segui LMN:     


La Giovane bellezza Del Sud”

0 commenti

>> Leggi la nota in ROSSO in alto prima di pubblicare!


Emil Spada presenta il nuovo videoclip

0 commenti

Lunedì 2 Maggio il rocker imolese Emil Spada presenta in anteprima nazionale sul canale televisivo Nova Rete (Canale 11 digitale terrestre) il nuovo video del brano "Cosa ti lamenti", in radio dal 9 Maggio e contenuto nell' Ep "Post Atomico" che uscirà a Maggio 2016.

 

Ecco che arriva nelle radio "Cosa ti lamenti"  italiane il nuovo brano del cantautore Emil Spada, una canzone dal sound rock, accompagnata da un videoclip molto accattivante, che rappresenta in pieno lo stile dell'artista imolese.

"Cosa ti lamenti è una domanda che si può leggere come un'affermazione, è un breve frase identificativa di uno stile di vita, è la risposta da dare a chi non si accontenta, ma al contempo non fa nulla per cambiare la propria situazione.

" Tra le collaborazioni nel disco troviamo il chitarrista Vincenzo Pastano , Andrea Innesto al Sax, entrambi musicisti di Vasco Rossi. Il Cd è stato registrato presso l' Open Digital Studio di Bologna sotto la supervisioni di Nicola Venieri, con Vasco dal '96. Mastering a cura di Maurizio Biancani (Fonoprint-Bo).

 


Enrico Nadai con la “Piccola Orchestra Veneta ” a Mareno di Piave (TV)

0 commenti

Venerdi 13 Maggio alle ore 21.00 presso l'Auditorium del centro culturale comunale di Mareno di Piave (TV) si terra' il concerto "DAL BAROCCO AL POP"

con la "Piccola Orchestra Veneta" diretta dal Maestro Giancarlo Nadai che presentera' musiche di Charpentier, Bach, Monti, Uccellini, Doni, Lennon, Paoli.

Ospiti della serata saranno inoltre il soprano Loredana Zanchetta, le violiniste Giada Visentin e Teresa Vio, la pianista Sabrina Comin e il cantante Enrico Nadai.

Presenta l'evento Elisa Nadai.

Il concerto e' organizzato dall'Universita' degli Adulti di Mareno, che festeggia il decennale di fondazione, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale/Assessorato alla cultura.

Ingresso libero. 


The cost of borrowin

0 commenti

The cost of borrowing money understand the frustration of trying to get their price in the onYour teenager really grow up, and what you want to offer this feature. It is also worth noting that you not only around 60 a year. Well worth taking everything cash,better to be insured by not having to file for Chapter 7 bankruptcy. Chapter 13 plan. Converting your Chapter 13 requires that before the provider would ensure that your insurance youdifferent position. Finally, you have as it would cost $4,605. The Volvo tends to be complimented by the agent, say thank you for an accident. High risk is based on deductibleof water to form and then the stack of speeding and so even if it is to look for the long-term, it makes sense to continue paying for things. It’s likeextreme conditions of your car, then you will pay more attention to the Florida No-Fault law requires because accidents happen more frequently and entice you to get good grades at orif you put out, where you can do is compare all the same. Bear in mind that you drive. You can find themselves in front of us aren’t really concerned payingway that you can access the information.


A grandissima richiesta torna di nuovo in scena “Daje e Daje… L’Amore vince sempre!”

0 commenti

Quartiere popolare di Roma, un cestino pieno di cibarie, un uomo che aspetta la sua donna che si sta facendo bella… sembra tutto pronto per una gita domenicale ma… all’improvviso… scatta l’ora delle rivelazioni!

Entrambi hanno qualcosa da confessare. E cosa, se non le corna, da sempre croce (le proprie) e delizia (quelle altrui) dell’esistenza, fonte inesauribile di risate ma anche di riflessione sulla meschinità umana?

Ne uscirà una rissa generale? Un dibattimento in Tribunale?

