico “B. Romano”, con la visita alla mostra “Kairos” di Sonia Ros, “Figure del desiderio”, a cura di Roberto Bigotti Ruggi D’Aragona. Opere di arte contemporanea allestite all’interno del museo, che creano una sinergia tra il passato, attraverso il patrimonio storico e archeologico, con la modernità, attraverso le tele dell’artista veneziana; un  viaggio nel passato che culmina nelle suggestione della contemporaneità. Michele Cucuzza si dice entusiasta di poter essere ritornato in Sicilia a Termini Imerese, per la promozione del patrimonio storico, culturale e culinario siciliano, che merita di essere raccontato e promosso in tutto il mondo.  Si entra nel vivo della notte bianca, incontrando gli esercenti e gli artigiani locali della città, assaporando il grande “protagonista” della serata, il cibo di strada, street food: “pane e panelle”, “panini con milza”, gelati artigianali, pizze e tanto altro. Ad animare le vie della città, i musicisti e i cabarettisti.

Verso mezza notte Michele Cucuzza insieme al Sindaco e agli Assessori, sul palco di piazza Crispi,  fanno il resoconto positivo della serata: i commercianti, si dicono entusiasti di aver potuto fare da vetrina, in un momento di crisi; il Sindaco, contento della presenza di Cucuzza, che ha potuto cogliere le bellezze della città, regala al noto conduttore e giornalista, una t-shirt, con una scritta che dice: “Termini Imerese, il mio cuore è qui!!!”, che simbolicamente rappresenta il grande affetto e l'invito di ritornare in città, rivolto a Cucuzza da parte dell' Amministrazione comunale.

 Il gran finale è stato eseguito in piazza Crispi, con il concerto dei Carboidrati, giovane band composta da sei artisti che dal 2010 ad oggi si sono aggiudicati alcuni premi partecipando a diversi Festival della musica italiana e, nel 2013, hanno partecipato al talent televisivo Amici. La serata sul palco della piazza, è stata presentata da Nino Re di Radio Panorama.

La notte bianca, si è rivelata un grande successo dell’Amministrazione comunale, che con passione ha svelato quanto vale una città siciliana, e soprattutto, attraverso la presenza del siciliano Michele Cucuzza, ha dimostrato che la Sicilia è ricca, di storia, cultura, cibi, arte, unite ad un mix di bellezze paesaggistiche.

Lara Dimartino

            


Marco Morelli “estraneo ai fatti”: archiviazione per il crac Amato

0 commenti

Amato, luglio 2013 il Gip di Salerno, su richiesta del pm, aveva archiviato la posizione di Marco Morelli, ex vicedirettore generale del Monte dei Paschi di Siena, "per accertata estraneità ai fatti contestati".


Intervista ad una Pedagogista Familiare

0 commenti

Abbiamo incontrato Sabrina Di Giacomo, Laureata in Filosofia, ora Pedagogista Familiare, recentemente diplomata presso l’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare. Quello che vogliamo comprendere, al di là del significato e dell’essenza di questa figura professionale, è l’impatto di crescita che tale approccio ha avuto per e sulla persona.

 

Come sei arrivata a conoscere la professione del Pedagogista Familiare ed in particolare l’INPEF?

Ho scoperto l’INPEF e la sua intensa attività di Formazione e Tutela dei Diritti Umani nel 2012, navigando sul web in cerca di un Master che mi convincesse, che sentissi nelle mie corde. La mia ricerca era iniziata già nel 2010, avevo valutato diversi percorsi formativi nella mia Regione, la Puglia, ma non mi avevano convinto, li ritenevo troppo teorici e poco pratici. Dopo aver conseguito una laurea in Filosofia ero in cerca di uno spunto pratico, per rendere fruibili i contenuti che mi avevano entusiasmato durante il percorso Universitario e che, molto spesso, non risultavano accessibili a tutti. Stavo già lavorando nel campo della formazione ma avevo voglia di ampliare le mie conoscenze. Quando ho letto le attività dell’INPEF mi sono sentita coinvolta e ho contattato l’Istituto, ho avuto un colloquio con la Prof.ssa Palmieri che mi ha chiarito ogni dubbio e così, a ottobre del 2012 sono partita per Roma per prendere parte alla prima lezione del Master in Pedagogia Familiare.

 

Che percorso hai fatto?