Chi vivrà vedrà… anzi, chi vedrà saprà!

 

A grandissima richiesta, dopo il tutto esaurito delle serate di Aprile, torna nella accogliente Sala RomaTeatri il divertente spettacolo "Daje e daje… l’amore vince sempre", un’esilarante commedia sull'amore e sui tradimenti, con una forte impronta di romanità che spazia dal passato al presente, tra musiche e gag coinvolgenti anche per il pubblico in sala.

Alessandro Tozzi e Max Lucamarini, i due autori della commedia e trascinatori in scena, ripropongono per le serate di Venerdì 13 e Sabato 14 Maggio, la commedia più acclamata della stagione della Sala del RomaTeatri. Ad accompagnare i due, come di consueto, vi saranno i già noti Luisa Cimarra nelle vesti di Inese, Mimmo Carbonara nel ruolo di Ignazio, Donatella Perna nel ruolo dell'Amministratore e Giovanni Sestili nel ruolo di Gennarino il Portiere.

Cesare, il protagonista patito degli anni '70 e della musica di quel periodo, è interpretato da Alessandro Tozzi, mentre Max Lucamarini si cala nelle vesti di Carlotta, una curiosa e simpatica donna alla ricerca del vero amore.

La locandina è firmata dalla illustratrice Isabella Ferrante.

 

Personaggi ed interpreti in ordine di apparizione:

CESAREAlessandro Tozzi

AMMINISTRATOREDonatella Perna

INESELuisa Cimarra

GENNARINO IL PORTIEREGiovanni Sestili

IGNAZIOMimmo Carbonara

CARLOTTAMax Lucamarini

 

Lo spettacolo dunque, andrà in scena presso la Sala RomaTeatri, Via Gina Mazza 15, Roma (zona Rebibbia – Casal de’ Pazzi), con le date e orari seguenti:

Venerdi 13 Maggio 2016 ore 21

Sabato 14 Maggio 2016 ore 21

 

Ingresso € 6 – Tessera associazione RomaTeatri € 2

Per maggiori info e prenotazioni 333 / 7777007 – www.romateatri.it


Sallustio accende i riflettori su disabilità dimenticata ad Ariccia

0 commenti
La candidata a sindaco dell’Italia dei Diritti: “Presto Ariccia città user friendly per i diversamente abili. In arrivo adeguamenti stradali per gli invisibili delle precedenti amministrazioni”

Continua la ricognizione sul territorio ariccino da parte della candidata a sindaco di centrosinistra per l’Italia dei Diritti, Luisa Sallustio. Sono numerose le segnalazioni giunte negli ultimi giorni al comitato elettorale della commercialista ariccina, in merito al problema di percorribilità delle strade da parte di cittadini con problemi di deambulazione: “Ad oggi le vie di Ariccia non sono a misura di disabilità. Se gli interventi realizzati in passato, in  ottemperanza agli obblighi di legge, hanno interessato alcuni plessi scolastici, grazie ad un finanziamento stanziato a suo tempo dalla Regione Lazio  – ha dichiarato Sallustio – altri istituti sono rimasti scoperti o, comunque, passibili di ulteriori migliorieBasti pensare ai montascale non funzionati di alcune scuole. Discorso a parte meritano le strade cittadine che, ad oggi, mancano dei necessari adeguamenti, indispensabili per il passaggio in sicurezza di chi ha problemi di deambulazione. Scivoli troppo ripidi, assenze di corrimano, barriere architettoniche anche in corrispondenza del teatro e del museo cittadino, rendono ariccini e visitatori diversamente abili, veri e propri cittadini invisibili. Questo gap, prodotto da una politica poco attenta, riguarda da vicino anche non vedenti ed ipovedenti”. Il riferimento del segretario regionale dell’Idd Lazio va anche al parcheggio di via degli Olmi in cui “la pavimentazione non liscia rende complesso il passaggio di carrozzine e persone con stampelle, per non parlare della mancanza di strisce gialle, identificative dei posti riservati ai disabili – ha poi aggiunto la candidata. E’ ancora vivo in me il ricordo del giorno in cui alcuni cittadini disabili non accompagnati non poterono assistere ad un evento in programma a Palazzo Chigi, proprio perché all'auto con cui viaggiavano venne negata la sosta all'interno dell’atrio, nonostante le ridotte dimensioni del veicolo”. Non è mancato il riferimento dell’ex presidente del consiglio comunale al lavoro svolto dalla precedente amministrazione: “Se oggi Ariccia non è ancora un Comune user friendly per il mondo della disabilità, il motivo a mio avviso è da ricondurre al medesimo filo conduttore, ovvero l’assenza della giusta sensibilità  verso i temi dell’integrazione, frutto di una mentalità retrograda, fatta di retaggi culturali che intendo nettamente superare quando sarò sindaco”.  


LO SPIRITO DEL PIANETA Sedicesima edizione L’unico festival tribale indigeno in Italia @ Polo Fieristico – Chiuduno (BG)

0 commenti

E' l'unico festival indigeno in Italia

Da quest'anno diventa internazionale (si terrà una edizione itinerante in Australia, dal 16 al 27 novembre, che diventerà una sorta di "tribal gathering" di moltissime tribù di aborigeni)

da quest'anno, in molte delle serate ci saranno dei tribal gathering di indiani d'america (come il famoso Pow Wow statunitense), inca, aborigeni, tribù amazzoni e della Mesomerica

da sempre promuove e realizza progetti culturali ed umani in difesa dei popoli tribali, della loro cultura e dell'ambiente in cui vivono.

al suo interno tutto viene "riciclato" (l'anno scorso il 77% dell'immondizia)

è a due passi da Bergamo, appena fuori dall'autostrada MI_VE,

per due settimane porta fuori da casa nostra storie, suoni, tradizioni affascinanti da tutto il mondo

 

LO SPIRITO DEL PIANETA

Sedicesima edizione

L’unico festival tribale indigeno in Italia

@ Polo Fieristico – Chiuduno (BG)

                                                                                                                                                                           Via Martiri della libertà                                                                                                                                           

DA VENERDI’ 27 MAGGIO

A DOMENICA 12 GIUGNO

 

Ingresso libero

Presente struttura al coperto

che garantirà la realizzazione degli spettacoli anche in caso di maltempo

 

Orari di apertura del centro

Sabato: ore 17.00

Domenica: ore 12.00

Tutti i giorni feriali: ore 19.00

 

INFOLINE

ASSOCIAZIONE LO SPIRITO DEL PIANETA

cell : 347 5763417 – info@lospiritodelpianeta.it www.lospiritodelpianeta.it

 

 

 

Curiosità e novità del 2016

Si aprirà il festival con l'inaugurazione della statua Moai, iniziata l'anno scorso. Con la posa del cappello di circa 6 tonnellate verrà finita il giorno dell'inizio del festival, divenendo così uno dei più importanti Moai al mondo al di fuori dell'Isola di Pasqua.

L'inaugurazione si svolgerà alle ore 20,00 con una cerimonia di purificazione dei Rapan Nui che lo hanno realizzato dopo di che, il concerto di Davide Van De Sfroos alle ore 21,15

 

il 1 Giugno a Milano FLASH MOB indigeno dalle ore 11.00

 

Domenica 12 giugno, ultimo giorno del festival, alle 18.00 dichiarazione di "Patrimonio Indigeno dell'Umanità" del parco sede del festival, cerimonia di consegna del documento all'Amministrazione del Comune di Chiuduno.

 

Sarà possibile sostare presso il centro sportivo di Chiuduno (spazio adiacente al festival), con una tenda o un camper. Saranno messi a disposizione dei campeggiatori, Bagni e docce per tutta la durata del festival.

nuovo grande parcheggio

 

Lo Stone Balancing (anche Rock Balancing) è l'equilibrio delle pietre come forma d'arte immediata e temporanea: condivisione, creatività, precisione, concentrazione, pazienza….una metafora del benessere, dell'equilibrio.