Il percorso che ho fatto all’INPEF si può definire un vero e proprio viaggio alla scoperta di me stessa. Quello che ho imparato in questi due anni mi ha permesso di rivedere, con nuovi occhi , anche il mio percorso scolastico e di comprendere alcune difficoltà che avevo anch’io e che, soprattutto al liceo, mi hanno creato un senso di inadeguatezza perché non riuscivo a conseguire i risultati sperati in greco e latino, nonostante il mio impegno e la mia passione per le materie. Grazie al Master in Pedagogia Familiare ho potuto utilizzare al meglio le mie competenze artistiche per esplorare nuovi modi per insegnare. Si può dire che ho fatto un percorso bidirezionale: da una parte, sono riuscita a compenetrare il disagio scolastico partendo dalla mia esperienza, e dall’altra mi sono spinta verso l’esterno acquisendo informazioni utili per lavorare con ragazzi/e di tutte le fasce d’età. All’INPEF si lavora anche su se stessi e questo è importante.

 

Quali sono i punti di forza dell’INPEF?

Sono diversi i punti di forza dell’INPEF, è un vero mix di Competenza, Esperienza e Passione.Tutti i docenti portano in aula la loro esperienza concreta e questo è un grandissimo punto di forza perché è proprio questa concretezza che manca all’uscita dell’Università; credo che la separazione tra vita Accademica e Lavoro sul campo sia ancora presente nella formazione Universitaria. L’INPEF, invece, è una realtà al passo coi tempi perché opera a stretto contatto con la società liquida in cui viviamo, è quindi “attrezzata alla navigazione”. Un altro punto di forza è l’accoglienza e lo scambio che viene favorito. Infatti ho avuto la possibilità di relazionarmi con colleghi e colleghe provenienti da tutta Italia con i quali siamo ancora in contatto per continui scambi di idee e per condividere progetti.

 

In cosa pensi di essere cresciuta?

Sicuramente sono cresciuta professionalmente perché ho acquisito competenze specifiche e spendibili ma credo di aver trovato anche una chiave di lettura che, a distanza di tempo, mi ha permesso di affrontare vecchi traumi “scolastici” che in alcuni momenti della mia vita hanno inciso moltissimo, rallentando il percorso universitario a causa della mania di perfezione indotta dall’Insicurezza. Ho ripensato ad alcune insegnati del liceo che ci sottoponevano a subdole umiliazioni, sicuramente in buona fede o perché anche loro vittime degli stessi metodi. Comprendendo sono riuscita a perdonare per essere diversa, abbracciando una scelta importante: quella di esplorare metodi creativi e accessibili per tutte le diverse intelligenze. L’apprendimento deve essere affascinante, deve indurre ad approfondire, deve divertire e rendere gioiosi. È questo ciò che voglio donare ai miei studenti e alle persone che si affideranno a me.

 

Cosa intendi fare di queste competenze acquisite, nel presente/futuro?

Ho già iniziato ad operare nel campo. Quest’anno, infatti, ho seguito due ragazzi ottenendo risultati davvero soddisfacenti Sono molto soddisfatta del lavoro che ho avviato e intendo organizzarlo sempre meglio, per diffondere nel mio territorio ciò che ho appreso in questi anni di formazione all’INPEF. Credo molto in questo progetto e condivido l’approccio dell’INPEF ai disturbi dell’Apprendimento, un approccio più pedagogico che diagnostico, che tiene conto dei differenti modi di accedere al sapere. Mi interessa tantissimo sviluppare la tematica del Diritto all’Apprendimento e sensibilizzare su questo aspetto, le Istituzioni locali. Per il momento opero attraverso la mia Associazione Culturale Contaminazioni che avevo fondato nel 2008, ci occupavamo della promozione dell’Arte in tutte le sue forme espressive ma nello Statuto avevamo anche inserito le attività di formazione e di promozione sociale. Inseguito sicuramente mi piacerebbe aprire una sede INPEF in Puglia, per le famiglie. Per il momento sto pensando anche di continuare a formarmi, ancora all’INPEF, attraverso il Master “SCUOLA NAZIONALE PERITALE, per CTP e CTU” per offrire un servizio sempre più efficace ed efficiente.

 

Ricordi una lezione particolarmente significativa per te?

 

Le lezioni più entusiasmanti e significative per me sono state quelle con la Prof.ssa Gravela che mi hanno permesso di scoprire un modo nuovo di fare scuola, ci siamo divertite a costruire gli strumenti didattici; in particolare la Lectio Magistralis “Comprensione, Comunicazione, Emozioni” con la Prof.ssa Palmieri è stata una lezione che ci ha permesso di esplorare la qualità delle relazioni che costruiamo. In un percorso di Pedagogia Familiare Comprendere le emozioni e riuscire a comunicarle è fondamentale. Il percorso nella sua interezza è stato un arricchimento incredibile. Sono molto soddisfatta della mia scelta e delle amicizie che sono nate in Itinere. Ho conosciuto persone straordinarie che mi hanno donato le loro storie. Non posso dimenticare una delle prime lezioni in cui ci siamo sottoposti al Genogramma con la Professoressa Izzo e abbiamo parlato delle nostre storie personali, delle nostre famiglie; tutto è avvenuto con naturalezza e spontaneità e nei momenti di commozione il gruppo si è mostrato solidale e compatto. In genere chi sceglie una professione di aiuto lo fa perché vuole comprendere meglio se stesso e l’altro ci offre uno specchio nel quale riconoscerci.