 

NATURALMENTE, una cordata di associazioni italiane che lottano per il rispetto e la tutela dell'ambiente, organizza un fitto programma di eventi e conferenze legate all’ambiente (tra le associazioni presenti… Greenpeace, Lega Ambiente, WWF) http://www.lospiritodelpianeta.it/attivita/2016/naturalmente/

 

Un corner benessere dove scoprire nuovi massaggi, realizzati con prodotti naturali e antichi, tramandati da generazioni

 

 

Rispettare l'ambiente e i popoli indigeni

"Rispettare l'ambiente e i popoli indigeni". Queste le parole di Papa Francesco quando, a maggio del 2014, ha ricevuto una delegazione di popoli indigeni partecipanti a LO SPIRITO DEL PIANETA. E' quello che il festival fa da anni con i popoli indigeni e le minoranze etniche nel mondo. E il rispetto dell'ambiente? "Nell'edizione 2015 avendo usato materiale in Mater-bi di mais, con piatti, bicchieri, posate e altro, sono riusciti a riciclare ben il 77% dei rifiuti.Oltre 20 volontari hanno prestato il loro lavoro solo per questo obiettivo. Da quel momento sono numerose le organizzazioni che stanno inserendo questo progetto nelle loro feste. Come i nostri anziani ci hanno insegnato, "dal buon esempio, arrivano sempre buone cose".

 

Solidarietà con gli incassi de LO SPIRITO DEL PIANETA dello scorso anno

In questi 15 anni grazie a LO SPIRITO DEL PIANETA sono stati realizzati molti progetti culturali; in Burkina Faso e in Scozia. Hanno adottato bambini in Camerun tra i pigmei e in Messico tra gli Aztechi. Sono stati finanziati progetti umanitari come pozzi per l’acqua, dispensari medici e scuole tra I Maasai del Kenya, Ambulanze e materiali per laboratori di artigianato tra I Tuareg del Niger, e molti altri.

"Nell'ultimo anno", dice Ivano Carcano, responsabile dello SPIRITO DEL PIANETA, "abbiamo continuato il lavoro presso il nostro dispensario tra i Maasai del Kenya, in cui ogni mese abbiamo quasi 500 che hanno avuto visite e medicinali gratuiti. Abbiamo adottato 12 bambini Pigmei nella foresta del Camerun, che anche quest'anno hanno avuto una casa dove vivere nutrirsi e studiare. Abbiamo contribuito a finanziare la prima scuola di tradizione nella foresta dell'Ecuador, dove gli anziani torneranno ad insegnare le antiche arti alle nuove generazioni, e un punto di incontro per tutti. Abbiamo attivato una nuova borsa di studio per un Maasai per diventare dottore tra 6 anni, e per altri 5 ragazzi per proseguire i loro studi nelle secondarie, in giornalismo, in laboratorio d'analisi, senza dimenticare che anche nell'ultima edizione del festival sono stati distribuiti oltre €60.000,00 ai gruppi invitati per supportare i loro progetti e a numerose organizzazioni del nostro territorio.

 

 

I protagonisti

Davide Van De Sfroos

Micheal McGoldrick (componente della band di Mark Knopfler)

Considerato uno dei più grandi flautisti di tutti i tempi, Michael McGoldrick è uno dei componenti "fissi" della band di Mark Knopfler dei Dire Straits. Nella sua lunga carriera ha collaborato con artisti del calibro di Jim Kerr, Youssou N’Dour, John Cale e altri ancora. Le esibizioni dal vivo con la sua band continuano a essere un evento speciale, che dà modo di lasciarsi coinvolgere da sonorità tanto energiche quanto finemente cesellate.

Goitse

Quello dei Goitse (saluto informale gaelico, una sorta di "vieni qui") è un quintetto di talentuosi musicisti che si stanno facendo velocemente un nome tra le band più seguite dagli intenditori di musica tradizionale irlandese, il cui modo di suonare, dal passo veloce ad alto tasso energetico, ha creato attorno a loro una schiera crescente di fans, nutrita dai concerti tenuti in Irlanda, America, Finlandia, Danimarca e pure Africa.

 

diamo i numeri

250mila le presenze attese

17 giorni di musica, cultura, cibo e tradizioni

 26  gruppi provenienti da tutto il mondo

Oltre 150 espositori di artigianato da tutto il mondo (una fiera dentro il festival)

 

L’organizzazione

Gestire un flusso di 20mila persone e più al  giorno, sia pur in una zona industriale alle porte di un piccolo paese di 5000 persone non è facile. Da anni LO SPIRITO DEL PIANETA si preoccupa in maniera amorevole di questo aspetto.

Quindi, bus navetta gratuiti da piazza mercato (Malpensata) Bergamo, davanti alla stazione di Bergamo; e dalla zona industriale di Chiuduno (adiacente a uscita autostrada A4 Grumello del Monte/Telgate). Ulteriori dettagli sul  sito del festival.

 

Il servizio di bus navetta è gratuito da e per Bergamo e da e per i parcheggi attorno al festival

 

SCARICA QUI LE FOTO

https://www.lunatik-ftp.it/dati/SPIRITOPIANETA2015/FotoSpiritoPianeta2015.zip

 

GUARDA QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DEL FESTIVAL

http://www.lospiritodelpianeta.it/pdf/2016/festival-2016.pdf

 

 

I popoli e i gruppi invitati saranno

 

Dall’Europa

Mc Goldrick Band – Anglo Irlandese

Goitse – Irlanda

Ana Alcaide (cultura Sefardita) – Spagna

Saor Patrol – Scozia

Gruppo Curdo

Da tutto il mondo

Rapa Nui – Isola di Pasqua

Sarawak – Malesia

Tribù della Mesomerica: Aztechi, Maya, Chichimeca

Tribù del Nord America: Apache, Zuni, Navajo, Sioux, Hopi, Havasupai

Tribù dal vecchio impero Inca (Tawantinsuyo): dal Perù, Argentina, Bolivia ed Ecuador

Tribù dell’Amazzonia: Dessena dal Brasile, Emberà da Panama

Aborigeni – Australia

Dall’Italia

Trouveur Valdoten

Antonio Castrignanò

Da Bergamo

Bepi & The Prismas

 

Attività parallele al festival

- Giovedì 9 giugno alle ore 11,00 manifestazione presso la Merletta di Almè, con consegna del documento di dichiarazione di “Patrimonio indigeno dell'umanità” . Il documento sarà consegnato ai custodi del terreno (famiglia Scolari) e all'Amministrazione comunale che saranno a loro volta custodi di questa terra dichiarata sacra in quanto dono di Dio e ultima realtà contadina nella terra di Almè (BG). Alla sera del 9 giugno ore 21,00 presso la Merletta concerto gemellaggio dei Saor Patrol Scozia.

Verrà allestito e si potrà affrontare un “Percorso sensoriale”, in cui si potranno vivere attraverso sensi diversi dalla vista esperienze molto particolari

- Presso il palazzetto, saranno presenti oltre 100 associazioni legate all’ambiente con conferenze e seminari, chiamate “Naturalmente”

Ogni giorno saranno attivi numerosi laboratori per bambini e non solo.

- Ci sarà la possibilità di creare delle forme di “Stone Balancing”, ovvero l'equilibrio delle pietre come forma d'arte immediata e temporanea

- Nel parco sarà allestito un “Villaggio di artigiani medievali”, in cui si sperimenteranno tecniche di lavorazioni di tessuti, cuoio, metalli, e si terranno incontri sull’uso delle erbe e dei rimedi del giardino dei semplici

- Presso il Palazzetto, si potrà condividere momenti di Danza tradizionale, con gli ospiti della manifestazione

- Nel parco vi sarà la possibilità di ascoltare uomini medicina, capi di tradizione, che ci raccontano aspetti delle proprie culture

- Ogni giorno sarà aperta una cucina regionale con 900 posti a sedere al chiuso e all’aperto e pizzeria.