Il CCHR richiede il rinvio a giudizio per gli psicologi coinvolti nelle torture della CIA

0 commenti

22 luglio 2015

In seguito alla diffusione di diversi documenti scottanti, relativi alla partecipazione di psicologi alle torture eseguite dalla CIA presso la base statunitense di Guantanamo dopo l’attacco dell’11 settembre, la Citizen Commission on Human Rights (CCHR – associazione statunitense collegata ideologicamente col Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani, o CCDU) richiede il rinvio a giudizio per gli psicologi coinvolti. Secondo questi documenti, i vertici dell’APA (Associazione Psicologi Americani) sono stati i principali ideatori di quelle “linee-guida etiche” utilizzate da alcuni funzionari governativi durante i cosiddetti “interrogatori avanzati” – un eufemismo per la pratica di torture illegali e disumane.

Il direttore esecutivo dell’APA, il suo vice e il portavoce risultano implicati nel rapporto diffuso questo mese dall’ex procuratore federale David Hoffman, ora membro dello studio legale Sidley Austin: i vertici dell’APA erano “collusi” col Ministero della Difesa per aiutare la CIA ad abbassare lo standard etico e le linee guida, e permettere agli psicologi di partecipare alle torture. Il Dr. Stephen Soldz, membro dell’associazione “Medici per i Diritti Umani” chiede che il fascicolo di Hoffman venga trasmesso all’FBI come evidenza di un crimine federale da investigare.

Il CCHR però, chiede il rinvio a giudizio per gli psicologi coinvolti per violazione della” Convenzione delle Nazioni Unite contro la Tortura e altre forme di Trattamento o Punizione Crudeli, Disumane e Degradanti” (nota come CAT). Secondo l’articolo 2 di questa convenzione, infatti, tutti gli atti di tortura, e i tentativi di commettere tortura, e complicità nella tortura, sono reati penali, e non è possibile invocare “alcuna circostanza eccezionale” – incluso lo stato di guerra o qualsiasi altra emergenza pubblica – per giustificare la tortura.

Secondo il rapporto dello studio legale Sidley Austin, l’APA non si limitò a dare il suo consenso ai metodi d’interrogatorio avanzato (getti d’acqua in faccia, reidratazione rettale, quasi-annegamento, trascinamento e schiaffeggiamento di detenuti nudi ecc.), ma arrivò a consentire la partecipazione di psicologi alle torture.

Mentre la stessa APA “si rammarica fortemente, e chiede scusa, per il comportamento e le conseguenze che ne sono derivate”, e molti dei dirigenti implicati sono stati “messi in pensione” o hanno presentato dimissioni, rimane che, per anni, un’organizzazione sanitaria vincolata dal giuramento di “non nuocere” ha implementato linee guida atte a nuocere. E’ ora che giustizia venga fatta.

Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani onlus
Email info@ccdu.erg
www.ccdu.org

Fonte articolo :

http://www.cchrint.org/2015/07/22/cchrprosecutetorturepsychologists/
 


Serata d’eccezione per un progetto eccezionale

0 commenti

“Con il Cuore nel Piatto” ha successo un granello di beneficenza

 

Tre gli elementi che hanno caratterizzato una serata di successi per tanti protagonisti e persone che hanno creduto e sempre più, alla luce dei fatti, credono nelle loro iniziative. Bellezza e fascino di tante belle donne, gusto della bontà delle eccellenze enogastronomiche, ma soprattutto, solidarietà ed impegno a realizzarla da parte di tutti per un mondo che abbia un cuore; perchè come affermato dal presidente di “Un Mondo per Amico” l’On. Gilberto Casciani, che ha offerto l’ospitalità dell’evento ed il sostegno a “Con il Cuore nel Piatto”,“COL CUORE SI VINCE SEMPRE” .

Questo è stato lo spirito di una serata, che si è svolta a Mondofitness, ed ha unito due momenti significativi, quello del brindisi per l'anniversario di vita di Mondofitness e quello della consegna d'un assegno di  9.663,79  alla Dott.ssa Morena Peccarisi, economa del Bambin Gesu’ ,  in rappresentanza della grande famiglia di  Con il Cuore nel Piatto. Artefice dell'ottima riuscita dell'evento è stata la giornalista di RaiUno Camilla Nata, che come in TV ha saputo brillantemente passare da La Vita in Diretta a Estate in Diretta con due format diversi ed occupandosi di argomenti diversi, anche in questa serata ha unito tutti presentandoli dal palco dove è avvenuta la consegna dell'assegno relativo alla somma raccolta per beneficenza, rispondente all'iniziativa “Con il Cuore nel Piatto”. Luminosa nella sua persona, briosa ed attenta in ogni particolare come deve essere una grande professionista, Camilla Nata ha donato ad una serata, già di per se particolare ed interessante, una ulteriore vena di successo. Bellissima, nel suo sfavillante abito da sera della Samanta Pan Couture, con un strascico di gran lunghezza, dal colore azzurro e bianco che sembrava un bel mare increspato che trovava serenità vestendo la sua sirenetta Camilla con un colore blu che restava appagato nell’incontrare la dolcezza ed il “Cuore” di questa fantastica donna, la nota giornalista Tv ha invitato sul palco i vari ospiti e personaggi presenti all’evento. Man mano si sono aggiunti in tanti formando il gran gruppo di protagonisti che telecamere e fotografi hanno raggiunto e documentati attraverso i loro obiettivi. Ad aprire il red carpet degli ospiti che hanno trasformato la piscina di Mondofitness in un teatro al chiar di luna è giunto l’attore Lorenzo Flaherty, presente alla serata quale testimonial dello sponsor Dining Card Italia.  Atteso e significativo è stato l’intervento del l’On. Gilberto Casciani, presidente di “Un Mondo per Amico” Associazione che sempre più si adopera per sostenere manifestazioni tipo quella di questa serata dedicata alla beneficenza, come tante altre iniziative che promuovano qualcosa che unisce a fin di bene e sviluppo dello stesso bene e bontà; nata con la finalità di diffondere i diritti delle persone attraverso la conoscenza delle altre culture.

E’ stata poi la volta della presentazione, da parte di Camilla Nata, della madrina della serata, l’attrice Nadia Bengala, incredibilmente sempre più giovanile ed attraente, che da quel sabato 3 settembre del 1988, quando venne proclamata Miss Italia, nel concorso nazionale di bellezza più amato dagli italiani, trasmesso quell’anno per la prima volta da RaiUno, in diretta TV condotta da Fabrizio Frizzi, sembra aver fermato il tempo con la sua personale freschezza fisica anche se sono passati degli anni riscontrabili solo per i successi professionali che è riuscita a conquistare.

La Nata ha di seguito invitato l’ideatrice e realizzatrice di “Con il Cuore nel Piatto” Laura  Marciani, che con 21 chef, diversi stellati,  che hanno collaborato gratuitamente a realizzare un pranzo svoltosi il 2 luglio al “Ristorante degli Angeli” di Magliano Sabina, ha raggiunto l’obiettivo di destinare l’intero ricavato in  beneficenza. In rappresentanza dei tanti chef impegnati nel loro lavoro, dato il periodo della loro più intensa attività, sono stati presenti gli chef Michele Papagno, Cristiano Catalano, Gerarda Fine, Francesco Santilli, Sergio Bruschetti e gli sponsor Giovan Battista Chiodetti, Fabrizio di Palma e Moreno Martelli.    

A tutti questi personaggi si sono aggiunti l’attore Ennio Drovandi, il mitico Dj Andrea Bruzzese, l’elegante modella Giada Pulcinelli, l’Avv. Alessandro Stocchi compagno della Bengala, Pier Paolo Segneri marito di Camilla Nata e autore del romanzo cosmico per il Web “In che mondo viviamo”, la presidentessa del Salvamamme Maria Grazia Passeri, la scultrice internazionale Paola Crema, l'attrice Bulgara  Anna Maria Petrova, Dadi Primo Consigliere dell’Ambasciata del Marocco, Laura Pacifici Direttore Sanitario Croce Rossa Italiana, Larissa dell’Ambasciata della Repubblica Moldava, Elsy Aparicio giornalista televisivo, Silvya Arazabal dell’Ambasciata dell’Uruguay, la giornalista imprenditrice Maridì Vicedomini, l'opinionista Jolanda Gurreri, il giornalista Giò Di Giorgio, direttore di “Inciucio” che registra sempre più accessi di visione al suo giornale, fra  i leader nel mondo dello spettacolo e Gossip, la giornalista Federica Pensadoro, l'immobiliarista Paola Pisani con Paolo Botti e l'hair stylist dei Vip Natalino Candido, l'attrice Marilù De Nicola, la Periodista Marinellys Tremamunno, Don Luigi Trapelli, Elisabetta Viaggi eletta Miss Modella Domani nell’edizione di Miss Italia del 1985 e che in seguito ha anche conquistato il titolo di Miss Coraggio e  l’imprenditrice Renata Lase.