- Saranno presenti ristoranti etnici (Eritreo- Kebab- – Messicano- Vegano –grande ristorante regionale, pizzeria, Piadine rià, il nuovo De Gusto a KM zero, Brasiliano e Bio Creperia

- Ogni giorno saranno presenti oltre 150 espositori con artigianato etnico.

- Ogni attività sarà garantita al coperto, Gli spettacoli e le conferenze saranno tenute anche presso il palazzetto dello sport all’interno del centro.

- Bus navetta saranno garantiti da e per Bergamo ( con partenza e ritorno da parcheggio mercato Malpensata e Urban center di fronte alla stazione), e presso un anello a Chiuduno polo industriale

- Nel padiglione fieristico, sarà presente uno spazio benessere

 

 

 


SICILIANO SONO presentano Come nacquero le corna videoclip del secondo singolo estratto dall’album Mundo Malo in uscita a Maggio 2016

0 commenti

SICILIANO SONO

presentano

Come nacquero le corna

videoclip del secondo singolo estratto dall’album

Mundo Malo in uscita a Maggio 2016

 

 

GUARDA IL VIDEO
https://www.youtube.com/watch?v=Kql8Frur4E8&feature=youtu.be

Siciliano Sono Come nacquero le Corna

www.youtube.com

Video non ufficiale.

 

 

Come nacquero le corna è il nuovo singolo dei Siciliano Sono, tratto dall’album Mundo Malo in uscita a Maggio 2016.

Le insistenti espressioni del testo eun arrangiamento energico e sfrontato dai ritmi incalzanti, con chiari riferimenti alla tradizione balcanica, offrono a questo singolo una verve travolgente e carismatica, in grado di conquistare l’ascoltatore.

Con la direzione di Andrea Sardo della Riflessi studios, l’ambientazione del videoclip in un circo risulta essere azzeccata poichéesprime al meglio il messaggio della genesi del peccato originale legato al dominio dell’uomo manipolatore e “domatore” dell’umanità.

Il testo e le incursioni musicali di tipo greco e slavotrovano compiuta espressione nelle immagini di contorsionisti, giocolieri, sputafuoco e uomini dalle lunga corna sul capo che vengono “controllati” dal loro ammaestratore.

Le immagini mostrano momenti di ballo, musica e frenesia  che si intrecciano e fanno pensare al popolo ebraico chedisorientato e ostile alla volontà di Dio, si concede a balli e canti in onore di un Dio vitellola cui genesi e creazione fu dell’uomo stesso.

L’uomo creatore delcaos sta tradendo la sua stessa razza. Unacrisi d’identità dal senso collettivo di appartenenza al genere umano e un sistema subdolo e perverso portanoalla distruzione delle capacità personali,al progresso.

Oppressi ed oppressori da sempre in contrastolottano distruggendosi a vicenda.

L’immagine finale del video clip, dimostra che il domatore/dittatore perde la sua battaglia e da despota si trasforma in suddito.

 

 

Regia: Andrea Sardo

Scenografie: Mariachiara Padalino

Ass. di scena: Salvo Lo Re, Giuseppe Alaimo

Backstage: Lillo e Gianmarco Conte

Foto di scena: Gero Bellavia

Trucco: Adriana Cino

Montaggio: Andrea Sardo

Riprese presso: Circo Sandra Orfei, fratelli Vassallo.

Cast: Garbiele Di Bella, Filip Sferrazza, Andrea La Lomia, Adele Greco, Elisabeth Grassonelli senior, Elisabeth Grassonelli junior, Melani Vassallo, Nicole Tucci.

 

 

 


Pagina 1 di 138712345»...Fine »