Non poteva mancare che salisse “stranamente” sul “Palco  Virtuale di Mondofitness” la coordinatrice e direttrice della realizzazione di questa riuscitissima serata, come le altre tante che organizza, Tiziana Sirna.

Sirna ha ringraziato il suo socio Massimiliano Amadio professionista di grandissimo spessore, il proprietario di Mondofitness Andrea de Angelis e il suo incredibile staff, in particolar modo Ilaria, Elisa e Valerio, il grafico Gianni Rossi e soprattutto l’amica e testimonial del suo progetto “Doc Italy”, la bellissima, frizzante e professionale “Camilla Nata”, protagonista della serata insieme al “Cuore”!

Un tocco in più, infine, ha voluto offrirlo l’attrice e regista Fioretta Mari,  che giunta insieme alla produttrice cosmopolita Manuela Metri, sua grande amica, a dimostrare che “Il cuore vince sempre” e che un mondo con più personaggi con un cuore è in definitiva quello che auspica anche Fioretta Mari. La grande regista dopo una giornata intensa per il suo impegno nelle riprese del nuovo film, si è impegnata a recitare, fra la grande attenzione dei presenti e scroscianti applausi finali, rapendo la sensibilità di tutti, una poesia a tinte forti come lei del resto…

A conclusione di una bellissima serata bordopiscina, nella colorata cornice di Mondofitness, a completare le degustazioni iniziali di finger food creati dallo chef Marco Renzaglia, di una squisitezza unica, accompagnati da vini di altrettanta bontà proposti dalla Trhee Wine, le tre diverse delizie del Vapoforno  Luana Caporicci, gli ottimi  vini umbri della cantina Trebia, i deliziosi formaggi, con tocchi innovativi come le bollicine dell’eccezionale Prosecco extra brut “Casato Unico servito con granelli di caviale di tartufo Vagnoli, si è aggiunta a termine della cerimonia di consegna dell’assegno di beneficenza, un ottimo buffet messo a disposizione degli ospiti della manifestazione dalla struttura ospitante, con allestimenti di Di Palma Monouso & Duni.

Nel corso della consegna dell’assegno al Bambin Gesù  è stata presentata anche, agli oltre 150 invitati, la nuova iniziativa di Laura Marciani che ha in mente la realizzazione di una casa dove tenere corsi gratuiti di cucina, ed insieme ai colleghi chef che hanno partecipato a questa prima iniziativa e ad altri che vorranno aggiungersi,  sostenere chi viene da situazioni disagiate e vorrebbe  raggiungere nuovi obiettivi di vita, ma non riesce a superare i costi che una scuola di cucina comporta.

 

Giuseppe De Girolamo

 

Con gran soddisfazione Ma.Ma.Management di “Doc Italy”, ha resi noti i risultati sin quì raggiunti dal progetto di Laura Marciani “Con il Cuore nel Piatto”, esponendo i “Dati per la trasparenza”

 

Da 11 a 21 Chef

Anno       Destinazione             incasso               spese              devoluto paganti ospiti

2014 Genetin (Gemelli)     9.121,00 4.099,42 5.021,58 182                    110 

2015 Bambin Gesu' 13.460,00 3.796,21 9.663,79 248                    207

VAR%                                    +47.57% – 6,25                +92% +36%

 

 

 

"Con il Cuore nel piatto" è un progetto che mette insieme alta cucina ed impegno sociale. 

Il progetto nasce da un incontro di un gruppo di Amici CHEF con la voglia di fare 

“Qualcosa di più” che hanno avuto l'idea di mettere il loro amore la cucina a disposizione di chi è meno fortunato, semplicemente cucinando!!

Chef / Fondatori "Laura Marciani & Michele Papagno"

Tra gli chef e sponsor tecnici partecipanti compaiono alcuni tra i migliori ristoranti Italiani  

Alba Esteve Ruiz – Ristorante "Marzapane"

Andrea Dolciotti – Ristorante “Inopia”

Andrea De Bellis – “Pasticceria De Bellis”

Antonio Gentile – Ristorante “Red”

Andrea Palmieri – “Osteria Bucavino”

Cristiano Catapano – Ristoranti “Buca & Porto di Ripetta”

Davide Del Duca – “Osteria Fernanda”

Emiliano & Andrea Di Lelio – Pizzeria “Sancho”

Gianfranco Pascucci – Ristorante “Al Porticciolo”

Giancarlo Casa – Ristorante “La Gatta Mangiona”

Giovanni Cappelli – Ristorante “Le Tamerici”

Iside De Cesare – Ristorante “La Parolina”

Luciano Natili – “Pasticceria Natili”

Marco Claroni – "Osteria dell’Orologio"

Riccardo Loreni – Ristorante “Cuoco & Camicia”

Riccardo Mattoni – Ristorante “V Lounge”

Roberto Campitelli “Osteria Monteverde”

Simone Curti – “Lega Navale Italiana”

Vitantonio Lombardo – “Locanda Severino”

David Paolocci – “Forno Caporicci Luana

Paolo Proni – Bar Gelateria Roma

 

Gli Sponsor "TECNICI" di "Con Il Cuore Nel Piatto":

AGROITTICA CALVISIUS

AZIENDA AGRICOLA RESSIA

FILETTE

BEBI TOSOLINI

BIRRADAMARE

BUSKERS

TENUTA CA BOLANI

CHIODETTI FORMAGGI

CONSORZIO SABINA DOP

DISPENSA DEL GRAN DUCA

                  DI PALMA MONOUSO

CESARI

FLOS BY LETIZIA

FALESCO

EXTRA VOGLIO

GELATERIA BAR ROMA

FORNO CAPORICCI LUANA

INCONTRI IN CUCINA

ITALIAN KITCHEN ACADEMY

LA CASEARIA CARPENEDO

LA PALAZZOLA

LE SPINOSE

MAJOLINI

MASTRI BIRRAI UMBRI

PASTICCERIA NATILI

RENZINI

MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP CONSORZIO

RUSTICHELLA D’ABBRUZZO

SANT’ANGELO PASTIFICIO 

SAQUELLA CAFFE’

THE HOLE

VA SA NO

VALRHONA

BONAVENTURA MASCHIO

PENTOLE AGNELLI

SC IMPIANTI 

SICUR 2000

TREBIAE

FELICETTI  

SELECTA 

BOSCO DEL MERLO 

RADIO GOADOT  

CENTRO SUONO SPORT 

TV 2000  

IDENTITA’ GOLOSE

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-parent:”";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:8.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
text-align:justify;
text-justify:inter-ideograph;
line-height:105%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-language:EN-US;}


Miss Italia Campania segna un altro traguardo

0 commenti

A Noemi Bosco Miss Cotonella Campania 2015 e Miss Lotto Campania 2015 Fabiana Grottola, si è aggiunta Federica De Lucia Miss Kia Campania 2015. Ad eleggerla è stata una nutrita giuria  che tra le 26 concorrenti che hanno sfilato sul palco allestito nella villa comunale di Pastorano hanno decretato che potesse essere la più interessante e bella per rappresentare il titolo che l’industria automobilistica  Kia, sponsor del concorso nazionale Miss Italia mette a disposizione delle tante regioni italiane per inviare alle prefinali nazionali del concorso che si svolgeranno a Jesolo dal 1 al 4 settembre  e che porteranno alla scelta delle 60 finaliste, che verranno poi ridotte a 30, per poi giungere man mano all’elezione di Miss Italia 2015. Soddisfattissimo dell’evento che è riuscito a creare per la prima volta a Pastorano, condiviso dalla giunta comunale, il primo cittadino Giovanni Diana.  Fra le numerose aziende presenti sul territorio che sono impegnate nella rivalutazione e riscossa di Pastorano, molte hanno voluto sostenere l’iniziativa di portare in Terra di Lavoro una serata dedicata a Miss Italia e fra queste vanno ricordati i Caseifici con distribuzione degli ottimi prodotti bufalini come il “Jemma”  di Pignataro Maggiore, che è stato  fra gli sponsor di questo evento di Pastorano ed ha offerto in degustazione, a tutti i presenti, le sue ottime mozzarelle di bufala campana Dop,, ma anche il caseificio Russo, aziende che esportano in Itala ed estero come anche Catone logistica, e poi ancora la Forum Legal Service per la difesa e risarcimento danni usura e anatocismo bancario, l’ottima scuola di estetica & acconciatori  “Students Formazione” che ha curato il trattamento estetico del viso delle concorrenti di questa serata di Miss Italia e numerosi altri. La finale regionale, che ha coronato una miss sportiva e dinamica che rappresenta il design di un auto che ha conquistato i mercati mondiali, ha avuto come teatro la Villa Comunale di Pastorano CE, incoronando con la corona di Miluna ed il gioiello offerto alla vincitrice dal referente locale della stessa Cielo Venezia 1270 Federica De Lucia che ha indossato la fascia di Miss Kia Campania 2015. La serata ha avuto diversi momenti di spettacolo e moda con gli ospiti che si sono susseguiti sul palco come la piccola Anita Orfano, Stefania Gatti e la collaudata Marika Cecere. Le concorrenti inoltre hanno potuto mettersi in gioco come modelle con la sfilata Carisma che ha presentato i capi di abbigliamento Primavera-Estate 2016. Un successivo momento di moda ha visto sfilare Diva Atelier di Angela Auricchio con abiti da sposa tra i modelli John Vitale e Nando Soria , dalla trasmissione di Canale 5 Uomini e Donne, Teresa Menditto e Anna Ragucci. Anche quest’anno Miss Italia ha indetto il concorso tramite internet che permettere agli internauti di eleggere le tre miss Curvy che accederanno di diritto alle prefinali nazionali del concorso a Jesolo. Per la Campania ci sono due esponenti tra loro Majra Scognamiglio 25enne di Volla che ha voluto salire sul palco per chiedere un aiuto anche al pubblico presente. La piacevolissima serata si è conclusa con la proclamazione della vincitrice Federica De Lucia Miss Kia Campania 2015, che ha indossato la fascia ed è stata portata in passerella da Giovanni Diana Sindaco di Pastorano, Teresa Menditto, Miss Mamma Raito Hotel ed ex finalista a Miss Italia, Monica Morra Assessore dell’Area Tecnica del Comune di Pastorano e Vincenzo Russo Vice Sindaco dello stesso comune, fra un tripudio di applausi del pubblico ed un cielo illuminato a lungo da attraenti fuochi pirotecnici.  

 Miss Kia Campania 2015 è dunque Federica De Lucia di Pignataro Maggiore (CE). Nata a Capua il 9-08-1991. La 23enne dagli occhi verdi e capelli castani, alta 170, che pesa 56 kg ed indossa la taglia 42, come sogno nel cassetto ha quello di diventare una logopedista.
La studentessa di Logopedia è figlia di un militare e di una casalinga, il fratello 24enne ha seguito le orme paterne. Il suo piatto preferito è la pizza ma, essendo una convinta animalista e vegetariana, odia la carne. Si definisce empatica, generosa e lunatica. Tra le Miss già elette predilige Francesca Chillemi, partecipa al concorso perché è un sogno che coltiva sin da bambina. L’ultimo libro letto è “Sesso inutile” di Oriana Fallaci. Federica dedica abbastanza tempo ai social network in particolare Facebook . Se vincesse il titolo? Dovrebbe ringraziare un suo caro amico, di cui tiene segreto il nome, che l’ha iscritta al concorso. Sul tema della violenza delle donne pensa che sin dalla tenera età i ragazzi debbano esserne sensibilizzati.

Al secondo posto, con la fascia di Miss Rocchetta Bellezza Rosanna Buonfiglio 18enne di Castellammare con occhi azzurri e capelli castani, Miss Kia 3° classificata è invece Francesca Tizzano 18enne di Sorrento. Quarto posto per Miss Compagnia della Bellezza Marianna Barisano 18enne di Avellino ed al quinto miss Miss Interflora Diletta Ambrosio 18enne di Caserta.

                      Prossime date per il concorso Miss Italia in Campania:

 Martedì 4 Agosto presso Eccellenze Campane, via Brin Napoli, sarà assegnato il titolo di Miss Compagnia della Bellezza Campania 2015. Luca Saporito, di “Le terre di Eno” ed il giornalista Lorenzo Crea hanno organizzato una finale regionale di sicuro effetto, ospitata dall’imprenditore di questo polo Paolo Scudieri e dal direttore generale, sempre di Eccellenze Campane, Pasquale Buonocore.

Venerdì 7 Agosto in Piazza Duomo, Borgo Antico Caserta Vecchia, si assegnerà il titolo di Miss Miluna Campania 2015.

 Sabato 8 Agosto a Vitulazio, Piazza Riccardo II, conosceremo chi sarà Miss Equilibria Campania 2015.

 Giuseppe De Girolamo


Il red capet del premio Lunezia al ventennale

0 commenti

Al venetennale del Premio Lunezia la serata del sabato ha anche decretato vincitore delle nuove proposte Mappo, che la giuria ha preferito ai Metrò e ad Andrea Bolognesi.

Ma a continuare a suscitare curiosità è il red-carpet sul lato posteriore, capace di richiamare molta gente, a caccia di foto e autografi. L’idea di Stefano Sturlese e Marzia Cerolin, coadiuvati dalle modelle Laura Biggi e Beatrice Rossi, è anche quella di far sostare i vip davanti ai fotografi, mentre firmano un’opera in marmo di Carrara, raffigurante il Premio Lunezia…..


Fabrizio Fersino , Dolcemente Tu : il nuovo video ufficiale

0 commenti
Fabrizio Fersino è un cantautore classe 76' a Tricase ,diverse sono le manifestazioni a cui prende parte nel Salento e talent show televisivi. Nell' ottobre 2010 partecipa ad Area Sanremo a cura del maestro Bruno Santori , affiancato da altri docenti e dove inoltre sono presenti  grandi nomi della musica come : Fio Zanotti , Francesco Renga , Sirya , Beppe Carletti ( Nomadi ), Gaetano Curreri (Stadio) , Paolo Giordano , Franco Fasano , Ringo , Fernando Proce , Nicolo Agliardi , Claudio Coccoluto e altri ancora

Fabrizio inizia ad approcciare il mondo del cantautorato nel 2007 scrivendo il suo primo testo “Un Treno Imprevedibile”,  poi arriveranno di seguito : Musica – Un sorriso per rinascere – E’ La Vita e Dolcemente Tu facenti parte di un cd.
Nel 2014 “Dolcemente tu”  dove Fabrizio è sia autore del testo che compositore , viene arrangiata dal M° Ermanno Corrado, titolare e direttore dello studio di registrazione Corrado Productions  dove viene incisa anche una versione in lingua spagnola: "Dulcemente tu" distribuita con etichetta discografica Ele Produzioni Internazionali dalla Carosello Records  in tutti i digital store. Fabrizio con la “Fabrizio Fersino Live Band”  composta da  musicisti professionisti  propone in giro per piazze e locali i propri inediti e successi pop nazionali ed internazionali.
Inoltre Fabrizio prende parte anche a vari musical proposti da una compagnia teatrale salentina, "Le Corde". Alcuni titoli portati in scena: Sister Act- La Bella E La Bestia - Notre Dame De Paris


SESSO: E’ BOOM DI AVANAFIL (SPEDRA), LA PILLOLA ITALIANA DELL’AMORE. 4 MILA COMPRESSE VENDUTE OGNI GIORNO

0 commenti

E’ la soluzione italiana per recuperare l’intimità nella coppia. Agisce rapidamente anche entro 15 minuti dall'assunzione, svincolando il paziente dalla necessità di pianificare i rapporti sessuali con largo anticipo.

E’ Avanafil (Spedra), la pillola italiana scelta da oltre 4mila persone ogni giorno. Mantiene l'effetto per oltre 6 ore, garantendo un approccio all' amore del tutto naturale, che permette all’uomo di non sentirsi più “malato”.

Avanafil (Spedra) è sempre più amata anche dai giovani: in un caso su quattro viene scelta da under 50, che apprezzano la possibilità di non dover pianificare un rapporto sessuale o dover fare aspettare la partner.

«Offre ai pazienti una ulteriore arma terapeutica sicura ed efficace contro la disfunzione erettile – spiega Giorgio Franco, presidente della Società Italiana di Andrologia (SIA)– E' facile da assumere oltre ad avere alcune caratteristiche peculiari come una alta selettività che determina pochi effetti collaterali». Sono inoltre poco probabili interazioni con medicinali e cibi; i dosaggi non devono essere “aggiustati” in caso di pazienti anziani, con diabete o con insufficienza renale lieve o moderata. Accanto a tutto ciò l'efficacia è buona, con un effetto soddisfacente nell'80 % dei casi e anche in presenza di una disfunzione erettile di grado severo.

Una risposta efficace ai 600mila gli italiani con disfunzione erettile insoddisfatti delle vecchie terapie anche per timore degli effetti collaterali. «Il 40-50% dei pazienti non raggiunge una qualità della vita sessuale pienamente soddisfacente e abbandona la terapia entro poche settimane: proprio perché non trova la terapia più adeguata alle sue esigenze – aggiunge Vincenzo Mirone, Segretario Generale della Società Italiana di Urologia (SIU) – Avanafil, in più, risulta così ben tollerato da  poter essere utilizzato fino al dosaggio più alto di 200mg senza rischio di aumento di effetti collaterali per il paziente. Tuttavia, bisogna sempre sottolineare – conclude Mirone – che nella terapia della disfunzione erettile è sempre indispensabile una visita specialistica seguita dalla ricetta del medico ed è sempre bene diffidare delle offerte web, perché nella maggior parte dei casi si tratta di copie contraffatte pericolose e poco sicure».


Pagina 1 di 101512345»...Fine »